Cerca nel blog

...

lunedì 30 luglio 2012

POVERA DONNA... E' INCREDIBILE E TRISTISSIMO QUELLO CHE GLI HANNO FATTO !


Fanno irruzione in tre in casa di una donna, la bloccano e le incidono sulla pelle insulti. È accaduto a Lincoln, Nebraska. La colpa della donna? Essere lesbica. I torturatori del Nebraska si sono dimostrati così coraggiosita“giocare” tre contro uno e agire a viso coperto da un passamontagna e adesso girano a piede libero, come se niente fosse. Tre giorni fa si sono presentati a casa della vittima, una trentatreenne di Lincoln, le hanno legato polsi e caviglie, hanno iniziato a picchiarla e le hanno inciso insulti su braccia e addome: le frasi sono così imbarazzanti e violente che la Polizia si rifiuta di ripeterle. Dopo averla seviziata, hanno cosparso di benzina l’abitazione e hanno acceso il fuoco: fortunatamente, la donna è riuscita a fuggire e ha chiesto aiuto ai vicini di casa. “Se ne stava lì, senza vestiti. Aveva ancora le mani legate e il sangue colava dalle ferite. Era piena di tagli anche sul viso e sulle braccia” ha riferito Linda Rappl, 68 anni, la vicina che l’ha avvolta in una coperta e ha chiamato il 911.Perché la donna è stata investita da questa follia? “Vive apertamente da lesbica” ha detto Richard Tyler, presidente di Outlinc, un’organizzazione no profit LGBT. Tyler ha piena fiducia nelle forze dell’ordine e cita le misure della città a sostegno della comunità omosessuale. La risposta dei cittadini è stata una veglia solidale e spontanea davanti al Municipio. Lincoln è indignata e Chris Beutler, il sindaco, parla di crimine d’odio: “I crimini d’odio sono spregevoli e terribili, parlo a mio nome e di tutti i residenti di Lincoln. La città si sforza di essere una comunità che abbraccia la tolleranza e l’uguaglianza. Siamo vicino ai cittadini gay e alle lesbiche e vogliamo che ogni crimine venga denunciato”.L’attacco è arrivato a due mesi dall’approvazione di misure ideate per proteggere i residenti gay e transgender dalla discriminazione nel settore immobiliare. La Polizia è alla ricerca dei tre uomini che hanno torturato la donna: “La vittima è stata in grado di riferire pochi particolari, come quello del passamontagna” ha riferito Katie Flood, portavoce del Dipartimento di Polizia di Lincoln. “C’erano scritte contro l’orientamento sessuale della donna, all’interno dell’appartamento, parole dure che non riporteremo”.

Lettori fissi.