Cerca nel blog

...

giovedì 26 gennaio 2012

scarica musica istantanea senza aspettare !

Songr è un programma in grado di facilitare la ricerca e il download di file musicali e video sul web. Niente P2P o affannose ricerche nella rete BitTorrent, ma la comodità della ricerca attraverso motori specializzati....
vai al sito http://songr.softonic.it/ e scarica in pochi secondi

IL VERO AMICO E' . . . . .

Se fossi un pesce ti porterei nell'acqua, se fossi una farfalla ti farei volare libera.... ma sei un amico e ti porto nel cuore...

Il cane muore, lei lo fa clonare

ROMA  Una Tarantola e due cani. Identici. Non è la storia di uno zoo sui generis, ma quella di un grande amore cinofilo, raccontato dal britannico Times. La vicenda ha per protagonisti la ex broker di Wall Street Danielle Tarantola e il suo adorato Trouble, lo yorkshire morto 4 anni fa. Addolorata per la scomparsa del suo fido compagno, la donna, residente a Staten Island (New York), ha pagato 50mila dollari (circa 40mila euro) affinché la Sooam Biotech Research Foundation di Seul, diretta da Hwang Woo Suk in Corea del Sud, realizzasse una copia del suo cucciolo. Così Trouble è stato clonato in Double Trouble, a cui farà seguito Triple Trouble, un altro clone in procinto di nascere tra qualche settimana.
La clonazione è stata effettuata a partire dalle cellule del Dna della bestiola, raccolte quando questa era vecchia e malata: «Ho pensato che sarebbe stato carino vedere lui e il suo sosia interagire» ha raccontato la donna. Ma quando Trouble è volato nel paradiso dei cani, Danielle ha ripensato a quella sua idea. Dopo aver inviato un campione di Dna del suo cane alla compagnia specializzata in clonazione animale, ad agosto ha ricevuto la comunicazione che la fattrice selezionata per la gravidanza, e in cui era stato impiantato l’embrione creato dal patrimonio genetico del cane, era rimasta incinta. E, come un genitore amorevole, ha assistito in diretta via webcam al parto, a novembre.

Uomo vive da 82 anni con una pallottola nel cranio

La rivista medica New England Journal of Medicine ha pubblicato oggi le radiografie della testa di un uomo, che quando aveva tre anni, ora ne ha 85, fu colpito accidentalmente alla testa con un colpo di pistola dal fratello maggiore. La pallottola 1,2-0,7 pollici gli entrò nel naso e lui svenne. Per 82 anni nonostante avesse una pallottola nel cranio ha avuto una vita normale.
L’uomo, la cui identità non è stata comunicata, ricorda ancora come 82 anni prima, ha perso i sensi e si èsvegliato diverse ore dopo. Poi si è ripreso senza alcuna assistenza medica. Da adulto è diventato un ingegnere di successo ed ha avuto anche un riconoscimento importante da parte delle autorità dell’Unione Sovietica.

Ecco il bimbo con i superpoteri: ...può vedere al buio

Nong Yousui ha qualcosa che molte persone vorrebbero avere. Si tratta di un super potere, riesce a vedere al buio. I suoi occhi azzurri, di per sé rari, soprattutto per un asiatico, lanciano un bagliore nel buio. Come gli occhi di un gatto che riflettono la luce. Yousui in Cina è un vero supereroe.
“Due mesi dopo la nascita, ci hanno detto che i suoi occhi erano” diversi “,” Nong il padre di Yousuis afferma: “Abbiamo visto che i suoi occhi erano azzurri. In ospedale, i genitori erano preoccupati ma gli è stato detto di non preoccuparsi, e che forse con il tempo cambiavano colore. Il ragazzo è cresciuto, i suoi occhi non hanno dato nessun problema, solo una forte luce solare lo infastidisce. I suoi occhi sono rimasti blu come alla nascita.
Un giorno però un insegnante notò qualcosa nel comportamento del ragazzo. Se Yousui era fuori a giocare con i suoi amici, lui stringeva gli occhi se guardava verso la luce del sole, e si lamentava di avere la visione offuscata.
Uno dei compagni di Yousuis ha anche raccontato una storia bizzarra. Gli occhi blu del giovane rifletterebbero se al buio qualcuno lo illumina con una torcia. Affascinata da Yousui l’insegnante ha chiesto se poteva “vedere nel buio.” ‘Sì’, ha risposto. Ed ha raccontato che spesso cattura grilli selvatici al buio, senza l’aiuto di una torcia elettrica.
Un giornalista tv, che ha sentito della sua straordinaria storia, ha voluto fare una prova a Yousui. Ha scritto un elenco su un foglio di carta ed ha  chiesto al ragazzo, nella completa oscurità, di leggere. Cosa che gli è riuscita senza problemi.
Yousui è una celebrità in Cina.
Un giovane supereroe.

Sciopero tir: benzina, verso la normalità

La situazione ''si sta lentamente risolvendo, piano piano si sta tornando alla normalita'''. Lo riferisce all'ANSA Federdistribuzione, sulla base del monitoraggio sulla circolazione e consegna delle merci alla grande distribuzione. ''Confidiamo che in un paio di giorni - dice l'organizzazione - si possa risolvere completamente''.Prezzi reali del carburante piu' alti di quelli indicati o assenza di indicazioni nelle stazioni di servizio; pompe di benzina manomesse, irregolarita' contabili. Le hanno scoperte i militari della Guardia di Finanza di Roma durante una serie di controlli nei distributori della capitale e della provincia effettuati oggi. Sono stati 124 gli esercizi controllati - informa un comunicato del Comando provinciale delle Fiamme Gialle -, 29 le irregolarita' riscontrate. Ancora disagi da Nord a Sud per la protesta dei camionisti e difficoltà per l'approvvigionamento di carburanti e di prodotti alimentari di prima necessità con la polizia che in alcune zone scorta le cisterne di carburante. Ancora stop alla Fiat e fermata la produzione in due impianti della Coca Cola. La Ue incalza l'Italia perché garantisca la libera circolazione delle merci, e minaccia una procedura d'infrazione. Camusso: protesta legittima, modi sbagliati. In agitazione anche i sindacati dei trasporti che chiedono un confronto al governo e minacciano la mobilitazione."L'Italia deve intervenire per risolvere rapidamente il problema e assicurare la libera circolazione delle merci". Questa la sollecitazione rivolta dal commissario Ue Antonio Tajani al ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri nel corso di un colloquio telefonico svoltosi questa mattina ITALIA RISCHIA PROCEDURA INFRAZIONE - Se i problemi causati al traffico merci su strada in Italia dovessero prolungarsi, l'Italia rischia di incorrere nell'apertura di una procedura d'infrazione. E' quanto osservano fonti della Commissione Ue che tuttavia sottolineano come attualmente sia in corso una "positiva" collaborazione tra autorità nazionali ed europee per risolvere il problema e il pericolo di un'azione legale contro l'Italia non sia immediato ''Voglio dire al Governo che fermi lo sciopero dei Tir''. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. Intervenendo di fronte a migliaia di delegati dal palco della manifestazione interregionale della Cgil del Nord Italia, Camusso aggiunge che il blocco dei Tir tra l'altro ''sta facendo aumentare l'inflazione. Si ascoltino le ragioni, ma non si ceda alla frantumazione e alle corporazioni'', conclude il segretario generale della Cgil.SCATTANO PRIMI ARRESTI - In due giorni la polizia ha effettuato 13 arresti e 5 denunce nei confronti di persone che si sarebbero rese responsabili di atti di intimidazione nei confronti di camionisti che non hanno rispettato i blocchi durante lo sciopero dell'autotrasporto. Agli 11 arresti effettuati ieri si aggiungono infatti altre 2 persone fermate oggi in Campania, all'altezza di Sarno. Cinque persone sono invece state denunciate, sempre oggi, per violenza e minacce nei pressi di Bojano, in Molise.

Lettori fissi.

Google+ Badge