Cerca nel blog

...

martedì 10 aprile 2012

Questo è l'unico modo per una donna per farsi guardare negli occhi...(◑‿◐)

E quella data_____rimarrà incisa nel mio cuore come una pietra ___________

NON MALTRATTATEMI !!!...❤‿❤

La cosa più bella della vita.....TU

L'amore non è bello se non è litigarello!

L'amore non è bello se non è litigarello!

Dice tutto l'immagine...[...clicca foto per leggere ]

La famiglia è un dono che va coltivato di giorno in giorno....

In amore un pensiero carino viene sempre apprezzato....

Ti voglio abbracciare !!!

ricetta per fare le caramelle '' MOU ''

INGREDIENTI
1 LT DI LATTE - 1 KG DI ZUCCHERO

PREPARAZIONE
1 Sciogliete lo zucchero nel latte freddo, poi mettete il composto sul fuoco e portatelo ad ebollizione, mescolate spesso e cuocete a fuoco moderato fino a quando il composto non sarà diventato una marmellata.
Versate il composto su un piano di marmo, oppure su un largo piatto bagnato.
Lasciate raffreddare, in modo che "la marmellata" si solidifichi poi tagliatela a pezzetti, otterrete delle caramelle tipo mou


CONSIGLI



Pronte in circa un'ora per soddisfare i nipotini al loro arrivo, ma anche le loro mamme, le caramelle mou possono cambiare leggermente il proprio gusto aggiungendo scorza d'arancia finemente tritata.
Le caramelle mou si preparano sciogliendo nel latte freddo lo zucchero per poi portarlo ad ebollizione mescolando spesso fino a raggiungere un composto tipo marmellata. Una volta raffreddato potrete tagliarlo ottendo una caramella mou.



clicca sulla foto e osserva attentamente che succede..

Trovato morto a casa,un decesso di 2mesi fa

AGRIGENTO, 9 APR - La sorella l'ha trovato morto in casa ad Agrigento, per il medico legale il decesso e' avvenuto almeno 2 mesi fa per cause naturali. L'uomo, 47 anni, si chiamava Calogero Montante, aveva diversi problemi di salute ma viveva da solo da tempo non avendo buoni rapporti coi familiari. La sorella, non avendo da molto sue notizie, oggi ha deciso di andarlo a trovare facendo la macabra scoperta. Sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.
fonte ansa

Droga: cocaina al posto del latte in polvere,mamma arrestata

VERONA, 10 APR - Al posto del latte in polvere per la figlia neonata nascondeva 1,3 chili di cocaina. Una cittadina italiana 20enne, nata a Santo Domingo, e' stata arrestata dalla Guardia di Finanza in servizio all'aeroporto ''Catullo'' di Verona, che, in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogana, ha sequestrato lo stupefacente. 
fonte ansa

Barista nega caffe' a nordafricano, denunciato per razzismo

Rifiuta per due volte di servire un caffe' ad un nordafricano, esasperato per l'ennesima rissa tra immigrati nel suo locale, ma viene denunciato dal cliente ai Carabinieri per atti di razzismo. L'episodio e' avvenuto il giorno di Pasqua nel Centro ricreativo comunale di Abano Terme, gestito da alcuni anni da una cooperativa sociale.
fonte ansa

Se qualcuno ti rinfaccia il bene che ti ha fatto...significa che non lo ha fatto con il cuore...

Palermo : Muore a 10 anni mentre gioca a calcio

PALERMO - Non scioglie i dubbi l'autopsia eseguita stamani sul corpo del bambino di 10 anni deceduto venerdì scorso mentre giocava a pallone al Villaggio Santa Rosalia, a Palermo. L'esame ha escluso solo che il decesso sia avvenuto per cause traumatiche, ma per sapere se il piccolo aveva o meno una malattia congenita bisognerà attendere almeno altri 60 giorni, quando si conoscerà l'esito dell'esame istologico. «L'autopsia - spiega all'Adnkronos il professore Paolo Procaccianti, direttore dell'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo - ha escluso solo cause violente, fatti traumatici. Non sono state riscontrate, però, malformazioni macroscopicamente evidenti, ecco perchè bisognerà aspettare l'esito dell'esame istologico».
fonte leggo

ginecologo hard scattava foto alle parti intime delle sue pazienti

BERLINO - Aveva oltre 35mila files, tra foto e video, scattati e girati all'insaputa di duemila delle sue tante pazienti. Per questo 'vizietto', che andava avanti da parecchi anni, un ginecologo tedesco, Joachim K., è stato denunciato e verrà sottoposto a processo. 
La notizia, raccontata dall'agenzia DPA, ha scioccato l'opinione pubblica tedesca. Il medico, che operava in Renania, a Shifferstadt, è stato denunciato da circa 700 delle sue pazienti: foto e video erano girate grazie a telecamere nascoste piazzate nel suo studio. Joachim K. è stato denunciato per violazione dei più personali ambiti della vita privata attraverso l'acquisizione di immagini, ha spiegato alla bild il procuratore Lothar Liebig.
fonte leggo

la moglie di un imprenditore si impicca per la CRISI



VICENZA - La moglie di un imprenditore edile, una donna di 51 anni, è stata trovata morta stamani a Grumolo delle Abbadesse (Vicenza): si è impiccata ad un'altalena, probabilmente anche a causa delle difficoltà economiche della ditta del marito. I carabinieri hanno trovato uno scritto nel quale la donna ha spiegato il suo gesto, genericamente, con le difficoltà della vita. È stato poi il marito, proprietario di una piccola impresa edile, a raccontare ai militari che nell'ultimo periodo la donna era preoccupata per la crisi e le difficoltà finanziarie della sua azienda. La notte scorsa la signora è uscita di casa senza svegliare il marito e le tre figlie, di 24, 20 e 4 anni. Secondo la ricostruzione dei militari, ha quindi lanciato una corda attorno al sostegno dell'altalena nel giardino della sua abitazione di Grumolo, in via Roma, e si è impiccata. Quando il marito l'ha trovata, alle 7.30 di oggi, ha chiamato i soccorsi, ma non c'era più nulla da fare
fonte leggo
.

vendevano neonati a coppie sterili...arrestati 2 bulgari e un italiano


Partoriti da giovanissime ragazze bulgare e poi falsamente riconosciuti da un «padre» italiano

MILANO Una coppia di bulgari e un italiano sono stati arrestati con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata all'alterazione dello stato civile di due neonati.
GIOVANISSIME RAGAZZE Lo rendono noto i Carabinieri di Mondragone (Caserta), coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Caputa Vetere che hanno indagato sulla vendita di due neonati, partoriti in Italia - riferisce un comunicato - da giovanissime ragazze bulgare e poi falsamente riconosciuti da un «padre» italiano, marito di una coppia sterile
fonte corriere.it

vendevano neonati a coppie sterili...arrestati 2 bulgari e un italiano


Partoriti da giovanissime ragazze bulgare e poi falsamente riconosciuti da un «padre» italiano

MILANO Una coppia di bulgari e un italiano sono stati arrestati con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata all'alterazione dello stato civile di due neonati.
GIOVANISSIME RAGAZZE Lo rendono noto i Carabinieri di Mondragone (Caserta), coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Caputa Vetere che hanno indagato sulla vendita di due neonati, partoriti in Italia - riferisce un comunicato - da giovanissime ragazze bulgare e poi falsamente riconosciuti da un «padre» italiano, marito di una coppia sterile

tira una molotov al commissariato...voleva farsi arrestare per non vivere con sua madre

Preferiva il carcere alla convivenza forzata con la madre. Un pregiudicato di Torre Annunziata (Napoli) agli arresti domiciliari, Carmine Iervolino, 43 anni, ha lanciato una molotov contro il commissariato di polizia, dopo avere chiesto insistentemente ai poliziotti di poter cambiare domicilio.
IL RIFIUTO - Iervolino, che è un sorvegliato speciale di polizia, più volte denunciato per rapina, estorsione, ricettazione e spaccio di droga, si è recato sabato pomeriggio al commissariato di zona illustrando agli agenti i problemi di convivenza insorti con la madre. I poliziotti gli hanno spiegato che, per un eventuale cambio di domicilio, occorre presentare un'istanza al tribunale, ma l'uomo non ha voluto sentire ragioni e ha minacciato di tornare più tardi per fare valere le proprie ragioni. Poco prima delle 21 Iervolino ha lanciato una bottiglia molotov contro il portone dello stabile occupato dal commissariato di polizia, provocando un principio di incendio spento con l'intervento dei vigili del fuoco e l'aiuto del poliziotto di servizio che, udito un forte boato, ha dato l'allarme. Le immagini delle telecamere del Comune hanno consentito ai poliziotti di riconoscerlo e di bloccarlo poco dopo al Corso Umberto. Iervolino è stato arrestato per incendio doloso, danneggiamento aggravato e possesso di materiale infiammabile. Dovrà anche rispondere di violazione dell' obbligo di sorveglianza speciale e di minacce rivolte agli agenti che lo hanno arrestato.

Tutti senza credito ma tutti con l’iPhone. Ragazze disoccupate con le mani in testa e con le unghie rigorosamente ricostruite!!

L'importante non è essere alti, ma essere all'altezza..!!

Lettori fissi.

Google+ Badge