Cerca nel blog

...

giovedì 31 maggio 2012

AHAHAHA MA SE PO' METTERE UN CARTELLO COSI ?? evidentemente qualcuno l'ha FATTA TROPPO GROSSA!!!! AHAHAH

TERREMOTO, NELLE TENDOPOLI È EMERGENZA CALDO. E GLI ANIMALI RESTANO SENZA CIBO

Nelle cinque tendopoli di Finale Emilia, così come nelle altre tendopoli della Bassa allestite dopo i sisma del 20 e del 29 maggio, sta per scoppiare un'altra emergenza, quella del caldo. A Finale sono ospitate circa 2200 persone ma il sindaco Fernando Ferioli, accogliendo la proposta del prefetto Franco Gabrielli, invita le persone ad accettare l'ospitalità negli alberghi. «Quando arriveranno le ondate di calore che qui possono raggiungere i 40 gradi - ha detto Ferioli - nelle tende sarà impossibile stare e non potremo installare condizionatori perchè non abbiamo energia elettrica sufficiente».
 ANIMALI SENZA CIBO «Almeno il 20 per cento degli allevamenti colpiti non ha un'adeguata fornitura di cibo per gli animali» a causa del crollo dei magazzini con fieno e foraggi, mentre in alcune stalle «si attende la messa in sicurezza delle mucche che, scioccate dal sisma, si nascondono e passano intere notti insonni». Lo afferma la Coldiretti, stimando che nell'agroalimentare si sono avuti danni «per mezzo miliardo di euro, la maggioranza dei quali proprio a carico della filiera del latte». «Quasi un milione» le forme da 40 chili di grana e al parmigiano che sono crollate, sottolinea la Coldiretti che registra «un crollo della produzione di latte stimata superiore al 10-15% per lo stress provocato alle mucche». Molte le stalle che hanno subito danni ed «è stato necessario sfollare anche gli animali» spiega la Coldiretti. Un allevatore del mantovano spiega: «le mucche sono spaventate, continuano a non mangiare e non si muovono». Nella località di Medolla, secondo quanto riferisce la Coldiretti «sono crollati i magazzini di fieno con impianto fotovoltaico, i centri aziendali sono lesionati e c'è bisogno di container per le persone e gli animali». Mentre a Novi di Modena «sono andati giù capannoni di una corte di 550 anni, crollati fienile e magazzini con sotto fieno e mangimi e non si sa cosa dare da mangiare agli animali».
 SOCCORSI PER L'EMERGENZA VETERINARIA L'Enpa (Ente nazionale protezione animali) è pronto a inviare verso l'Emilia-Romagna 'Isottà, il mezzo di soccorso per le gravi emergenze veterinarie. «Una missione a 360° per supportare con cibo, medicinali e sostegno psicologico gli animali coinvolti nel sisma, vedendo a fianco dei veterinari la presenza anche di comportamentisti, fondamentali per aiutare gli animali a superare il trauma causato da questo terribile terremoto» dichiara Marco Bravi responsabile del servizio nazionale guardie zoofile Enpa. Per far fronte all'emergenza - si legge nella nota dell'Enpa - verranno allestiti dei presidi coordinati direttamente dal nucleo guardie zoofile di Bologna che, fin dalle prime ore del sisma, si è attivato efficacemente con l'aiuto di altri Nuclei italiani. Oltre alle cure di primo soccorso, grazie all'importante disponibilità offerta da professionisti (pubblici e privati), per aiutare i proprietari nella gestione degli animali è prevista la distribuzione gratuita di pet food, generosamente messo a disposizione da un'azienda produttrice di mangimi per animali. «Questo intervento - aggiunge Carla Rocchi presidente dell'Enpa - ci è stato fortemente richiesto da molte amministrazioni comunali consce di quanto sia prezioso, per persone scioccate da questa terribile calamità e private degli affetti, avere con sè il proprio animale d'affezione che, essendo parte integrante del nucleo famigliare, con il suo affetto e calore incondizionato, può aiutare a lenire un pò il lacerante dolore con cui sono costretti a convivere quotidianamente». L'esperienza in Abruzzo -cocnlude la nota - in cui Enpa, incaricata direttamente dal Servizio di Protezione Civile, aveva coordinato tutta l'attività a sostegno degli animali ha fatto sì che oggi possa partire tempestivamente con una task force in grado di portare un aiuto concreto.

fonte leggo

Terremoto, gli ESPERTO DELL' INGV fanno il punto DELLA SITUAZIONE!!!


EMILIA ROMAGNA / Il terremoto non dorme mai.
Settantasette le scosse registrate nelle ultime ore notturne dai sismografi della rete nazionale, di cui tre in particolare attorno ai 3 gradi della scala Richter.Per delimitare la zona di rischio, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia è impegnato ad elaborare dati sismici e geodetici. L’obiettivo è ottenere la localizzazione e le caratteristiche delle varie zone di faglia messe in movimento in questi ultimi giorni Da mercoledì sera, le scosse si sono concentrate prevalentemente entro quello che gli esperti chiamano “settore occidentale della struttura”, che tocca i comuni di Medolla, Camposanto, Mirandola, San Felice sul Panaroe Cavezzo.Questa zona, secondo gli ultimi dati, è stata la più colpita dal sisma del 29 maggio, ma la scossa più forte rilevata giovedì mattina verso le 6.30, di magnitudo 3.6, si è registrata nella “zona centrale”, dove si trova Finale Emilia, dove invece si è scatenato il primo terremoto il 20 maggio, con un’energia pari a 5.9 gradi Richter.

Sisma, ARRIVANO disdette da turisti CHE SFIGA!!!!


A causa del sisma cominciano ad arrivare le prime disdette da parte di turisti italiani e stranieri,non solo nelle zone colpite dal terremoto, ma in tutta la riviera romagnola, in località del Veneto e sul Lago di Como. Per evitare che la stagione estiva si trasformi in un disastro, l'Enit e il Dipartimento del turismo lanceranno una campagna straordinaria di informazione sui mercati esteri per dare notizie corrette. Da notare che hotel della costa accolgono già sfollati proprio perché non colpiti dal terremoto. 

FONTE INSTABLOG

ೋღ❤ Con questo fiore desidero augurarti un sereno Giovedi ❤ღೋ

 
♥❥❥══════♥❥❥═ ❤♥❥♥♥❥ℒℴνℯ ♥❥♥♥❥❤ ═ ♥❥❥══════❥♥❥

Scusate me cala la palpebra.....a domani miaooooooooooooooooo

NON CI POSSO CREDEREEE Cammello tenta di fare sesso con una donna e la UCCIDE


Tragedia in Australia. Una donna di 60 anni a Roma, nel Queensland, è stata uccisa da un cammello di 10 mesi che le era stato regalato. A quanto spiega la polizia, non senza un certo imbarazzo, l’incidente è stato dovuto all’eccitazione del cammello, che ha tentato di montare la donna, ma l’ha in questo modo uccisa calpestandole la testa e schiacciandola con il suo peso.’esperto di cammelli Chris Hill spiega che  “In genere i giovani cammelli non sono aggressivi, ma diventano pericolosi se sono trattati come animali di compagnia, senza una ferma disciplina”.Il cammello aveva già dato segni di una certa “focosità”, tentando in passato più volte di fare sesso con una capra, anch’essa di proprietà della donna, rischiando più volte di schiacciarla.

FONTE TG COM



Il presidente di una grande azienda cerca una SEGRETARIA secondo voi lei PUO' ANDARE?? AHAHAH

MA DAVVEROOOOOOOOOOO UFO in volo sopra l'Etna?

Un presunto UFO è stato segnalato dalla Sicilia e riguardano due foto, la prima è stata scattata nei pressi della centrale eolica di Sortino e la seconda invece sull’Etna.Secondo il testimone , le foto sono state scattate ad Agosto 2011. Questo il racconto di Alessandro che ha inviato qualche giorno fa alla redazione Segnidalcielo.a foto DSCN1701 e’ stata scattata nei pressi delle centrali eoliche di Sortino (ct) alle ore 11,00 circa nel mese di Agosto.  Il soggetto della fotografia era il panorama delle colline all’orizzonte con le pale eoliche, ma al momento dello scatto avverto il passaggio di un oggetto che rimane, casualmente, immortalato  nella foto. La foto  003 è stata scattata sull’ Etna lungo il sentiero natura del   Demanio forestale “Filiciusa-Milia  sempre nel mese di Agosto, guardando  l’etna in direzione  rifugio Sapienza .In questo caso, al momento dello scatto non ho notato nessun oggetto visibile, ma visualizzando la foto  al computer noto un oggetto apparentemente sferico.Difficile da capire, vista la bassa qualita delle immagini, cosa fosssero veramente quegli oggetti ripresi, ma secondo una prima analisi, la seconda foto sembra si tratti di UFO.
 FONTE NATURA

INCREDIBILEEEE Colpito alla testa da un proiettile, se ne accorge 5 anni DOPOO!


Un uomo polacco di 35 anni si è accorto di avere un proiettile calibro .22 conficcato in testa solo dopo 5 anni. Quando fu colpito, presumibilmente da una pallattola sparata in aria e poi rimbalzata contro la sua nuca, il giovane stava festeggiando il Capodanno del 2005."Stavo brindando con gli amici," ricorda, "quando ho avvertito il colpo ma non ci ho fatto molto caso."E, infatti, solo diversi anni dopo, recatosi da un medico per un gonfiore alla testa, è stata rilevata la presenza metallica conficcata nella corteccia ma mai penetrata oltre. L'uomo ora sta bene.

FONTE NOTIZIE PAZZE

AHAHAHAHA chissa' cosa ti COLPIRA' di questa foto ????

CAVOLOOOOO macchina che CAMMINA SU delle BOTTIGLIE !!!!

Lettori fissi.

Google+ Badge