Cerca nel blog

...

venerdì 8 giugno 2012

Uomo si lascia SFIGURARE da un tumore per FEDE

Jose Mestre, 51 enne, non è un mostro, ma il risultato di un tumore alla faccia non curato per anni a causa di una convinzione religiosa: è un testimone di Geova. Il tumore è apparso sul suo viso durate l’adolescenza.Ora i medici si trovano a dover curare una massa tumorale di circa 6kg di peso che occupa gran parte del volto, lasciando appena la possibilità di aprire la bocca e osservare il mondo.La massa tumorale l’ha reso cieco da un occhio, gli impedisce di mangiare normalmente e sta occludendo le vie aeree: uno dei più noti chirurghi facciali della Gran Bretagna ha proposto un trattamento.I medici, malgrado le apparenze, si dicono fiduciosi sulla buona riuscita dell’intervento che dovrebbe asportare l’ 80% circa del tumore.Mestre ha accettato questo intervento in quanto un chirurgo gli ha proposto di impiegare una nuova tecnica che impiega gli ultrasuoni per coagulare il sangue prima dell’operazione, evitando così un’igente perdita di sangue e successiva trasfusione di sangue, quest’ultima vietata dal credo religioso.Lo stesso chirurgo plastico, il dottor Hutchison, che parteciperà all’intervento ha affermato di non avere mai visto in vita o in letteratura una malformazione vascolare simile.Per evitare una trasfusione, Jose Mestre ha permesso ad un tumore apparso sul viso durante l’adolescenza di crescere: ora questo misura quasi 40 cm e l’ha completamente sfigurato.

ALLUCINANTEEE Corre per un attacco di claustrofobia, scambiato per SCIPPATORE AHAHAHAHA

Nel livornese un uomo, colto da un attacco di claustrofobia, e' sceso dal bus e ha cominciato a correre, tenendo stretta la sua borsa.I passanti, però, lo hanno scambiato per uno scippatore e, dopo averlo bloccato, hanno cercato di aggredirlo pesantemente.A fermarli sono stati prima due carabinieri in borghese e poi la polizia.E' stato lo stesso 'non scippatore' a raccontare cosa fosse successo: gli agenti hanno poi constatato che nella borsa c'erano i suoi documenti.Tutto bene... quel che finisce bene!.

FONTE CURIOSITA'

STORIA INCREDIBILE DI UN ''INFERMIERA'' CHE SEDUCEVA I VEDOVI !!




Di professione, faceva l'infermiera, ma aveva il "vizietto" di consolare un po' troppo bene i vedovi delle sue pazienti.
Sara Dale, 39enne di Norfolk, in Gran Bretagna, è stata licenziata dal Queen Elizabeth NHS Hospital di King's Lynn, a Norfolk, dopo aver avuto relazioni con i mariti di tre pazienti morte di tumore.Anche il suo attuale compagno e convivente, Stephen Ellis, 50 anni, è vedovo di sua moglie Mel, morta di cancro lo scorso anno."In molti sono rimasti scioccati quando hanno saputo ciò che ha fatto Sara - ha detto al Sun una fonte dell'ospedale - le infermiere della sua squadra fanno un lavoro eccezionale per dare supporto ai malati di tumore, giorno dopo giorno.Questo è solo un episodio. Sara era stimata da tutti".Il "vizietto" della 39enne è emerso grazie ad alcune lettere anonime, inviate all'ospedale, in cui si parlava della sua discutibile condotta professionale; il suo caso verrà ora valutato dal consiglio degli infermieri e la donna potrebbe non poter svolgere più quella che è la sua professione da tredici lunghi anni.

AzZ che BELLA COSA 'NA BICICLETTA CHE SI CREA tramide PC

Questa bicicletta è il primo oggetto al mondo ad essere creato stampato da un un computer che utilizza nuove tecnologie all’avanguardia.Il materiale utilizzato non è la carta ma il nylon.Tutte le strutture sono realizzate con strati di nylon fuso e sono forti come l’acciaio e l’alluminio ma pesano il 65% in meno.L’intera bici è stampata con pochi passaggi.Ovviamente l’intera tecnologia è stata studiata per realizzare oggetti dell’industria aerospaziale.

FONTE CURIOSITA'

Cina, bimbo SALVATO dalle sue orecchie a SVENTOLA

Quella che vi stiamo raccontando è una storia della serie “tutto è bene ciò che finisce bene”.
Un bambino in Cina si è salvato dalla morte quasi certa cadendo da un palazzo di otto piani, grazie alla sua testa rimasta, per fortuna, incastrata nella ringhiera di un balconcino Ming Ming, sei anni, si è incastrato nella grata del balconcino per le orecchie.E’ rimasto in sospeso per un paio di ore, in alto sopra la strada, tra il terrore dei passanti giù in basso che udivano le urla del povero bambino.I servizi di emergenza si sono precipitati per salvarlo, preoccupati che il peso del suo corpo potesse alla fine farlo scivolare attraverso le sbarre o indurlo a soffocare.Hanno usato un espansore di pressione idraulica per forzare le sbarre mentre sollevavano il bambino Ming Ming nell’appartamento della sua famiglia.Una grande folla, raccolta nella strada sottostante, alla fine ha esultato per il salvataggio.La madre alla fine dichiarerà che il bambino si era sporto dala finestra, mentre era alla ricerca del nonno, che l’aveva lasciato mentre dormiva per fare una commissione.Wang Shen portavoce dei vigili del fuoco ha affermato che si è trattato di un vero e proprio miracolo, “Avrebbe potuto cadere al suolo, o morire soffocato, in qualsiasi momento.”

FONTE CURIOSITA'

BELLISSIMEEE Le opere fantasiose di Ben Heine

In tutta la rete si parla di questo grande artista e delle sue opere particolari. Il suo nome è Ben Heine ed è un ragazzo di origine belga. Le opere stanno spopolando grazie ai suoi disegni che rappresentano un misto di fantasia e realtà. Guardate la galleria d'immagini qui sotto.L'idea di mischiare foto e disegni a matita piace un sacco alla gente e il risultato direi che è notevole. Non ci resta che ammirare le sue opere fantasiose.
 Ben ha fatto comunque molte altre opere, utilizzando stili diversi, dal cartonato alla fotografia. Per una panoramica completa potete andare direttamente nel suo sito ufficiale.Cosa ne pensate delle sue opere?

FONTE CURIOSITA'

ASSURDOOOO COLPITA da una Dislasia Fibrosa la fa assomigliare ad un AVATAR!!!

I genitori di una ragazza, alla quale è stato attribuito il soprannome di "Ragazza Avatar", hanno chiesto aiuto per salvare la loro figlia. La ragazza 22 enne si chiama Wu Xiaoyan, ed è stata colpita da una Dislasia Fibrosa.Una operazione migliorerebbe la situazione ma i suoi genitori non hanno abbastanza soldi per permettersi le spese mediche e hanno dovuto assistere impotenti al continuo peggioramento delle condizioni della figlia.Il dottor Liao Quiqing dell'ospedale di Lishui Zhejang nel sud della Cina, ha detto: "Wu non riesce più a respirare con il naso e anche gli occhi fanno sempre più fatica a vedere. La ragazza è molto coraggiosa, non si lamenta mai, ma siamo sicuri che i suoi dolori sono atroci"."Il tumore si è esteso per due terzi del volto, è necessario rimuoverlo e poi effettuare la chemioterapia e la radioterapia". Ma la famiglia che ha già speso 10.000 dollari per il trattamento non può permettersi l'extra di 20.000 dollari necessari per completare l'intervento.Tutti i membri della famiglia sono agricoltori e guadagnano poco più di 100 dollari al mese. Inoltre la madre è invalida dopo un ictus e il padre fa fatica a prendersi cura di lei e a continuare a guadagnarsi da vivere.Nel Film Avatar la spedizione era verso un mondo immaginario ma in questa storia si parla di vita reale.Un grande ammirazione per questa ragazza che, nonostante tutte le sofferenze, è una persona molto coraggiosa. Un esempio per tutti.

FONTE CURIOSITA'

INCREDIBILEEEE ragazza ALLERGICA all'acqua

Ashleigh Morris non può nuotare, nè farsi un bagno caldo, nè tantomeno una doccia rilassante dopo un intero giorno di stress: è allergica all'acqua.Da 5 anni infatti la pelle di Ashleigh, 19enne di Melbourne, Australia, non può (e non deve) venire in contatto con l’acqua a qualsiasi temperatura essa sia, pena i tipici sintomi da allergia quali rossore, gonfiore, prurito (che in seguito diventa dolore).Perfino il suo stesso sudore la fa stare male.Il sintomo che le provoca questa insolita (e infelice) reazione viene chiamato Aquagenic Urticaria, patologia talmente rara che i casi al mondo si contano sulle dita della mano.Ovviamente Ashleigh deve lavarsi, ma lo fa di rado e più rapidamente possibile: una sua doccia media non dura più di un minuto, per limitare i danni.Ha contratto la malattia in seguito ad una forte tonsillite: per guarirne le fu prescritta una potente dose di penicillina, potente al punto da avere un simile effetto collaterale.Il suo dermatologo, Rodney Sinclair, spiega come questa dose eccessiva le abbia alterato i livelli di istamina del corpo, portandola all'allergia.A causa del limitatissimo numero di casi riscontrati però, l’Aquagenic Urticaria è una malattia ad oggi del tutto sconosciuta, e di conseguenza non se ne conosce alcuna cura.Lontano dall’acqua Ashleigh appare come una ragazza in gamba e come ce ne sono tante: sta studiando giornalismo e pubbliche relazioni all'università, mantenendosi gli studi con un lavoro in ufficio.

FONTE CURIOSITA'

UN CASO RISOLTOOOO Bimba aveva 4 braccia e 4 gambe, ORA HA UNA VITA NORMALE!!!

Lakshmi Tatma, bambina di 4 anni è nata con quattro braccia e quattro gambe. La sua storia era stata seguita in tutto il mondo con curiosità e commozione, ed è finalmente giunto a conclusione il suo calvario.Due anni fa, la piccola Lakshmi fu sottoposta ad una delicatissima operazione da parte di 30 chirurghi, in una clinica privata di Narayana Health City, vicino a Bangalore, per separare da lei la gemella siamese "parassita" che non si è sviluppata completamente (le mancava infatti la testa), separare le colonne vertebrali e "riposizionare" gli organi genitali. Una operazione molto costosa (150.000 euro circa), i cui costi furono comunque sostenuti dall'ospedale, e che è andata benissimo. Ora Lakshmi ha una vita normale, va a scuola e fa sport.La bimba è nata nella povera regione indiana del Bihar, nel giorno in cui si celebra Vishnu, la divinità a quattro braccia.Proprio per questo in India, la storia di questa povera bimba è ritenuta un miracolo da alcuni, la reincarnazione della divinità indù Vishnu.Nessuno potrà mai dirci se questa bambina è effettivamente la reincarnazione della divinità indù Vishnu ma sicuramente, dal momento che vive sulla terrà, oggi potrà dire che vive una vita normale con due braccia e due gambe. ORA LA BIMBA STA BENE!!!!!


FONTE CURIOSITA'

CHE SCHIFOOOOO Iniezioni di botox a SETTE ANNI "Mia figlia sarà una star"

Per una bimba di sette anni pasticciarsi il viso col mascara o il rossetto della mamma è un gioco innocente, un sogno senza macchia da futura principessa. Per la piccola Bree l’età dei giochi invece è finita da tempo, da quando la sua mamma ha deciso di farne una piccola stella dello star system. Mentre le sue coetanee truccano e pettinano le Barbie, Bree ogni due mesi si sottopone a sedute per iniezioni di botox e filler eseguite dalla sua mamma.Questa storia folle, di abuso e mania nei confronti di questa bambina, è raccontata in esclusiva sulle pagine del quotidiano inglese The Sun. Sharon Evans, la mamma single di 33 anni di Bree originaria di Wes London, non ha dubbi: la figlia deve diventare senza se e senza ma come Willow Smith, la baby star figlia dell’attore di Hollywood Will Smith e Jada Pinkett.Sharon tempo fa seguì un corso per estetisti e così ogni due mesi interviene sul faccino di sua figlia con iniezioni di botox e filler, ma ancor peggio, guardando le fotografie di Bree si scorge che le sopraciglia hanno un non so che di artificiale. Non è un’illusione perché le sopraciglia di Bree non sono reali, ma tatuate dalla madre che a sua volta ha appreso la tecnica da un ex fidanzato che di professione faceva il tatuatore.Ora mamma e figlia vivono a San Diego in California perché il futuro della piccola Bree deve essere da super star e stando a quando sostiene Sharon : “quello che sto facendo per mia figlia la aiuterà per i concorsi di bellezza in futuro, perché se vuoi contare prima bisogna avere un bell’aspetto”. Prima di passare al fai da te sul viso della figlia, la donna ha contattato ben 15 medici che si sono rifiutati considerata la giovane età della bambina.Inoltre in Usa e Gran Bretagna non ci sono restrizioni per l’acquisto e l’utilizzo del botulino, così è bastato accedere a internet e con 250 Sterline si è impossessata di 2 ml di soluzione. In questa storia di follia, è curioso sapere cosa ne pensa la piccola Bree: “A scuola tutti mi dicono che è sbagliato fare queste cose, ma in realtà parlano così perché sono solo invidiosi”. Un applauso alla madre.

FONTE CURIOSITA'

ALLUCINANTEEEE Uomo nato con due PENI FUNZIONANTI


E’ una rara malformazione, definita diphallus, che significa letteralmente pene doppio. A soffrirne, se mai ne abbia sofferto, un giovane cinese di Guangzhou, città costiera a sud dello stato.Il protagonista di questo curioso caso si chiama Ang Qiang, nato con due organi sessuali perfettamente funzionanti e della stessa dimensione. All’età di ventitré anni, però, ha deciso di sottoporsi ad una delicata operazione chirurgica, per amputare uno dei due peni.Il motivo principale risiede nella sua vita sessuale, la fidanzata, infatti, anche se lo ha conosciuto doppiamente dotato, ha preferito un’intimità più normale, spingendo poi Ang all’intervento. L’uomo racconta così la sua scelta: “Quando abbiamo iniziato a uscire era strabiliata dalla mia doppia dotazione, ma con l'andare del tempo ha deciso che la cosa era troppo raccapricciante”.

FONTE SCUOLAZOOO

ALLUCINANTEEEE L'UOMO CHE NON ESCE MAI DI CASA !!!!!


Jack Taylor, 55 anni, ex-guardia di sicurezza, passa davvero molto tempo nel suo ambiente domestico... L'ultima volta che e' uscito di casa risale a 25 anni fa. L'uomo ha rinunciato al contatto col mondo esterno a causa di alcune tragedie personali. Taylor, che da 7 anni ha una relazione sentimentale con una donna e ama giocare i nipoti, ha affermato: "puo' darsi che io esca ancora, magari per il mio compleanno". Ma per ora nessuno riesce a convincerlo a mettere il naso fuori dalla sua abitazione.

FONTE ITALYSOFT

MAMMA MIA CHE STORIA.... '' VIVE PER 40 ANNI CON UN FETO NEL VENTRE''.



Per 40 anni una donna colombiana ha tenuto nel ventre un feto senza che nè lei nè i medici, nonostante le periodiche visite, se ne fossero mai accorti. Lo sconcertante particolare è stato rivelato oggi dal dottor Alberto Gutierrez, che ha sottoposto la donna - che ha 72 anni e di cui non è stata fornita l'identità - a specifici esami ecografici e del sangue.
Questo dopo che la stessa aveva cominciato ad accusare forti dolori al ventre e la sensazione di avere una «palla dura» nella pancia. Le analisi hanno individuato un feto mai espulso e ormai pietrificato, frutto di una gravidanza di cui la donna non è mai venuta a conoscenza. La signora colombiana, che vive in una povera zona rurale, è stata sottoposta ad intervento chirurgico ed è ora convalescente ad Ibague, capitale dello stato colombiano di Tolima.

Se la scritta vuoi leggere la FOTO DEVI CLICCARE...

Napolitano: 'Darò sveglia a chi vi dimentica'

Un decreto legge firmato a tempo di record, anzi "a occhi chiusi", per far ripartire l'economia, riaprire le fabbriche e riportare i campanili dell'Emilia all'antico splendore. Il tutto 'blindato' con la garanzia che il Quirinale vigilerà anche dopo, una volta finita l'emergenza, pronto "a dare una sveglia" a quanti fossero colti da improvvisa amnesia sui "doveri di uno Stato che si rispetti" verso chi soffre. Ecco gli impegni del presidente della Repubblica per le popolazioni colpite dal terremoto al termine di una lunga e commovente visita nell'area. Un tour partito dall'ufficialità di Bologna, dove ha incontrato le istituzioni locali, e terminata in un bagno di folla tra Mirandola, Crevalcore e sant'Agostino, tre dei comuni più colpiti dalla violenza del sisma. Solo qualche fischio isolato di uno sparuto gruppetto di un centro sociale a Mirandola che contestava più il ruolo delle banche che quello del presidente. Una visita che se da un lato ha commosso il capo dello stato, dall'altro gli ha regalato un mare di applausi, centinaia e centinaia di mani da stringere e soprattutto gli ha dato la certezza che la "forza serena", scevra di "nervosismi" della gente d'Emilia è una garanzia di vittoria per una rapida ricostruzione."Non ho dubbi che l'Emilia risorgerà", ha ripetuto come un mantra Napolitano spiegando alla gente che il decreto firmato ieri sera - cioé "non appena" giunto sul suo tavolo - sarà "utile" visto che contiene "norme efficaci e buoni elementi per far ripartire con la sicurezza indispensabile l'attività imprenditoriale". Già, perché, se Napolitano è rimasto colpito dalle chiese e dai campanili distrutti visti dall'elicottero che lo ha spostato nei centri del terremoto, nessuno può ignorare che il sisma ha bloccato un buon pezzo dell'economia italiana: la serie infinita di scosse che si susseguono, che hanno spinto la gente ad alzare tende di fortuna nei giardini, a chiudere interi centri storici, ha messo in ginocchio proprio uno dei settori industriali più avanzati d'Italia. Ecco quindi che il presidente garantisce ai presidenti delle regioni interessate, ai sindaci, a tutti i cittadini che "le fabbriche saranno rialzate", che il "miracolo" compiuto sulla basilica di san Francesco d'Assisi si ripeterà. E che nessuno si deve più permettere di "speculare" sul dolore del terremoto, sulla morte e sulla distruzione, aggiunge con il pensiero rivolto alle polemiche ed alle assenze che lo hanno ferito durante le celebrazioni della festa della Repubblica solo pochi giorni fa."Ho sentito giorni fa un po' di cattivo odore di speculazione politica sulla vicenda del terremoto. Di questo non ne vogliamo sapere", ha detto seccamente Napolitano. Ma restano le vittime, il dolore dei familiari, la paura a rientrare nei posti di lavoro. "E' vero", conferma Napolitano, "i terremoti non si possono prevedere, ma la prevenzione è un dovere". "Abbiamo delle vittime da piangere, e non sono poche, hanno pagato con la vita certe circostanze. Essere schiacciati dalle mura del luogo dove si lavora è spettacolo che ferisce. E' un problema che dobbiamo affrontare". E si deve partire proprio rivedendo "il piano di sicurezza nazionale" che evidentemente ha delle lacune. Bisogna soprattutto "ricalibrare" la mappa sismica della Penisola.

FONTE  ANSA

Libia SEQUESTRA 3 pescherecci ITALIANI

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) - Tre motopesca della flotta di Mazara del Vallo sono stati sequestrati in serata dalla motovedette libiche. Secondo le prime informazioni comunicate via radio al momento del sequestro si trovavano tra le 30 e le 50 miglia dalla costa di Bengasi, il porto in cui sarebbero stati dirottati. A bordo dei tre pescherecci si dovrebbero trovare, una ventina di marittimi. Non sono stati sparati colpi di arma da fuoco, ma i militari libici sarebbero saliti a bordo.

FONTE CORRIERE DELLA SERA

Conversano, CROLLANO due palazzine Tre MORTI, c'è anche un bimbo di 18 mesi

Tre morti nel crollo di due palazzine a Conversano, vicino a Bari. I corpi della famigliola italo-olandese, fra cui un bambino di 18 mesi, dispersi dopo il crollo a Conversano sono stati trovati sotto le macerie. Le tre vittime indossavano il pigiama e, secondo la ricostruzione fornita dai soccorritori, si trovavano in cucina al momento del crollo. Due le persone che sono estate estratte vive dalle macerie. Al momento si registrano dieci feriti: tra loro anche un bambino. Il crollo è avvenuto per una fuga di gas in via Zingari.La famiglia olandese. Risiedevano ad Harlingen, in Olanda, dove gestivano una pizzeria, i tre componenti della famiglia olandese sepolta sotto le macerie. Secondo notizie non confermate ufficialmente i tre sono Bernardo Vitto, nativo di Conversano, la moglie Welmoedh e il figlioletto Gianni Angelo di 18. La famiglia era giunta a Conversano un paio di giorni fa per qualche giorno di vacanza: stamane a lungo si è sperato che, al momento del crollo, fossero già usciti di casa per andare al mare, speranza che però ha cominciato ad affievolirsi dopo che è stata vista la loro auto parcheggiata nelle vicinanze e dopo che, a lungo, si è fatto squillare il telefonino dell'uomo, senza che ci fosse risposta. Cinquanta sfollati. Si è intanto appreso che sono una cinquantina le persone rimaste per il momento senza casa perchè sono state sgomberate case vicine alle palazzine crollate. I feriti per ora sono una decina, in condizioni non gravi: tra loro un bambino molto piccolo, per il resto per lo più passanti che in quel momento camminavano in quel tratto di strada e vicini che abitavano a pochi metri dall'esplosione. I tecnici della società che gestisce l'alimentazione del gas cittadino hanno chiuso le condutture principali del gas per evitare fughe. In tutto il quartiere si avverte un odore acre di gas metano.Sgomberata un'altra palazzina. I soccorritori hanno fermato i mezzi e chiesto assoluto silenzio nel centro storico per capire se facendo il numero telefonico dell'uomo si sentano gli squilli del cellulare provenire da sotto le macerie. Nell'area antistante le macerie è stata anche portata una barella. Al lavoro ci sono anche unità cinofile con cani addestrati nel soccorso. Qualche altra palazzina nel centro storico pare sia pericolante ed è stata fatta sgomberare. Si sta valutando se deve essere abbattuta per evitare pericoli per i soccorritori.

FONTE IL MATTINO

Lettori fissi.

Google+ Badge