Cerca nel blog

...

domenica 10 giugno 2012

INCREDIBILEEEEEEEEEEEE questa nuvola ROSA

 FONTE dell'immagine supereredo

Mizzica che LUNGO che seiiiiiiiiiiiiii AHAHAHAHHAHAH

Che IMPRESSIONE vedere un albero dalle sembianze UMANE!!!!! MAH



FONTE immagine supereredo

AHAHAHAH TROPPO FORTEE STO MODELLO DI MOTOSCAFO!!!

Benzina addosso alla ex arrestato per tentato omicidio

 Dramma a Reggio Calabria. Lasciato dalla sua ragazza, un giovane di 21 anni ha tentato di ucciderla, cercando di appiccare il fuoco dal finestrino della sua auto. L'accusa è tentato omicidio per futili motivi  A cercato di dare fuoco all'ex fidanzata perché non accettava la fine della loro relazione. Valerio Pennestrì, 21 anni, è finito in manette per tentato omicidio nei confronti dell'ex fidanzata. A bordo di uno scooter, il giovane ha raggiunto l'automobile sulla quale viaggiava la donna intimandole di fermarsi. Prima le ha lanciato nell'abitacolo del finestrino un recipiente di benzina da 3 litri, poi ha estratto un accendino, nel tentativo di appiccare il fuoco. L'intento non è riuscito solo grazie al malfunzionamento dell'accendino. Sul posto sono giunti i poliziotti che hanno arrestato il giovane con l'accusa di tentato omicidio con l'aggravante della premeditazione e dei futili motivi.



fonte la repubblica

Terremoti in Turchia, Grecia ed Egitto Paura sulle coste e a Sharm el Sheik

Scossa di magnitudo 6,1 con epicentro a Oludeniz, ma avvertita anche ad Izmir e Antalya. Anche l'isola di Rodi ha tremato, magnitudo 5,8. E la celebre località balneare egiziana è stata colpita da una scossa di magnitudo 4,1Scosse di terremoto si sono avvertite oggi in Turchia, Grecia e a Sharm el Sheik, in Egitto. In Turchia una scossa di magnitudo 6.1 è stata avvertita nella zona sudoccidentale del Paese, ha riferito il centro sismologico dell'Osservatorio Kandilli, precisando che l'epicentro è stato registrato al largo della nota meta turistica di Oludeniz, sulla costa dell'Egeo. Secondo la tv di Stato turca alcune persone sono rimaste ferite nelle scene di panico seguite al sisma. Il primo terremoto è stato seguito da alcune scosse di assestamento di magnitudo 6.0 e 4.9. La scossa è stata avvertita anche a Izmir e Antalya.La scossa è stata avvertita anche in Grecia, con magnitudo 5.8, ed ha colpito l'isola di Rodi alle 15.44 ora locale (le 14.44 in Italia), riferisce l'Istituto di geodinamica di Atene. Al momento non si hanno notizie di feriti o danni: l'epicentro è stato individuato nel mar Egeo a 37 chilometri di profondità.Un'altra celebre località balneare è stata colpita dal terremoto, in Egitto. Un sisma di magnitudo 4,1 è
stato registrato alle 11.30 di questa mattina al largo di Sharm el Sheikh. Non vi sono stati danni nè vittime, ha riferito l'agenzia Mena. L'epicentro è stato localizzato dalla Rete sismica nazionale a 22 chilometri dalla località turistica egiziana e a una profondità di 12 chilometri

 

fonte la repubblica

Terremoto, Maiani: «C’è il pericolo che il sisma si estenda»

«La nostra non è stata una previsione di un nuovo terremoto: abbiamo espresso le nostre valutazioni scientifiche scaturite dall’analisi dei fenomeni in corso e delle strutture geologichecoinvolte. Apprezzo molto la trasparenza e la serietà con la quale il Governo ha deciso di renderlo pubblico». Per Luciano Maiani, presidente della nuova Commissione Grandi Rischi, le polemiche suscitate dalla pubblicazione della sintesi del rapporto della commissione, non hanno fondamento.Cosa c’è scritto nel documento?
«Intanto abbiamo escluso, ancora una volta, che ad oggi esista un metodo, scientificamente validato, che permetta di fare previsioni sui terremoti. E abbiamo fornito degli orientamenti in merito alla possibile evoluzione del terremoto in atto».Che differenza c’è tra previsioni e orientamenti evolutivi?
«Che le prime non si possono fare e invece i secondi si. Mi spiego meglio. Noi non possiamo sapere se ci sarà una nuova scossa né possiamo dire dove e nemmeno quando. Pero’ non siamo nemmeno così ciechi davanti a questo terremoto e qualche cosa, nel merito della sua potenziale – ripeto, potenziale – evoluzione, la possiamo dire».Che significa?
«In questi anni la comunità scientifica ha accumulato molte informazioni in merito alle strutture nascoste nel sottosuolo e alle dinamiche con cui i terremoti si manifestano. Si tratta di informazioni che ci permettono di fare alcune valutazioni che possono aiutare molto a gestire l’emergenza in atto, ma soprattutto a prevenire i danni di altre che arriveranno in futuro. In questo caso non mi riferisco all’Emilia, ma all’intero paese, che sappiamo tutti essere particolarmente esposto a rischi di catastrofi naturali di vario genere».Cosa è emerso da queste valutazioni?
«Che il terremoto dell’Emilia ha interessato una struttura sismica lunga circa 45 chilometri tra Ferrara e Mirandola. Che le due scosse più importanti si sono verificate nel settore centrale e in quello occidentale di questa lunga faglia. Altro elemento che abbiamo constatato è che l’attività sismica in questi due settori della faglia – da Finale Emilia a Mirandola - si sta riducendo».Che altro?
«Abbiamo valutato che, nel caso in cui dovesse esserci nella zona una ripresa dell’attività sismica nella zona, è significativa la probabilità che si attivi il segmento compreso tra Finale Emilia e Ferrara con eventi paragonabili ai maggiori eventi registrati nella sequenza e cioè di magnitudo di circa sei. Inoltre, anche se con minore probabilità, abbiamo spiegato che non si puo’ escludere che l’attività sismica si possa estendere ad aree limitrofe a quelle attivate fino ad ora». Come per esempio quella di ieri notte tra Pordenone e Belluno?
«No, non credo che si tratti di eventi collegabili tra loro».
Cosa dobbiamo fare ancora?
«Imparare a tener conto delle indicazioni che vengono dal mondo della scienza. Quell’area, diversamente da quanto ritenuto fino ad oggi, era già stata classificata come area sismica. Trovo significativo che la maggior parte dei decessi sia avvenuta all’interno di capannoni industriali che non hanno resistito. Forse varrebbe la pena pensare ad un adeguamento complessivo delle strutture e alla loro messa in sicurezza».

fonte il messaggero

Spagna-Italia 1-1 Fabregas replica a Di Natale

talia e Spagna hanno pareggiato 1-1 (0-0) nel match d'esordio del Gruppo C di Euro 2012 L'Italia è passata in vantaggio contro la Spagna al 15' del secondo tempo del match d'esordio del Gruppo C di Euro 2012. La rete è stata segnata da Totò Di Natale, appena entrato al posto di Mario Balotelli.Pareggio della Spagna al 19' del secondo tempo con Fabregas, nella partita d'esordio del Gruppo C di Euro 2012 contro l'Italia.Giovinco per Cassano, nella Spagna Torres per Fabregas.Buffon ha salvato su Torres lanciato in contropiede.Al'86' Torres ha sbagliato il pallonetto-vittoria da fuori area.Italia e Spagna hanno chiuso sullo 0-0 il primo tempo del match d'esordio del gruppo C di Euro 2012.L'Italia ha sfiorato il gol in chiusura di primo tempo con Thiago Motta che ha girato di testaun cross di Cassano. Parata di Casillas in tuffo.Giaccherini tra gli undici azzurri titolari per l'esordio all'europeo con la Spagna. La conferma ufficiale arriva dalle formazioni consegnate all'arbitro. Anche Thiago Motta entra nel centrocampo titolare. Sorpresa invece nella formazione spagnola: Del Bosque lascia in panchina Fernando Torres, ma anche Negredo. Per la linea d'attacco si affida Silva, Fabregas e Iniesta.WALESA E NAPOLITANO, TRIBUNA SUPER ITALIA-SPAGNA -  Tribuna d'onore dello stadio di Danzica piena di Vip e capi di Stato per Italia-Spagna. I primi ad arrivare, un'ora prima della partita, sono stati José Mourinho (con il suo agente Jorge Mendes) e Fabio Capello; così come la coppia di ex juventini Platini-Boniek, entrati sorridenti ma senza dire una parola. Alle 17.10 si presenta il Presidente polacco Broniskan Koworowski, circondato da teste di cuoio e uomini della sicurezza.Tredici minuti dopo, scortato da quattro auto, tocca al Premier spagnolo Mariano Rajoy, che fa un cenno di saluto ai reporter del suo paese che cercano di agganciarlo. In contemporanea esce da un'altra auto Lech Walesa, e fra il gruppo di steward, poliziotti ed inservienti che stazionano davanti all'entrata c'é come un fremito: in molti vanno a stringere la mano all'ex leader di Solidarnosc.Poi si bloccano per capire chi sia la persona che sta arrivando quasi in contemporanea e che loro non riconoscono: è il presidente del Parma Tommaso Ghirardi, che quindi si incrocia con un personaggio che fa parte della storia del Novecento. A mezz'ora esatta dall'inizio arrivano il Principe Felipe di Borbone e la moglie Letizia. Vorrebbero andare a parlare con i reporter spagnoli, ma gli uomini della sicurezza fanno capire che non è il caso. Alle 17.41 si appalesa un'auto battente bandiera italiana: a bordo c'é il presidente Napolitano, che si presenta quindi per ultimo ma va subito a prendere posto. Italia-Spagna può cominciare.
ITALIA-SPAGNA; FISCHI IBERICI A INNO MAMELI - Una forte bordata di fischi si è alzata dalla curva dei tifosi spagnoli quando è stato intonato l'Inno di Mameli, con Italia e Spagna schierate sul campo.I fischi poi sono stati coperti dalle note diffuse dall'altoparlnate e a quel punto si sono fermati. Quando poi è iniziato l'inno spagnolo, nessuna manifestazione di dissenso dal pubblico italiano, mentre gli oltre 10 mila tifosi in maglia 'roja' l'hanno cantato per tutto il tempo.

fonte ansa

Notizie dell'evento in Grecia e Turchia registrato oggi sul sismografo

E' di 1 morto e 60 feriti il bilancio provvisorio del sisma di 6.0 gradi di magnitudo che ha colpito oggi la provincia mediterranea turca di Mugla. Il responsabile provinciale della Sanita' Cihan Teklin ha precisato che ''secondo le informazioni raccolte 59 concittadini si sono presentati negli ospedali dopo il terremoto , 54 dei quali a Fethiye.
Per il momento si registra una vittima, nel piccolo villaggio di Archangelos. Si tratta di un donna di 56 anni che al momento del terremoto si trovava sulle scale di casa. Mentre fuggiva, ha battuto la testa ed è morta.


fonte informazioni eventi sismici

NOT DISTURB oggi RELAX in spiaggia (◑‿◐)

———–__——-OK——–__
———-(–|——————|–)
—–____\–\—————–/–/_____
-(____ _)—-\————–/—-(______)
-(_____ )— _)__(-̮̮̃•̃)__(_—(______)
-(__ ___)—–)—-█ —-(—–(_ ____)
—(_____) __/—_/\_—-\__ (_____)

Che oggi sia una GIOIOSA Domenica....per TE che passi da me... ❤‿❤

 
♥❥❥══════♥❥❥═ ❤♥❥♥♥❥ℒℴνℯ ♥❥♥♥❥❤ ═ ♥❥❥══════❥♥❥

ANNUNCIO LAVORO : Lavorare alla Rinascente, dove inviare il curriculum?

Grande marchio italiano presente in tutta Italia, la Rinascente ha sempre solleticato le fantasie dei giovani alla ricerca di lavoro. Sarà per l’ambiente pacato, per i prodotti distribuiti, per la location: lavorare alla Rinascente potenzialmente interessa a chiunque, e anche in questo periodo di relativa calma lavorativa, pare che il brand sia alla ricerca di nuovi giovani da formare e, ci si augura, da inserire successivamente.Le strade per inviare il proprio curriculum alla Rinascente sono principalmente 3:portare il cv con tanto di lettera di presentazione a mano presso un punto vendita; inviare la propria candidatura spontanea visitando il sito Rinascente.it;candidarsi ad una delle posizioni aperte presenti nel sito Rinascente.it.
 Dando uno sguardo si nota subito che la Rinascente ad oggi è alla ricerca di personale presso il punto vendita di Milano Duomo. Nello specifico si cerca personale da inserire presso il bar c/o la Rinascente di Milano Duomo per una riorganizzazione della struttura. La ricerca è rivolta a giovani dinamici e con voglia di fare, con un minimo di esperienza nel settore e con forte predisposizione al servizio al cliente. Indispensabile la disponibilità a lavorare nei week end e su turni.
Si potrà partecipare inoltre ad almeno tre stage:
stage addetto amministrativo a Firenze;
stage assistente alla vendita in tutti i punti vendita;
stage in visual marchandising per tutti i punti vendita.

fonte dell'annuncio worky

ANNUNCIO LAVORO : Carpisa: nuove opportunità di lavoro

Il marchio conosciuto in tutta Italia è apprezzato in oltre trentacinque paesi e specie durante la bella stagione che avanza è alla ricerca di nuovi dipendenti da inserire nelle più svariate posizioni. Scopriamole insieme.
 store manager per il punto vendita di Brescia, di Roma, di Milano, di Rozzano e di Venezia. A questi profili  è richiesta una costante consulenza commerciale in relazione alle vendite e alla gestione del personale;
 receptionist a Nola, che si occuperà di tutte le chiamate in entrata ed in uscita;
addetti vendita per Venezia, ai quali è richiesta un’ottima capacità di relazionarsi con il pubblico;
progettista valigeria per Nola, chiamato a progettare una nuova linea di valigeria da associare a quelle già esistenti;
stage ufficio tecnico e produzione a Nola per una formazione a cinque stelle nell’ambito della progettazione e della qualità del prodotto;
 responsabile ufficio tecnico in Cina che si occuperà delle verifiche tecniche e qualitative relative ai progetti che precedono la produzione. Indispensabile l’ottima conoscenza dell’inglese.
 Per inviare la propria candidatura è indispensabile iscriversi al sito, operazione che richiede davvero pochissimi secondi.

fonte worky

Magnitudo(Ml) 2.1 - EMILIA-ROMAGNA - MODENA 10/06/2012 05:14:27 (italiana)

Magnitudo(Ml) 2.1
Profondità 13.7 km 
Distretto sismico Pianura_padana_emiliana
ZONE CHE HANNO SENTITO IL TERREMOTO :
 CAMPOSANTO (MO)
MEDOLLA (MO)
SAN FELICE SUL PANARO (MO


POTREBBERO AVERLO SENTITO ANCHE QUI :
  MAGNACAVALLO (MN)
POGGIO RUSCO (MN)
SAN GIACOMO DELLE SEGNATE (MN)
SAN GIOVANNI DEL DOSSO (MN)
SCHIVENOGLIA (MN)
VILLA POMA (MN)
BASTIGLIA (MO)
BOMPORTO (MO)
CAVEZZO (MO)
CONCORDIA SULLA SECCHIA (MO)
FINALE EMILIA (MO)
MIRANDOLA (MO)
RAVARINO (MO)
SAN POSSIDONIO (MO)
SAN PROSPERO (MO)
CREVALCORE (BO)
PIEVE DI CENTO (BO)
SANT'AGATA BOLOGNESE (BO)
CENTO (FE)


FONTE ingv

Facebook, un mobile app store l'obiettivo è il telefono social

N PRINCIPIO saranno seicento. E' questo il numero delle applicazioni previste per il lancio dell'App Center targato Facebook. Angry Birds, Instagram, Pinterest, Nike+. E tante altre. Il social network di Mark Zuckerberg entra da par suo nel mondo delle App. E prepara la sfida ai padroni incontrastati del settore: Google Play e iTunes Store. Certo, inizialmente il "Centro" sarà solo una vetrina per scegliere le applicazioni preferite. Poi inizierà la produzione in proprio, e qui c'è da aspettarsi sorprese. L'annuncio è stato dato ieri notte a San Francisco. Le possibilità di crescere sono alte: nel mondo, gli utenti "mobili" di Facebook sono quasi 500 milioni. La novità arriva a poche settimane dalla quotazione in borsa 2 della creatura di Zuckerberg. Una nuova fase della vita del social network più diffuso sul pianeta che sta dando non poche preoccupazioni e che potrebbe ricevere nuovo slancio proprio dall'ingresso nel campo delle applicazioni. Lo stesso Zuckenberg, infatti, aveva annunciato ai suoi azionisti che il "mobile" sarebbe stata una delle priorità per la compagnia californiana nel 2012. A prestar fede ai rumors in rete, la nascita del negozio virtuale di Facebook non è che il primo passo verso la realizzazione del primo smarthphone ideato e costruito dal social di Menlo Park 3.Per Douglas Purdy, che coordina i progetti di sviluppo della società, "l'App Center rappresenta una nuova strada per gli utenti per andare alla scoperta di applicazioni". Ci sarà da lavorare anche per gli sviluppatori: Facebook offre una platea di 900 milioni di persone: tanti sono, infatti, gli utenti del social network che già frequentano l'Apple Store e Google Play."Social" sarà anche il modo per selezionare il software da scaricare. "Lo store conterrà solo apps di qualità, basate sul feedback degli utenti", si legge sul profilo ufficiale della società. Inoltre, la caratteristica del servizio non sarà solo quella improntata alla distribuzione e tanto meno relativa alla sola vendita di contenuti o servizi digitali. A Menlo Park si punta sulla possibilità di indirizzare l'utente verso i luoghi più frequentati da chi ha in tasca uno smartphone o un tablet. L'App Center diventerebbe quindi una vetrina attraverso cui scegliere l'app più congeniale alle proprie esigenze.L'App Center, per ora è utilizzabile solo dall'8% degli utenti statunitensi. Non solo una prova generale prima del debutto globale. Ma un vero e proprio studio di mercato per capire come rendere più forte, e fruttuoso, il legame tra i "comportamenti social" degli utenti e i contenuti consigliati dallo Store: in base ai comportamenti di ognuno, Facebook mostrerà le potenziali app preferite. E in base a quella selezionata selezionata vi dirotterà sull'Apple Store o su Google Play, a seconda del device utilizzato.

fonte la repubblica

Imu, nessuna proroga si PAGA il 18 giugno

La prima rata del pagamento dell'Imu è fissata per il 18 giugno. Non ci sarà quindi alcuna proroga. Lo dichiara una nota del ministero dell'Economia, così come ha anticipato il vice ministro per l'Economia, Vittorio Grilli, intervenendo al convegno dei giovani di Confindustria di Santa Margherita Ligure. Ai cronisti che gli chiedevano se ci fosse spazio per una proroga, Grilli ha ribadito: "Ciò che dovevamo fare lo abbiamo fatto. Non capisco la domanda, siamo intervenuti".Slittano invece le scadenze per gli studi di settore. Nella nota il ministero dell'economia riporta il decreto del presidente del consiglio dei ministri che, in analogia a quanto disposto per l'anno scorso, dispone il differimento dei termini di effettuazione dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni fiscali anche per l'anno 2012. Nel dettaglio il provvedimento stabilisce che "le persone fisiche ed i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, tenuti ad effettuare, entro il 18 giugno 2012, i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive e dalla dichiarazione unificata annuale (che comprende anche i versamenti previsti per la cedolare secca sugli affitti) possono effettuare i predetti versamenti entro il 9 luglio, senza alcuna maggiorazione"Per chi presenterà le dichiarazioni  dal 10 luglio al 20 agosto è prevista una maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Il differimento dei termini dei versamenti, conclude la nota, è stato introdotto "al fine di consentire il corretto svolgimento degli adempimenti connessi alla predisposizione delle dichiarazioni e alla definizione dei versamenti nonchè il superamento di talune criticità operative riscontrate da parte dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore".Sul fronte politico a scendere in campo 1 con maggior forza per il rinvio dell'Imu era stata la Lega: "Serve la proroga di un mese, al 16 luglio, affinché sia evitata la contestuale scadenza Irpef e per dare ai contribuenti un po' di respiro tra il versamento delle due tasse".  Sebbene in modo informale - non sono partite né lettere né richieste ufficiali - anche i tecnici, soprattutto i Caf, ovvero i "commercialisti popolari" cui ci si rivolge per gli adempimenti fiscali, avevano chiesto una proroga. Le ragioni sono diverse da quelle avanzate dalla Lega. I Caf sono preoccupati per le doppie file che verrebbero a crearsi tra il 18 giugno (versamento Imu) e il 30 giugno ultima data prevista per la consegna dei 730. Chiederebbero così di spostare la data dell'Imu al 30 giugno in modo da poter ricevere contestualmente e in unica soluzione i contribuenti sia per l'Imu sia per il 730. Notizie frammentarie, non confermate da Abi e Poste, segnalerebbero anche problemi da parte degli sportelli ad accettare i pagamenti attraverso i modelli F24 semplificati, i moduli indispensabili per il versamento della prima rata dell'Imu, costituiti da una sola pagina e in vigore solo dal primo giugno scorso.

fonte la repubblica

SCANDALO al concorso dell’Agenzia delle Entrate, un candidato aveva già le risposte

Catania – Scoppia la bufera sul concorso per l’assunzione di 25 funzionari all’Agenzia delle Entrate in Sicilia e per altri 855 posti dislocati sul territorio nazionale. Il concorso, che si teneva presso la struttura «Le Ciminiere», tardava a iniziare. Gli otre 3000 candidati erano in fila dalla mattina. Tutto sembrava calmo quando si è formato un capannello di persone. Urla, accuse e i capannello s’ingrossava. Tanti curiosi volevano capire cosa stesse accadendo. Ebbene, uno dei candidati, non si sa come, era in possesso delle risposte al test. Sul posto è intervenuta la polizia e il concorso è stato sospeso.

FONTE notizie

Trattativa Stato Mafia: indagato Nicola Mancino

Nicola Mancino sapeva della trattativa Stato Mafia, ne sono convinti alla Procura di Palermo che ha iscritto l’ex presidente del Senato nel registro degli indagati. L’accusa nei suoi confronti è di falsa testimonianza. Nel 1992, anno in cui si fa risalire la trattativa tra lo Stato e i boss di Cosa Nostra, Mancino era ministro degli Interni. I boss offrivano, in cambio di un “alleggerimento” del 41 bis, la promessa di non compiere attentati nei confronti di politici e magistrati. Secondo i pm Antonio Ingroia e Nino Di Matteo, mancino copre “responsabilità proprie e di altri”.

fonte notizie

Christian Obodo RAPITO in Nigeria

Christian Obodo, centrocampista 28enne nigeriano in forza al Lecce, è stato rapito il 09 giugno nella sua città natale, Warri, nella regione del Delta. A dare la drammatica notizia sono stati gli stessi media nigeriani, che hanno riportato le informazioni rilasciate da fonti governative.I sequestratori hanno rapito Obodo questa mattina di fronte a una chiesa di Warri, mentre il giocatore si trovava in auto e tornava da una discoteca del luogo, intimandogli con le armi di scendere .Obidike Okechukwu, marito della sorella del giocatore del Lecce, ha confermato la dinamica del sequestro: «Christian stava andando in chiesa, era da solo, quando alcune persone lo hanno preso e portato via, erano le 9 (le 4 in Italia)».I rapitori avrebbero già chiesto il riscatto: Okechukwu ha riferito che i rapitori hanno telefonato questa mattina a casa della mamma del calciatore, chiedendo un riscatto di circa 150 mila euro».Il centrocampista, in prestito al Lecce, ma di proprietà dell’Udinese,  era tornato in Nigeria un paio di settimane fa, al termine del campionato che aveva visto la squadra salentina retrocedere in Serie BUn funzionario del governo del Delta ha confermato il sequestro: «Le informazioni sono ancora frammentarie, ma mi è stato riferito che mentre era al volante della sua auto, che aveva una targa speciale, è stato fermato e rapito. Sembra che proprio la targa personalizzata abbia attirato l’attenzione dei rapitori, che avevano notato Obodo mentre si dedicava alla vita notturna la sera precedente».
«Sono sconvolto. Per me Obodo e’ come un figlio» ha commentato l’allenatore del Lecce, Serse Cosmi

 fonte notizie

Attentato di Brindisi, il perché del killer: «Gesto dimostrativo, sono stato truffato. Chiedo perdono»

Due truffe e nessun risarcimento. Questo è bastato per trasformare un imprenditore in un attentatore. «Ho fatto un gesto dimostrativo perché ho subito due truffe e perché il fatturato negli ultimi anni è diminuito». Questa è la motivazione di Giovanni Vantaggiato, 68enne di Copertino e autore dell’attentato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, in cui ha perso la vita la 16enne Melissa Bassi.Nelle tre ore in cui ha avuto luogo nel carcere di Lecce l’udienza di convalida del fermo, tenutasi davanti al gip del tribunale di Lecce Ines Casciaro, Giovanni Vantaggiato ha fornito nuovi dettagli sulla preparazione dell’attentato, di cui continua a professarsi unico responsabile.L’indifferenza che aveva caratterizzato la sua prima confessione, però, ha ceduto il posto alla disperazione: «Chiedo perdono», ha detto in lacrime prima che l’udienza iniziasse, rivelando il desiderio di scrivere una lettera ai genitori di Melissa Bassi

fonte notizie

Entrano in gioielleria in cinque con le mazze da baseball . Bottino: 150 mila euro


Cinque uomini armati di mazze da baseball hanno messo a segno una rapina in una gioielleria, a Milano, portando via preziosi per 150mila euro. E' successo in piazzale Corvetto in pieno giorno, attorno a mezzogiorno di sabato. In quattro sono entrati col volto coperto nel negozio dopo aver sfondato la porta e hanno razziato le vetrine mentre un quinto, il palo, li aspettava all'esterno. I rapinatori hanno messo tutto il bottino in una borsa e sono scappati senza ferire i titolari, che subito dopo hanno avvertito la polizia.

fonte corrriere

Alemanno e l'eredità di Lucio Dalla: «Sono prigioniero in casa mia»

Sono prigioniero in casa», dice Marco Alemanno. Si era detto che attorno all'eredità di Lucio Dalla non ci sarebbero state guerre. Ma il cielo, protagonista di tante sue canzoni, è carico di nuvole, turbolenze in arrivo. Da una parte ci sono i parenti, cugini: in prima linea Simone Baroncini, primo corno all'Orchestra del San Carlo di Napoli, e sua madre, capo dei vigili a Bologna. Dall'altra la persona che negli ultimi nove anni è stata più vicina al cantautore: Marco Alemanno, il giovane attore pugliese di 32 anni. Al funerale, per la commozione, gli si strozzarono le parole in gola. Lucio era l'artista, Marco organizzava l'attività di un mondo che condividevano. Il «caso» è sulla Fondazione nel nome di Dalla, scomparso improvvisamente in Svizzera il primo marzo, a 68 anni, che dovrebbe raccogliere la sua eredità artistica. Nei giorni che seguirono, il cugino in un'intervista al Corriere disse: «Nessun contrasto e non chiedo soldi, la maggior parte dei parenti è d'accordo sulla Fondazione». Dice ora Alemanno: «I parenti fanno finta che io non esista, negano l'evidenza, da due mesi non ho più contatti diretti». I problemi sono nati subito: «Dopo che è morto Lucio, tutto lo staff è venuto da me, che ero la persona più vicina, chiedendomi se ci fosse il testamento. A me risultava che non avesse lasciato scritto niente, comunque cercate e vedete, risposi. Io non ero nelle condizioni... Come si fa in questi casi, in assenza di testamento, l'avvocato ha depositato l'eredità giacente in Tribunale, che ha chiamato un curatore. I familiari si sono risentiti».Prima ancora, all'orazione funebre finita tra le lacrime, gli «aventi diritto» dissero che «avevo messo in scena una commedia, recitato una parte». Lui continua ad abitare a Bologna, nella casa di Dalla in via D'Azeglio, fatta su più livelli, 2200 metri quadrati. «Ma sono prigioniero nella mia casa, perché io la chiamo casa mia. Ho un letto, bagno e cucina. Da sei anni sono residente-possessore, come dice la legge. Se devo andare in un altro spazio della proprietà, dove ci sono i miei oggetti o le opere d'arte che Lucio mi ha regalato, deve esserci un testimone, attento, chissà, che non rubi nulla. Mi hanno tolto le chiavi, cambiato le serrature. Ho solo la parte mia. C'è un curatore, che sta in mezzo, tra me e i cugini. Fui obbligato a fare un inventario, perfino sul mio computer. I parenti quel giorno presero a darmi del lei, mi chiamavano per cognome. Quando cominciarono a discutere su una lampada, andai su tutte le furie. Poi ci fu mio padre che risultava assunto come custode della casa alle Tremiti. Anche da questo fatto è nata una questione»Un giorno gli chiesero chi avesse e dove fossero gli effetti personali di Dalla: portafogli, orologio, bracciale... «Chi doveva averli, e dove mai potevano essere? La notte, quando provo a dormire, apro il cassetto con i suoi oggetti per poter sentire ancora il suo profumo. Ma di questo a loro forse non importa o comunque non credo possano neanche immaginare che cosa voglia dire davvero».Lucio e Marco si videro la prima volta nel 1997. «Passeggiavo per Bologna, ci incontrammo per caso». L'anno dopo Marco andò a fare lì l'università. Si dava da fare per vivere: «La mattina pulivo le scale, il pomeriggio provavo nel teatro off, la notte barista in un centro sociale. Lucio si era intenerito «del piccolo pugliese di Nardò dal futuro incerto», e nel 2004 lo prese a lavorare con sé. Il 27 giugno al Festival di Taormina ci sarà un omaggio a Dalla. Marco Alemanno interpreterà un racconto da un libro di Lucio: «È intitolato Bella Lavita , come fosse un nome e un cognome, è ambientato tra Taormina, i paesini dell'Etna e Catania. Il protagonista è un ragazzo siciliano, Carmelo, e il proprietario di un autogrill del Nord innamorato del Sud. C'è tutto l'amore di Lucio per la Sicilia».

fonte corriere

STREPITOSAMENTE FAVOLOSOOO questo PARCO ACQUATICO MARINO


fonte dell'immagine superedo

INCREDIBILEEEEEEEEEEEEE dovrebbe essere una SCALA MOBILE ma nasconde DEGLI SCALINI

MA NOOOOOOOOO DAI si puo' mettere dello SCHOTCH per SIGILLARE un ala di un AEREO!!!



Fonte dell'immagine supereredo

TROPPO FORTE STA BATTERIA fatta di solo ANGURIA


fonte dell'immagine supereredo

AHAHAHAAHH forte sta SCARPA de COCCODRILLOOOOO AHAHAHAHHA quasi quasi ME LA COMPRO!!!!

Lettori fissi.

Google+ Badge