Cerca nel blog

...

mercoledì 20 giugno 2012

░░▒█►Seleno Melcoledi a tutti....bacini da Tytti [spelando senza tloppo caldo ] ◄█▓▒░░

 
♥❥❥══════♥❥❥═ ❤♥❥♥♥❥ℒℴνℯ ♥❥♥♥❥❤ ═ ♥❥❥══════❥♥❥

IMU, le sanzioni per mancato pagamento o ritardo lievitano

Il ritardo comporta sanzioni simili a quelle degli altri tributi e inoltre saranno attivate anche in caso di omessa dichiarazione o dichiarazione infedele. In particolare, tutti coloro che non pagheranno la prima rata entro il 18 Giugno potranno andare in contro al ravvedimento operoso che consiste in uno 0,2% dell’imposta per ogni giorno di ritardo se si paga entro i primi 15 giorni, del 3% (+ interessi di mora) se lo si fa entro 30 giorni, e del 3,75% (+ interessi di mora) se lo si fa entro un anno dalla scadenza.
Una volta ricevuta la multa, in seguito ai controlli del Fisco, la sanzione sarà del 30%. Sanzione che sarà ridotta ad un terzo in caso di patteggiamento tra contribuente e fisco.
In caso di mancata dichiarazione IMU è possibile il ravvedimento operoso (entro 90 giorni con un 3% di sanzioni) o la contestazione da parte dell’amministrazione. Anche in questa occasione, con l’arrivo dell’accertamento, i contribuenti potrebbero andare incontro a sanzioni del 100 o del 200% del tributo.
Infine, in caso di errore o omissione entro un anno si può accedere al ravvedimento operoso pagando il 3,75%. In caso di dichiarazione infedele, si applica una sanzione dal 50% al 100% della maggiore imposta dovuta.

fonte worky

Prestiti senza BUSTA PAGA e senza GARANZIE

I prestiti senza busta paga e senza garanzie sono dei finanziamenti concessi senza necessità di avere un reddito dimostrabile e senza presentare immobili in garanzia. In realtà nessuna banca o finanziaria concederà mai un prestito senza avere la certezza della restituzione.Ecco perché nei cosiddetti prestiti senza garanzia e senza busta paga vengono richieste garanzie alternative, come la firma di un garante o la stipula di un’assicurazione contro il rischio di insolvenza.I prestiti senza garanzia e senza busta paga vengono solitamente richiesti da casalinghe, disoccupati e lavoratori precari che al giorno d’oggi rappresentano la categoria più numerosa tra i potenziali debitori delle banche.I prestiti senza garanzia vanno chiesti solo per motivi specifici, cioè devono essere finalizzati, e devono comprendere importi che vanno da un minimo di 1000 a un massimo di 10 mila euro.Se non si possiede una busta paga o un immobile da portare in garanzia alla banca, bisogna ricorrere alla firma di un garante in possesso di reddito dimostrabile ( busta paga, Cud) o di beni immobili. I prestiti senza busta paga hanno dei tassi di interesse che variano in base alla banca scelta, con durata di rimborso dai 24 ai 36, ai 72 mesi I lavoratori autonomi che non hanno la disponibilità di un garante devono stipulare un’assicurazione biennale contro il rischio di insolvenza, ma questa forma di garanzia viene applicata per i prestiti cambializzati, in cui le rate da rimborsare sono rappresentate da cambiali.
I lavoratori precari con contratto a progetto possono chiedere prestiti senza busta paga e senza garanzie per una durata inferiore a quella del contratto e per un importo inferiore al 30% del compenso percepito durante il periodo contrattuale. Naturalmente, l’istituto di credito scelto avrà facoltà di richiedere eventuali ulteriori garanzie che riterrà necessarie per erogare il prestito.

FONTE  .worky

ANNUNCIO LAVORO : Lidl ASSUME a tempo indeterminato in tutta Italia

Se sei alla ricerca di un posto di lavoro e il settore della grande distribuzione non ti dispiace, forse ti farà piacere sapere che la Lidl azienda operante in Italia oramai da decenni, è alla ricerca di personale. Il marchio è diventato lentamente uno dei più importanti a livello di grande distribuzione per il nostro paese e ad oggi può contare circa 300 punti vendita operanti in ogni angolo della penisola, per un totale di 2700 dipendenti. E sembra che questa realtà distributiva non accenni a fermare la sua corsa.I vantaggi che la multinazionale da ai giovani assunti è un lavoro a tempo indeterminato e stipendi che mediamente si presentano più alti rispetto alla media nazionale. Di contro il ritmo del lavoro è particolarmente sostenuto improntato sullo stile di vita tedesco.Per le posizioni aperte (ne contiamo in questo momento 9 per assunziona a tempo indeterminato e se non vi rispecchiate in queste oppure non avete esperienza potete sempre candidarvi per lo stage) questo è il link per lavorare in Italia http://www.lidl.it/cps/rde/xchg/SID-F88D2001-C3C649DF/lidl_it/hs.xsl/5382.htm mentre se volete provare l’esperienza lavorativa all’estero date uno sguardo qui http://www.karriere-bei-lidl.com/cps/rde/xchg/lidl_int (vi anticipo che dovete avere la conoscenza del tedesco).

FONTE dell'annuncio worky

ANNUNCIO LAVORO : Lavorare alle profumerie Sephora

Società distributrice di prodotti di bellezza, diffusa in varie parti del mondo. Il gruppo, dalla fine degli anni ’90, è presente anche negli Stati Uniti e in Asia. Non mancano anche le sedi in Italia, dove è possibile candidarsi per lavorare nel mondo della bellezza e della cosmesi.Le posizioni attive per i punti vendita italiani del gruppo riguardano un e-commerce manager e uno stagista assistente coordinatore tecnico e manutenzione. L’e-commerce manager sarà inserito con un contratto a tempo indeterminato e si occuperà tra l’altro di Social Media, gestione attività operativa delle Reti, analisi del mercato online ed aggiornamento dello store locator.Per candidarsi a questa posizione bisogna possedere una laurea triennale o specialistica in Economia o Comunicazione, un’esperienza pregressa nell’ambito dell’e-commerce, ottima conoscenza della lingua inglese e buona conoscenza del francese.Lo stagista assistente del coordinatore tecnico e manutenzione sarà seguito da un tutor e dovrà occuparsi, tra l’altro, dell’assistenza e della supervisione dei cantieri che seguono le nuove aperture dei negozi Sephora e del supporto alla manutenzione e al collaudo dei negozi stessi.Per partecipare allo stage bisogna avere un’età compresa tra i 23 ed i 27 anni ed essere in possesso del diploma di geometra o di una laurea in disegno industriale ed architettura. Completano il profilo la buona conoscenza di Autocad, del pacchetto Office e delle lingue inglese e francese.Il link con le offerte di lavoro delle profumerie Sephora è accessibile a questo url: www.leffetosephora.it/?sephora-attitude.Cliccando sulle singole schede descrittive delle offerte di lavoro si potrà accedere al modulo online per candidarsi e per inviare il Cv. La candidatura online presuppone la creazione di un account che permetterà di consultare facilmente tutte le possibili opportunità professionali che verranno lanciate dal gruppo.

fonte dell'annuncio worky




Arriva il caldo africano e si intensifica l'afa. Ecco i consigli su come difendersi dalla forte calura

Sta arrivando il caldo, quello vero, quello che viene dall'Africa. Sappiamo bene che quando l'Italia viene raggiunta da queste masse d'aria provenienti dal Sahara, spesso si registrano giornate dal caldo insopportabile, con le temperature che spesso superano i +35°C. Se poi ci mettiamo anche che, attraversando il Mediterraneo tendono ad umidificarsi, il gioco è fatto. La sensazione di afa cresce giorno dopo giorno, la temperatura percepita supera di gran lunga quella reale, le notti diventano insonni e i pomeriggi si cerca di trascorrerli quanto più all'ombra possibile. Naturalmente vi sono delle precauzioni da adottare in caso di forte calura, come quella che ad esempio vivremo nei prossimi giorni. Il picco si registrerà ad inizio settimana, tra lunedì e mercoledì, quando sulle regioni centro-meridionali si toccheranno i +35/+36°C. Visto il tasso di umidità in rapido aumento, anche l'afa inizierà a farsi sentire con prepotenza, tant'è che i valori percepiti, in talune località, potranno persino lambire i +40°C. Come fronteggiare dunque questa situazione?Innanzitutto bisogna evitare assolutamente di uscire di casa nel primo pomeriggio, in un orario generalmente compreso tra le 12 e le 17. Il picco del caldo infatti tende generalmente a registrarsi tra le ore 14 e le ore 16, con le temperature che tendono successivamente e lentamente ad abbassarsi. L'umidità, al contrario, cresce con il subentrare delle ore serali, nella notte e nelle prime ore della mattinata, ove in taluni casi riesce anche a superare il 50/60%. Valore che in pieno giorno viene tranquillamente toccato sulle località costiere, mentre nelle zone interne lontane dall'effetto delle brezze marine non si supera, in genere, il 20/35% (quando basta, comunque, per rendere il caldo decisamente afoso).Altro consiglio è mangiare tantissima frutta e verdura, cibi che contengono grandi quantità di acqua. Mangiare poco, ma efficacemente, nel resto della giornata; preferire ad esempio pasti leggeri, come la parte e i carboidrati, rispetto a carne o formaggi. Frutta consigliata a qualsiasi ora del giorno.Bere naturalmente molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno (anche di più in caso di attività fisica). E' bene inoltre bere anche quando non si ha la sensazione della sete, in quanto tale meccanismo aiuta il corpo a non disidratarsi. Operazione questa consigliata soprattutto alle persone anziane e ai bambini, più vulnerabili a questo processo. Sconsigliamo di bere alcolici, bibite gassate e caffè, in quanto si tratta di bevande che hanno un effetto diuretico (specie il caffè e l'alcol). Evitare anche di bere bevande troppo calde e troppo fredde, con le prime che aumenterebbero inevitabilmente la temperatura corporea e con la seconde che potrebbero generare crampi e congestioni. E' dunque consigliabile bere bibite a temperature ambiente, nè troppo fredde, nè troppo caldeIndossare vestiti di colore chiaro non aderenti, evitare invece indumenti scuri o di materiale sintetico che trattengono calore. Vestirsi assolutamente leggeri in casa, seppur senza esporsi direttamente ai flussi d'aria diretti dei condizionatori o dei ventilatori. Per quanto riguarda i condizionatori, è consigliabile impostare temperature non particolarmente basse per evitare di raffreddare troppo la stanza ed allontanarsi in maniera estrema dalla temperatura dell'aria esterna.E' pertanto preferibile impostare valori termici vicini ai +25/+27°C, per non subire i forti sbalzi termici tra interno e esterno (capite bene che se all'interno di una stanza ci sono 18°C e fuori casa ben +36°C, lo sbalzo è netto e marcato, tanto da poter generare problemi).Naturalmente chi soffre di patologie respiratorie deve assolutamente evitare di uscire di casa nelle ore più calde della giornata, bere moltissima acqua (anche più di un litro e mezzo a seconda dei casi) ed evitare appunto marcati sbalzi termiciIn generale dunque, seguendo questi importanti concetti, si può tranquillamente condividere anche con la più intensa ondata di caldo africano, a patto che naturalmente tutto venga rispettato nei minimi particolari. Prepariamoci dunque, i prossimi saranno giorni davvero molto caldi, essere cauti e usare le giuste precauzioni ci aiuterà ad affrontarlo al meglio.
 (La tabella dell'Heat Index. Nella colonna in alto sono mostrati i valori dell'umidità, nella colonna a sinistra la temperatura dell'aria. All'interno della tabella vengono invece mostrati i valori termici percepiti a seconda della condizione atmosferica temperatura reale-umidità. Si tratta appunto dell'indice di temperatura percepita).

fonte meteoportale italia

Previsioni per Mercoledì 20 Giugno, ESTATE piena.

NORD
Cielo sereno o poco nuvoloso al mattino su tutti i settori. Al pomeriggio formazione di nubi cumuliformi sulle Alpi con possibili temporali, localmente intensi. Qualche sconfinamento a sera sulla pianura piemontese più settentrionale. Gran caldo ovunque, afoso su Pavese, Mantovano, Emilia Romagna e basso Veneto con spiacevole disagio.

CENTRO
Cielo sereno su tutte le regioni. Qualche nube in più al pomeriggio nelle zone interne, senza precipitazioni. Ventilazione pressoché assente e gran caldo ovunque. Sensazione di disagio nell’entroterra, specie sull’Umbria, la Toscana e il Lazio. Brezze lungo le coste

.SUD
Cielo sereno su tutte le regioni. Qualche nube in più al pomeriggio nelle zone montuose e velature sulla Sardegna, ma senza fenomeni. Clima caldo, specie negli entroterra insulari e peninsulari con ventilazione molto scarsa. Brezze lungo le coste.

FONTE meteoportale italia

Magnitudo(Ml) 2.3 - ITALIA - Evento in mare 20/06/2012 04:55:13 (italiana)

Magnitudo(Ml) 2.3 Profondità 130.5 km Distretto sismico Isole_Lipari
----------AVVERTITO NEL SEGUENTE POSTO----------
 VILLAFRANCA TIRRENA (ME)

FONTE INGV

L'Aquila: debolissima scossa 2.0 con epicentro frazione di Fiugni comune di Cagnano Amiterno

Una lievissima scossa di magnitudo 2.0 nel distretto sismico "Aquilano", è stata avvertita alle ore 4:17 con coordinate 42.47°N, 13.212°E, corrispondenti alla frazione di Fiugni nel comune di Cagnano Amiterno in provincia dell'Aquila.Un terremoto di magnitudo(Ml) 2 è avvenuto alle ore 04:17:32 italiane del giorno 20/Giu/2012 (02:17:32 20/Giu/2012 - UTC). 
---------------AVVERTITO NEI SEGUENTI POSTI--------------
 BORBONA (RI)
BARETE (AQ)
CAGNANO AMITERNO (AQ)
MONTEREALE (AQ)
PIZZOLI (AQ)


FONTE  INGV

Il jackpot va nella Capitale Centrato un «6» da 26 milioni

Il ricchissimo jack pot in palio per l'estrazione di oggi del Superenalotto ha premiato Roma. Una sola giocata sarebbe bastata portare a casa il piatto intero. Dopo la super vincita di sabato scorso, a Catania, da quasi 95 milioni di euro, il Superenalotto regala ancora milioni.

Nel concorso di oggi è stato centrato un 6 da 25,8 milioni, a Roma, presso il punto vendita Sisal Bar, in Circonvallazione Ostiense 333/335.

fonte il mattino

Migranti, tragedia nel canale d'Otranto: la barca affonda, sette dispersi

Si salvano in quattro. Soccorsi a circa sei miglia dalla punta del Salento, tra Leuca e Torre Vado

 Sette migranti (e non otto, come sembrava inizialmente) risultano dispersi nel canale d'Otranto dopo che la loro piccola imbarcazione, con a bordo altre quattro persone tratte in salvo, è naufragata a circa sei miglia dalla punta del Salento, tra Leuca e Torre Vado. Secondo la testimonianza di uno dei migranti salvati la barca, quando era a circa 5 miglia da Santa Maria di Leuca, ha cominciato a imbarcare acqua ed è affondata. A dare l'allarme è stata, intorno alle 6,30, una nave in transito che ha segnalato la presenza di tre persone in mare. Subito è partita una motovedetta della Guardia costiera: giunta sul posto, due dei tre migranti erano già stati recuperati da alcuni diportisti, mentre il terzo è stato trovato in mare e soccorso dalla stessa motovedetta. I testimoni - che hanno riferito di essere partiti dalla Libia e di essere di diverse nazionalità, tutte informazioni ora al vaglio dei soccorritori - hanno spiegato che a bordo erano in 11, quando il piccolo natante ha cominciato a imbarcare acqua. Un quarto immigrato è stato recuperato in mare successivamente, mentre nuotava, da una motovedetta della capitaneria di Porto di Gallipoli. Alle operazioni di soccorso, coordinate dalla Guardia costiera, partecipano tre motovedette delle Capitanerie, due della Gdf, un elicottero delle fiamme gialle da poco avvicendato da uno della Guardia costiera. Mobilitati anche mezzi aerei della Marina militare.

 

fonte il mattino

Esodati, Fornero attacca l'Inps «Cifre fuorvianti, 55mila da aggiungere» Squinzi boccia la riforma: «Una boiata»

Sulla riforma del lavoro «non c'è dogmatismo», bisogna «essere disposti a monitorarla, a vedere se gli effetti si discostano dagli obiettivi posti e se così dovesse succedere bisogna avere la disponibilità eventualmente a cambiare qualcosa». Lo ha detto il ministro del Lavoro Elsa Fornero, parlando in collegamento telefonico dal convegno Occupazione e Welfare, organizzato dalla Fondazione Craxi.«Sforzo comune». La titolare del Welfare ha spiegato che «la riforma del mercato del lavoro è un buon equilibrio tra esigenze spesso contrapposte delle parti». Quindi, ha aggiunto, «se ci si sforza tutti insieme di guardare alle cose positive che ci sono e all'equilibrio che realizza, io credo che faremo un buon passo nella direzione di un futuro migliore per questo paese». «Dobbiamo fare nostro un atteggiamento pragmatico, che è il controllo in itinere, in applicazione, delle riforme», ha aggiunto.Squinzi: una boiata. Duro il commento del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi: «La riforma del lavoro è una vera boiata, ma non possiamo che prendercela così: dobbiamo presentarci il 28 giugno» al Consiglio europeo «con una riforma approvata». «Poi - aggiunge - spero ci sia l'occasione di tornare nel merito per dei correttivi».La replica del ministro. «Sono sicura che si ricrederà», ha risposto Fornero, arrivando alla Camera per la riunione sulla riforma del lavoro.Angeletti: è solo un bluff. Scettica la reazione del segretario della Uil, Luigi Angeletti: «È un modo per dire votate e state zitti», ha commentato a margine di un evento ItalUil. «Mi sembra tanto un modo di uscire dall'angolo promettendo che il testo si modificherà - ha affermato Angeletti. - Sono sette mesi che parliamo di riforma del lavoro».Bersani. Il Pd è pronto ad «accelerare» sull'approvazione del Ddl sulla riforma del mercato del lavoro ma chiede «una risposta non verbale» e rapida sul problema degli esodati, «un tema sociale acutissimo» ed è «una priorità». In questo caso è pronto anche a valutare ulteriori modifiche sul lavoro in un decreto legge, ha detto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.Franceschini. «Useremo domani per capire quali risposte il governo è in grado di dare», ha detto il capogruppo del Pd Dario Franceschini, al termine della riunione sulla riforma del Lavoro. «Abbiamo concordato di chiedere una conferenza dei capigruppo per giovedì mattina», che è la sola sede che può decidere un'eventuale modifica del calendario della Camera. «Sugli esodati aspettiamo una risposta vincolante e definitiva», conclude.Esodati. Il ministro Fornero è anche intervenuta in aula al Senato sul problema degli esodati: «I lavoratori che saranno salvaguardati sono 65.000 unità», ha ribadito, sottolineando che il numero di 400.000 lavoratori riportato nella Relazione dell'Inps non si riferisce ai «lavoratori da salvaguardare». Quelli da salvaguardare oltre i 65.000 già previsti dal decreto del governo - ha quindi precisato - sono 55.000. Tra questi 40.000 sono quelli in mobilità. «Respingo con forza ogni insinuazione sul fatto che io abbia fornito informazioni non vere sul numero di lavoratori interessati o che abbia voluto sottrarre dati», ha concluso riferendosi al caso sorto sui numeri forniti dall'Inps. Numeri, per il ministro, Disoccupazione. Per far fronte al problema dei lavoratori esodati oltre a quelli già salvaguardati o che il governo intende salvaguardare con prossimi provvedimenti si potrebbe estendere il trattamento di disoccupazione o pensare alla partecipazione a lavori di pubblica utilità, ha specificato Fornero.

fonte il mattino

Rappresentante di gioielli spara in aria e manda in fuga i rapinatori

Tentata rapina stamattina in via Bonghi a Milano, dove un rappresentante di gioielli doveva incontrarsi con un grossista. L’uomo, un 48enne di Valenza, è stato avvicinato da due rapinatori in scooter, che lo hanno minacciato con una pistola di consegnare loro i gioielli.Ma il rappresentante, che a sua volta detiene un regolare porto d’armi, non si è lasciato per nulla intimorire e per difendersi ha sparato in aria due colpi. Attimi di panico in strada, ma fortunatamente nessun passante è rimasto ferito. I due rapinatori sono fuggiti con il proprio mezzo e i carabinieri hanno aperto un’indagine.

fonte infoiva

Azienda in crisi, imprenditore si spara in ufficio

Il titolare di un’azienda produttrice di intimo a Santa Maria Maddalena di Occhiobello (Rovigo) si è suicidato lo scorso sabato sera sparandosi alla tempia, verosimilmente per via della crisi che stava attraversando. L’imprenditore, Nerino Solera di 72 anni, è stato trovato morto nel suo ufficio, con a fianco una pistola e non ha lasciato alcun biglietto.A dare l’allarme è stato il nipote. Da qualche anno a questa parte, in particolare nell’ultimo anno e mezzo la situazione dell’azienda era diventata molto critica, il numero di occupati si era ridotto drasticamente a una quindicina. Nerino Solera lascia la moglie e due figli.

fonte infoiva

Sto morendo dal RIDERE TROPPO FORTE AHAHAHAHA

E bravo sto cagnolino.....AzZzzZz

AHAHAHAHA MI SA CHE MOLTI USANO LA SECONDA OPZIONE!!! AHAHHAHAHA

Quanto MI PIACEVA questa penna MILLE COLORI!!!!

O.o. quanti di voi ADULTI vorrebbero tornare cosi ?!?!?

Lettori fissi.

Google+ Badge