Cerca nel blog

...

lunedì 2 luglio 2012

ೋ ❤❤❤~~Un pensiero per TE per augurarti un FANTASTICO Lunedi'~~❤❤❤ ೋ

╔═════════════ ೋღ❤ღೋ ════════════╗
█▀▄ █░█ ▄▀▄ █▄░█ ▄▀▀░ ▀ ▄▀▄ █▀▀▄ █▄░█ ▄▀▄
█▀█ █░█ █░█ █░▀█ █░▀▌ █ █░█ █▐█▀ █░▀█ █░█
▀▀░ ░▀░ ░▀░ ▀░░▀ ▀▀▀░ ▀ ░▀░ ▀░▀▀ ▀░░▀ ░▀░
╚═════════════ ೋღ❤ღೋ ════════════╝

Previsioni per Lunedi 02 Luglio pioggia al nord

L'alta pressione cede un po' di terreno su parte del Nord, per l'incidere di un flusso instabile proveniente dalla Spagna, Francia, con molte nubi, rovesci e temporali diffusi dapprima sul Piemonte, Alpi e Prealpi tutte poi, al pomeriggio, rovesci e locali temporali si estendono anche alle pianure piemontesi e lombarde. Continua il tempo asciutto e soleggiato altrove ancora con caldo intenso, record sulle pianure romagnole,  fino a 39/40° e caldo intenso su tutto il Centro Sud, anche qui con 37/39° diffusi.  Clima più mite sulle aree settentrionali  ove sono  presenti nubi e fenomeni. 
 Nord: molte  nubi con  rovesci e temporali diffusi al mattino su Centro Ovest Piemonte,  Alpi, Prealpi tutte,  forti su alto Piemonte, Valle d'Aosta, alta Lombardia e  Trentino AA; al pomeriggio locali rovesci e temporali si estendono anche alle pianure piemontesi e lombarde, continua il tempo asciutto e soleggiato altrove ancora con caldo intenso, record sulle pianure romagnole,  fino a 39/40° . Più mite ove presenti nubi e fenomeni.
 Centro: continua il bel tempo estivo ovunque salvo poche nubi sparse in Appennino.  Caldo intenso con temperature massime mediamente comprese tra 34 e 37°  in pianura, fino a 39° a  Pescara, 37°  a Roma.
 Sardegna: bel tempo soleggiato ed estivo ovunque ma con clima  più mite per venti sostenuti. Temperature  massime tra 29 e 33° in pianura, qualche punta fino a 35/36° su Olbia-Tempio. Venti moderati con rinforzi  da O/NO su tutti i bacini  e settori occidentali, Canale di Sardegna, da Sud sui bacini tirrenici.
 Sud e Sicilia: sole e caldo intenso ovunque. Temperature in ulteriore locale aumento con massime tra 31 e 36° in pianura, ma punte di 37/38° frequenti, specie in Puglia e  in Sicilia, fino a 39° nel Foggiano, in Puglia.
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il meteo

STREPITOSOOOO Anziana RUBA caramelle e direttore market la rincorre. Poi i poliziotti PAGANO il conto.

Una 76enne ha rubato una confezione di caramelle, costo 78 centesimi, ma a fermare la sua 'fuga' ci ha pensato il direttore di un supermercato in corso XXII marzo a Milano. Non contento: ha chiamato gli agenti e ha sostenuto di essere anche stato strattonato dalla ladra di 'confetti' al gusto di menta. "Ho preso le caramelle, ma non ho i soldi per pagarle", si e' giustificata la 76enne.Solo dopo un po' gli agenti sono riusciti a riportare il responsabile del punto vendita, 38 anni, alla ragione. L'uomo non procedera' per vie legali, mentre a saldare il conto 'salato' ci hanno pensato i poliziotti. Tra gli applausi dei clienti, gli agenti hanno pagato, con poche monete, il conto alla cassa.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright LINK da condividere

E MO CHE FARA'?? Giornalista di giorno, spogliarellista di notte. Viene LICENZIATA!!!

La giornalista americana Sarah Tressler è stata licenziata nel marzo scorso dopo che i suoi editori hanno scoperto che la sera, finito il turno di lavoro in redazione, faceva la spogliarellista in un locale notturno. Tressler, 30 anni, ha presentato una causa contro il licenziamento per riottenere il suo posto di lavoro ed ha anche annunciato uno 'stripping tour' attraverso gli States per denunciare «la discriminazione» subita, rivela oggi la versione online del britannico 'Guardian'. Sarah Tressler, master in giornalismo alla New York University, è anche docente di giornalismo all'Università di Houston, in Texas. Attualmente, si definisce giornalista-spogliarellista ed ha aperto il blog "Diario di una spogliarellista arrabbiata". Secondo quanto dichiarato in una intervista al Las Vegas Review Journal, la giornalista è stata licenziata perchè non aveva menzionato la sua professione notturna di spogliarellista al momento dell'assunzione. Tressler ha spiegato di aver cominciato a lavorare nei locali notturni dopo l'assunzione per pagare 100 mila dollari di debito contratto per mantenersi durante gli studi. «Credo sia importante che una ragazza che è stata una ballerina non debba temere per tutta la vita di essere licenziata per questa ragione», ha detto la giornalista-spogliarellista arrabbiata.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non ci posso credere

VERO O FALSA PUBBLICITARIA?? SelenADDIO AL PORNO “Sono cattolica, durante i film pregavo”

"Ormai è fatta", grande felicità per Luce Caponegro, qualche tempo fa reginetta del porno con il nome di Selen. L'attrice ha da tempo messo detto addio alla sua carriera e a breve convolerà a nozze con il compagno, Antonio Purtuortì: "Credo fortemente nei rituali – ha dichiarato a "Nuovo" – E poi, se si prende un impegno e si ha un progetto di vita con una persona, bisogna avere il coraggio di fare questo passo". Luce per le nozze, che hanno scatenato polemiche ("Sono sempre stata cattolica. Ho sempre pregato moltissimo, anche quando facevo i film a luci rosse. A 15 anni avevo già letto la Bibbia. Che cosa c'è di strano? Ormai, poi, quello è passato"), ha deciso di fare tutto da sola: "Assolutamente si, nessun aiuto da parte di nessuno! Ma che faticaccia… Tornassi indietro mi farei aiutare da un wedding planner, un organizzatore di matrimoni. E' stato tutt'altro che divertente".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non posso crederci

VERGOGNATIIIIIIIIIIIIIIII Cacciato dalla discoteca, SPARA all’impazzata: 2 MORTI

Notte di sangue in una discoteca a Lille, nel nord della Francia. Un uomo – furioso per essere stato allontanato dai buttafuori di un locale – è tornato sui suoi passi ed ha aperto il fuoco all'interno della discoteca uccidendo un addetto al guardaroba e un cliente e ferendo altre quattro persone. La prefettura ha fatto sapere che l' uomo, «gi… noto alle forze dell'ordine», è attivamente ricercato. Al momento della sparatoria all'interno del «Theatro» – discoteca nel centro di Lille che gode la reputazione di locale tranquillo – c'erano «tra le 200 e le 300 persone», ha raccontato Jeremy, uno dei ragazzi che stava ballando quando l'uomo ha aperto il fuoco. «Inizialmente ho creduto fosse scoppiato un petardo. Sono andato all'entrata del locale a vedere cosa era successo e mi sono trovato davanti un uomo steso a terra in un bagno di sangue», ha raccontato ancora il giovane.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non posso crederci

ASSURDOOOOOOOO Un 12enne BRUCIA un formicaio e si USTIONA a morte

Mattia Roca è morto a 12 anni, per aver cercato di bruciare insieme a quattro amici un formicaio con dell'alcol. E' l'incredibile epilogo di una vicenda che ha catalizzato l'attenzione di Rivalta di Torino, paese alle porte della città. Tutti speravano in un epilogo positivo per il ragazzo, ma le gravi ustioni sono andate degenerando col passare dei giorni sino alla morte avvenuta all'ospedale Regina Margherita. Il ragazzo, ricoverato dallo scorso 18 giugno, insieme a un amichetto di 13 anni, è stato investito da una fiammata dopo che il compagno aveva lanciato dell'alcol su un tizzone ardente tenuto in mano da un altro compagno di giochi.I due bambini rimasti ustionati avevano incontrato i tre loro amici più piccoli, che avevano con sè l'alcol, sul sentiero che conduceva al bosco. Il più grande, 13 anni, aveva preso il tizzone da una cucina abbandonata e aveva incitato uno dei più giovani a lanciarvi contro l'alcol, rassicurandolo che non sarebbe accaduto nulla di pericoloso. Dietro di lui, però, si trovava l'amico di 12 anni, che era stato investito in pieno dalla fiammata, riportando ustioni su oltre il 60% del corpo. I due bambini erano poi corsi via verso le abitazioni circostanti per chiedere aiuto e avevano raggiunto una cascina dove erano stati prestati loro i primi soccorsi. Un residente affacciato al balcone aveva chiamato il 118 e i due erano stati trasportati in ospedale con l'elisoccorso.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non posso crederci

MA NOOOOOOOOO Si ADDORMENTA sul tetto: MUORE cadendo da 7 metri

Muore cadendo dal tetto dove si e' addormentato nel tentativo di sfuggire al caldo: e' accaduto in provincia di Pescara, a Spoltore. La vittima e' un operaio romeno di 28 anni, Jonica Mereuta. A ricostruire la dinamica dei fatti, davanti ai Carabinieri diretti dal tenente Salvatore Invidia, sono stati i due connazionali con i quali il giovane viveva in frazione Santa Teresa. Forse qualche bicchiere di troppo, forse un movimento improvviso: durante la notte il romeno ha perso l'equilibrio ed e' precipitato da circa sette metri, ma nessuno se ne e' accorto. Solo questa mattina i vicini di casa hanno visto il corpo e hanno chiamato il 118. Per il giovane, che molto probabilmente e' morto sul colpo, non c'era ormai nulla da fare.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non posso crederci

Assurdo ! Lo ha trovato nelle patatine,e non si era accorto di nulla !! 20enne sotto choc !


Choc, nausea e di corsa all'ospedale. Questa la reazione di una giovane alla vista di un topo morto dentro al sacchetto di patatine appena acquistato. Tutto ciò sarebbe successo l’altro ieri a una ventenne di Spinea che aveva acquistato in un supermercato della zona un normalissimo, all’apparenza, sacchetto di patatine. Una volta giunta a casa la giovane, in compagnia del fidanzato, ha aperto la confezione iniziando a sgranocchiare le patatine. E siccome "una tira l’altra" non c’è voluto molto tempo perchè finissero. La ragazza, come fanno tutti, ha quindi cercato sul fondo della confezione le ultime goloserie da sgranocchiare trovando però un inatteso quanto sgradito ospite: un topolino… morto ovviamente e chissà da quanto tempo.Cose da non credere. Un ratto dentro un sacchetto di patatine. La ventenne ha cacciato un urlo e da lì a poco ha cominciato a sentirsi male provando un forte senso di nausea. Comprensibile considerato il tipo di scoperta fatta. Da qui la decisione di recarsi subito al pronto soccorso dove la giovane, decisamente scossa, è stata sottoposta ad una serie di esami per verificare eventuali contaminazioni del cibo venuto a contato con l’animale. Il giorno dopo, la giovane accompagnata dal fidanzato ha raggiunto la caserma dei carabinieri di Spinea denunciando quanto le era accaduto.Le indagini sono partite immediatamente. Il supermercato dove la ventenne aveva acquistato la confezione di patatine verrà presumibilmente "visitato" dai Nas nei prossimi giorni. I carabinieri per ora non escludono alcuna ipotesi e stanno, come detto, verificando la veridicità del racconto reso dalla ragazza. Se la denuncia troverà riscontri oggettivi è chiaro che a quel punto scatterenno i provvedimenti del caso, a partire ovviamente dall’azienda che commercializza il prodotto.

VERGOGNOSOOO Adescava uomini sposati e li RICATTAVA con video hot

Si è conclusa grazie ai Carabinieri di Scalea, in provincia di Cosenza, un'operazione chiamata "mantide religiosa" che ha portato all'arresto una giovane di 25 anni. La donna, già nota alle forze dell'ordine, è stata accusata di estorsione. La ragazza è commerciante e titolare di un negozio ed era solita ricattare gli uomini che intrattenevano con lei rapporti sessuali. La donna adescava uomini sposati e li filmava con il cellulare drante i rapporti, per poi ricattarli. Questa volta l'uomo caduto nella trappola l'ha denunciata e ha permesso il suo arresto.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Non ci posso credere

Magnitudo(Ml) 3 - ITALIA - Evento in mare 02/07/2012 04:03:31 (italiana)

Magnitudo(Ml) 3 Profondità 267.1 km 
-------- Distretto sismico Isole_Lipari--------

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright INGV

Euro 2012, bimba ferita, fermato un uomo

Un uomo di 50 anni e' stato fermato con l' accusa di tentato omicidio nei confronti della bambina ferita con un colpo di pistola dopo la partita degli Europei Italia- Germania. L'uomo e' stato interrogato ieri sera dai Carabinieri e poi e' stato trasferito in carcere. L'uomo sarebbe uscito sul balcone di casa, non lontana dal luogo del ferimento, e avrebbe sparato con una pistola regolarmente dichiarata. I militari sono risaliti a lui esaminando i porti d'arma rilasciati ai residenti della zona.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

FAVOLOSOOOOO Cane 'bagnino' SALVA 4 ragazze a Caorle si e' tuffato con il suo padrone

Una dobermann e il suo padrone, con il supporto di un bagnino, ha salvato 4 giovani turiste romene che a caorle stavano per finire sott'acqua trascinate dalla corrente. Sul posto la Scuola italiana cani salvataggio e' presente con propri volontari. Viste le ragazze in difficolta' il bagnino ha allertato Dafny, 4 anni, e il suo padrone. A largo mentre il bagnino caricava sul suo barchino una delle turiste il cane ha trainato a riva le altre 2 e il suo padrone che faceva da 'boa' ad una terza.
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Del Bosque, scritta pagina di storia Ct rende onore all'Italia, ha giocato un grande europeo

"Prima di tutto voglio fare i complimenti agli sconfitti. L'Italia ha giocato un grande Europeo ed anche sull'1-0 ci hanno messo in difficoltà. Poi, l'infortunio di Thiago Motta ha chiuso la partita". Vicente del Bosque, ct della Spagna, ha voluto prima di tutto rendere omaggio agli Azzurri, pur pesantemente sconfitti (4-0), nella finale dell'Europeo. "Siamo orgogliosi di aver scritto una pagina di storia - ha sottolineato il tecnico della Spagna, prima Nazionale a vincere due Europei consecutivi, laureandosi nel mezzo anche campione del mondo -. Questo successo ha radici profonde ed è il frutto di un processo di maturazione che coinvolge tutta la nazione. Abbiamo dimostrato quanto paga il lavoro sui vivai ed è motivo d'orgoglio il fatto che esportiamo tanti giovani campioni. Possiamo guardare con fiducia al Mondiale del 2014, abbiamo una grande generazione di calciatori". "Abbiamo giocato un'ottima partita, controllando il match. Dopo il primo gol, l'Italia ha reagito bene - ha sottolineato -, ma noi siamo stati bravi a recuperare il possesso palla ed ha raddoppiare". Lo scarto finale è risultato inusuale per una finale, ma per Del Bosque "fa parte del gioco e può succedere. Lo scorso novembre noi avevamo perso 4-0 un'amichevole con il Portogallo. Ma dopo il ko di Thiago Motta (che ha lasciato l'Italia in 10, senza più sostituzioni, ndr) non hanno avuto più chance". Quali sfide restano ad una squadre così vincente? "Luis Aragones (ct della selezione spagnola all'Europeo del 2008) ci ha mostrato la via e noi dobbiamo continuare a seguirla. Ora ci sono le qualificazioni al Mondiale e la Confederations Cup. Vogliamo fare bella figura". "Abbiamo reso facile quello che era difficile". Iker Casillas, portiere della Spagna, ha sintetizzato così l'incontro. "Qualcuno potrebbe pensare che 4-0 sia un risultato senza problemi, perché la partita ha dato l'impressione di essere facile - ha aggiunto -, ma noi siamo andati sempre migliorando nel corso del torneo. Gli Azzurri erano stanchi ed il secondo gol (quello di Jordi Alba, ndr) gli ha fatto male. Al rientro dagli spogliatoi hanno tentato una reazione, ma siamo stati bravi a controllarli".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Monti, e' stata una magnifica avventura Premier a Kiev per finale Spagna-Italia

"All'inizio avremmo sottoscritto al buio il secondo posto, è stata una magnifica avventura per la quale siamo grati all'Italia". Il premier Mario Monti ringrazia gli azzurri per il comportamento a Euro 2012. "Questi ragazzi hanno fatto cose straordinarie, ora sono un po' depressi ma noi italiani abiamo anche la capacità di superare le difficoltà".  "Ora i ragazzi sono un po' depressi - ha ripetuto Monti -, ma capita nella vita di tutti e anche nella vita del paese. Noi italiani sappiamo uscirne fuori. Essere secondi in Europa è un grande successo". Monti ha ancora i dubbi espressi sul calcio italiano dopo il nuovo calcioscommesse? "Nessun dubbio - ha risposto -. Ero dispiaciuto come quando in ogni settore mancano esempi positivi"REGALATA A PREMIER MONTI MAGLIA BALOTELLI - Nel dopo-partita della finale europea Italia-Spagna al Premier Mario Monti è stata donata la maglia azzurra n.9 di Mario Balotelli. A consegnargliela, come hanno documentato le telecamere di RaiSport, è stato il vice-presidente della Figc Demetrio Albertini.AZZURRI CI HANNO FATTO SOGNARE  - "E' stata una grande partita tra due squadre fortissime, una più dell'altra". Così il presidente del Consiglio Mario Monti ai microfoni di Rai Sport. "Sono stato negli spogliatoi ed ho detto ai ragazzi che ci hanno fatto sognare - ha aggiunto dallo stadio di Kiev -. Stasera ci siamo svegliati, ma dobbiamo essere fieri di loro".Il presidente del consiglio Mario Monti ha assistito dalla tribuna alla finale degli europei fra Italia e Spagna: Monti era seduto al fianco del presidente della Uefa Michel Platini. Alla sinistra dell'ex campione della Juventus c'era invece il principe Felipe di Spagna. Accanto a Monti, dall'altra parte, il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete.STOP CAMPIONATO? QUESTI CAMPIONI RIFERIMENTO  - "Non ho mai avuto dubbi sulla bellezza del calcio da quando da bambino tifavo per il Milan di Gren, Nordahl e Liedholm, ma sono dispiaciuto quando si danno delle prove cattive riguardo il vivere civile e il rispetto della legge". Dopo Italia-Spagna il premier Mario Monti torna così sulla sua proposta di sospendere i campionati: "abbiamo visto questi nostri campioni - ha aggiunto il primo ministro ai microfoni della Rai - sono un riferimento per tutti noi".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Spagna campione, è suo il 'triplete' storico. Debacle per azzurri, 'Non c'è stata partita'

La Spagna è diventata campione d'Europa battendo l'Italia 4-0 (2-0) nella finale di Kiev. Per gli iberici è 'tripletta' dopo il titolo europeo 2008 e il titolo mondiale 2010.PRANDELLI, LORO PIU' FRESCHI - "Si è visto subito che loro avevano più freschezza fisica. Noi non abbiamo avuto tempo per recuperare, soprattutto contro questi giocatori". Sono state le prime parole di Cesare Prandelli a Rai Sport, subito dopo il 4-0 incassato dalla Spagna nella finale di Euro 2012.Anche Mario Balotelli è scoppiato in lacrime nel dopo Italia-Spagna. Seduto sul prato dello stadio di Kiev, mentre era in corso la premiazione della Spagna, l'attaccante ha cominciato a piangere con il viso fra le mani, e ad un certo punto il ct Prandelli è andato a consolarlo. In lacrime anche Pirlo.BUFFON, LORO TROPPO SUPERIORI - "Stasera non c'é stata partita, loro sono stati troppo superiori e così il rammarico di aver perso questa finale è relativo" Gigi Buffon, ai microfoni di Rai Sport, commenta così il 4-0 incassato contro la Spagna. "La Spagna sembra invulnerabile e questo ci dà un po' più di serenità d'animo".Siamo noi che ringraziamo di cuore i tifosi italiani, per noi è stato un orgoglio regalare soddisfazioni. Abbiamo dato quello che avevamo, poi nella vita ci sta incontrare i più forti ed è andata come è ansata". Al termine partita persa 4-0 con la Spagna il portiere dell'Italia ringrazia i tifosi italiani per l'appoggio dato alla nazionale ad Euro 2012. "La nazionale - aggiunge Buffon ai microfoni della Rai - è l'unico veicolo che riesce a portare un po' di gioia nelle case degli italiani".ITALIA SENZA STORIA, E'SEMPRE FIESTA SPAGNA
dell'inviato Piercarlo Presutti
Più forte ma anche più brava dell'Italia, per usare la distinzione cara a Buffon, la Spagna vince il secondo titolo europeo consecutivo, con un mondiale in mezzo, ed entra di prepotenza nella storia del calcio. Mai a nessuno era riuscito un "triplete" del genere, e al di là del 4-0 finale firmato Silva-Jordi Alba-Torres-Mata raramente si era vista a questo livello una finale con una tale differenza di valori in campo: uno spread pesantissimo, per usare l'immagine simbolo di questo europeo. E' stata dunque una serata di pura sofferenza e impotenza per l'Italia: davanti alla tv, in tribuna allo stadio di Kiev, ma soprattutto in campo. La squadra di Cesare Prandelli, a capo di un'avventura splendida, è crollata davanti all'ostacolo più alto, quasi rifiutando la sfida. Mai davvero in partita, è stata stordita dal tique-toque degli spagnoli e dal loro pressing, figlio di una condizione atletica nettamente migliore. Sistematicamente pronti a raddoppiare o addirittura a triplicare la marcatura, gli spagnoli mai hanno concesso agli azzurri di cominciare la manovra e verticalizzare il gioco, il loro vero valore aggiunto in questa manifestazione. Ci sono stati momenti in cui lo stadio di Kiev è sembrato trasformarsi in un'arena, con i giocatori di Del Bosque a giocare con le loro banderillas con un avversario destinato a soccombere e quasi rassegnato. Perché gli azzurri ci hanno anche provato, a raddrizzare la partita che s'era messa subito male con il gol del vantaggio di David Silva: ma più per forza d'inerzia che per convinzione. Un paio di guizzi di Cassano, qualche corpo a corpo di De Rossi: non molto di più, essendo scariche le batterie di tutti. Puntuale è arrivato il raddoppio iberico già sul finire del primo tempo, e la ripresa non ha avuto storia anche perché con le sostituzioni azzurre esaurite, si è infortunato Thiago Motta che ha lasciato i compagni in dieci per mezz'ora abbondante di gioco. In avvio di gara, finito il balletto a smarcarsi in tribuna presidenziale (dove l'assenza della convitata di pietra di questi europei , Iulia Timoshenko, e la contemporanea presenza del controverso presidente bielorusso Lukashenko consigliavano a vari leader presenti, tra i quali Monti e Rajoy, di evitare vicinanze imbarazzanti), era cominciato quello in campo. Prandelli aveva confermato modulo e squadra scelti per la sfida alla Germania, con l'eccezione di Abate a destra al posto di balzaretti. Quanto alla Spagna, Del Bosque insisteva nella formazione con Fabregas finto centravanti a fare da appoggio per le incursioni di Iniesta e David Silva. E infatti dopo quasi un quarto d'ora in cui il posseso di palla spagnolo aveva stordito gli azzurri, la formula Del Bosque veniva premiata da un movimento laterale di Fabregas che sulla destra saltava Chiellini per poi mettere al centro una splendida palla alta sulla quale David Silva anticipava Barzagli e metteva in rete di testa. Oltre al possesso palla iberico, a mandare fuori giri gli azzurri era la netta superiorità atletica avversaria: Chiellini finiva fuori per infortunio, sostituito da Balzaretti, e gli altri italiani arrivavano sempre dopo gli spagnoli sul pallone. Così la reazione al gol iberico era fiacca e prevedibile: un paio di tiri di Cassano respinti da Casillas, una botta di Balotelli alta. Arrivava invece, meritato e quasi ineluttabile, il raddoppio delle furie rosse: al 41' Xavi innescava Jordi Alba che allungava, entrava in area e infilava di sinistro Buffon. Nella ripresa Prandelli tentava la carta Di Natale al posto di Cassano e l'attaccante sfiorava subito il gol di testa su cross di Abate. Era ancora Fabragas però a impensierire Buffon al 2' e un minuto dopo la premiata ditta Fabregas-Silva metteva in subbuglio la difesa azzurra, quasi a ribadire la gerarchia di valori in campo. Venivano anche graziati al 4' gli azzurri, perché su un colpo di testa di Sergio Ramos una mano di Bonucci meritava il rigore. Su assist di Montolivo, Di Natale falliva un'occasione unica al 6' (solo davanti a Casillas si faceva ribattere il tiro). Prandelli inseriva allora Thiago Motta, per l'esausto Montolivo. Al 13' un destro di Balotelli provocava più brividi ai tifosi che a Casillas. Così Del Bosque concedeva la passerella ai suoi: fuori David Silva, dentro Pedro Rodriguez, mentre al 16' Thiago Motta si stirava lasciando i compagni in 10. Alla mezz'ora toccava a Torres per Fabregas, e il biondo centravanti si prendeva anche la soddisfazione di andare a realizzare al 39' piazzando di destro sull'uscita di Buffon. E poi di appoggiare a un giocatore dal cognome evocativo, Mata, subentrato a Iniesta, la palla del 4-0. Non ce n'era bisogno, di questi colpi finali: ma dopo le polemiche sul 'biscotto', forse servivano a ribadire che la Spagna gioca sempre al massimo.






RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lettori fissi.

Google+ Badge