Cerca nel blog

...

martedì 3 luglio 2012

Previsioni per Martedì 3 Luglio, diminuzione delle temperature. Scopriamo tutte le particolarità!

NORD
Nubi sparse su tutte le regioni al mattino con addensamenti più consistenti in prossimità dei rilievi alpini, associati a rovesci o temporali. Durante le ore pomeridiane instabilità in accentuazione con temporali possibili sulle Alpi, Prealpi, alta pianura Padana ed entroterra ligure. Tempo nettamente migliore sull’Emilia Romagna con ampie schiarite. Clima meno caldo, ad eccezione del basso Veneto, Romagna e bassa Lombardia.
 CENTRO
Cielo sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni con qualche nube in più sull’alta Toscana e le zone appenniniche al pomeriggio, ma senza precipitazioni. Venti moderati occidentali. Temperature in diminuzione e caldo meno pronunciato, benché sulle Marche, l’Umbria e l’alto Lazio potrà risultare ancora un po’ fastidioso al pomeriggio.
SUD
 Cielo sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni. Qualche addensamento in più al pomeriggio sugli Appennini, ma senza fenomeni. Venti occidentali e temperature in leggera diminuzione. Ancora gran caldo su Molise, Puglia, Basilicata e Sicilia con sensazione di disagio sul Foggiano.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright METEOPORTALEITALIA
CENTRO

In questa giornata di pieno sole e caldo virtualmente mi tuffo nelle acque limpide e fresche del mare un bacio e buona giornata


IO NON VADO IN VACANZA SENZA DI TE : QUI tutti i luoghi che ACCETTANO i nostri AMICI a 4 zampe

Hotel, campeggi e ristoranti vi aspettano in compagnia dei vostri amici pelosi. I consigli di viaggio e i suggerimenti di veterinari e comportamentalisti renderanno speciale la vostra vacanza. Prima di partire non dimenticate di consultare l'area dedicata alle informazioni sulla legislazione e i regolamenti delle compagnie di trasporto.Non è facile avere le idee chiare sul tipo di vacanza che vorremmo veramente vivere quando in famiglia c'è un quattrozampe. L'amore profondo che ci lega a lui ci porta a desiderare di non separarcene mai ma non è detto che la meta delle nostre vacanze sia "a misura di animale" e quindi che fare?
E' necessario analizzare a priori, con franchezza e buon senso quali siano veramente i nostri desideri in merito alla vacanza, senza escludere l'eventualità di affidare per un breve periodo il nostro amico a persone di fiducia. Non è nostra intenzione consigliarvi di lasciare a casa Fido e Micio, anzi! ma di valutare con serenità tutti gli aspetti necessari.DETTOO CIO' CI INVITIAMO A ENTRARE IN QUESTO SITO DOVE VI AIUTERA' A TROVARE IL MEGLIO PER VOI TUTTI :▶http://www.vacanzebestiali.org/content/miglior-vacanza-bestiale

  RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright VACANZE BESTIALI

ANNUNCIO LAVORO : Vuoi lavorare in aeroporto a Milano? Offerte di lavoro negli aeroporti di Linate e Malpensa

Il Gruppo SEA, Società per Azioni Esercizi Aeroportuali, gestisce e sviluppa gli aeroporti di Milano Malpensa 1 e 2 e Milano Linate, garantendo tutti i servizi e le attività connessi, quali l’approdo e la partenza degli aeromobili, la gestione della sicurezza aeroportuale, le prestazioni di handling passeggeri e merci, il continuo sviluppo dei servizi commerciali a passeggeri, operatori e visitatori attraverso un’offerta molto ampia e differenziata.Per questi aeroporti, nei quali sono impiegati più di 5.000 persone per far funzionare al meglio gli scali, sono ricercate le seguenti  
Aviation (attività “core” di supporto all’aviazione passeggeri e merci) 
Non Aviation (servizi commerciali destinati a passeggeri, operatori aeroportuali e visitatori) 
Handling (servizi di assistenza a terra ad aeromobili, passeggeri e bagagli) 
Energia (generazione e vendita di energia elettrica e termica destinata al mercato interno ed esterno).Per inviare la candidatura e lavorare negli aeroporti di Linate o Malpensa, inviate la vostra candidatura qui  www.seamilano.eu risorse-umane  : il vostro curriculum sarà presente nella banca dati del sito e potrete aggiornarlo in qualsiasi momento.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright VITADONNA

ANNUNCIO LAVORO : ASSUNZIONI Ikea: 600 posti per nuovi punti vendita

La nuova struttura dovrebbe sorgere sul terreno del Parco Roja anche se le trattative al momento sembrano continuare. Una volta che anche il nuovo negozio sarà realtà si stima che saranno oltre 600 i posti da coprire tra reparti e indotto. Resta il fatto che i tempi sono ancora lunghi e se tutto andrà bene i primi dipendenti potrebbero cominciare tra due anni o poco meno.
Speriamo solo che le trattative e l’arrivo di Ikea a Ventimiglia vada a buon fine così come le voci che indicano l’apertura di un nuovo negozio a Lecce.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CONCORSI PUBBLICI

ANNUNCIO LAVORO : Msc Crociere ASSUME personale a bordo

Se siete amanti del mare e non avete paura di navigare per lunghi periodi di tempo senza vedere la terra ferma questo è proprio il lavoro che fa per voi.
Divisione del più grande gruppo digestione delle linee cargo al mondo, la MSC crociere è stata fondata negli anni 60 (Lauro lines) da Achille Lauro e la sua sede centrale è localizzata a Ginevra in Svizzera.L’azienda è alla ricerca di staff per le sue navi che solcano ogni giorni mari e oceani in giro per il mondo.

Offerte di lavoro, Msc Crociere assume personale a bordo

lavoro msc crociereSe siete amanti del mare e non avete paura di navigare per lunghi periodi di tempo senza vedere la terra ferma questo è proprio il lavoro che fa per voi.
Divisione del più grande gruppo digestione delle linee cargo al mondo, la MSC crociere è stata fondata negli anni 60 (Lauro lines) da Achille Lauro e la sua sede centrale è localizzata a Ginevra in Svizzera.
L’azienda è alla ricerca di staff per le sue navi che solcano ogni giorni mari e oceani in giro per il mondo.Le posizioni aperte spaziano da Cassiere nei casinò della nave a fotografo fino ad arrivare a sistemista per I sistemi di sorveglianza.Per tutte le posizioni è fondamentale un’ottima conoscenza della lingua sia italiana che inglese ed è consigliata la padronanza di un’altra lingua tra Francese, Tedesco e Spagnolo.Per tutte le informazioni basta visitare la pagina carriere sul sito ufficiale dell’azienda e inviare il proprio curriculum.:▶http://www.msccrociere.it/it_it/Informazioni-MSC-Crociere/Carriere/Carriere-a-bordo.aspx

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CONCORSI PUBBLICI

ANNUNCIO LAVORO : Lavorare in Enel, 700 giovani da ASSUMERE

Enel alla ricerca di giovani, anche prima esperienza, da assumere. Il primo incontro si è tenuto ieri in Toscana dove l’azienda ha visionato i primi ragazzi.In Toscana, l’azienda è alla ricerca di 40 nuovi agenti e incaricati alla vendita ma in tutta Italia saranno 700 in totale i dipendenti che entreranno nell’organico grazie al progetto “Energia in persona” in collaborazione con Adecco.Per partecipare alle prime selezioni occorre inviare le candidature a selezione.enel@adecco.it e dopo l’appuntamento di ieri, il prossimo sarà martedì 17 luglio, sempre a Firenze.Le selezioni sono rivolte a diplomati e laureati di tutta la Toscana anche alla prima occupazione. I neo assunti saranno impegnati nella promozione dei prodotti e dei servizi di Enel Energia e riceveranno una formazione sul prodotto che dovrà essere presentato e promosso.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CONCORSI PUBBLICI

MA DOVE SIAMO ARRIVATIII UCCIDE la moglie a colpi di FORBICE

Uccide la moglie a colpi di forbice per un presunto tradimento. E' accaduto nel Napoletano, a Palma Campania. Poco prima delle tre del mattino, Giancarlo Giannini, operaio 35/enne, ha ucciso la moglie Alessandra Sorrentino, casalinga di 26 anni. Il movente sarebbe la gelosia. Illesi i due figli di 4 e 6 anni che al momento dell'omicidio stavano dormendo. La donna è stata ritrovata in una pozza di sangue sul balcone.A chiamare i carabinieri e' stato un vicino che ha sentito urlare la vittima.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

ALLUCINATEEEEE Intossicato da cannabis BIMBO di 9 anni

Un bambino di 9 anni è stato ricoverato da sabato scorso in ospedale a Palermo in seguito ad un' "intossicazione da cannabinoidi". Le sue condizioni sono in miglioramento. Sono in corso indagini dei carabinieri per stabilire le modalità d'assunzione degli stupefacenti. E' possibile che il bambino abbia fumato uno spinello insieme ad alcuni ragazzi più grandi di lui. Le indagini sono coordinate dalla procura ordinaria ed a quella dei minorenni.
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

VERGOGNAAAA Invalida al 100% passeggia e fa la spesa

Una donna di 73 anni e la figlia di 50 sono indagate per truffa dalla Procura di Messina. L'anziana, secondo l'accusa, fingendosi invalida al 100 per cento avrebbe percepito indebitamente una pensione di 827 euro al mese, in totale circa 64 mila euro dal 2005 ad oggi. La polizia ha pedinato e filmato la donna mentre si muove da sola senza l'aiuto di nessuno, attraversa la strada e fa la spesa senza accompagnatore.
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Madre e figlio GIU' da balcone,lei MUORE

Madre e figlio sono precipitati per circostanze ancora misteriose dal terrazzo della propria abitazione, al primo piano, in un condominio di Marina di Carrara. Secondo una prima ipotesi, sembrerebbe che il figlio della donna l'abbia sospinta nel vuoto per poi lanciarsi di sotto anche lui. La donna, che ha 80 anni, e' morta sul colpo dopo il volo di circa 5 metri, mentre il figlio, 42enne, e' ricoverato in fin di vita all'ospedale di Carrara.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Morosini, causa morte fu cardiomiopatia Il calciatore soffriva di malattia del cuore di origine genetica

E' stata una cardiomiopatia aritmiogena a stroncare la vita di Piermario Morosini lo scorso 14 aprile durante Pescara-Livorno. E' quanto risulta dalla perizia chiesta dalla Procura di Pescara: si tratta di una malattia di probabile origine genetica che produce aritmie ventricolari. Sembra che gli effetti della malformazione avessero appena cominciato a farsi sentire.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ansa

Giovani senza lavoro, record di sempre,36,2%

Il tasso di disoccupazione a maggio e' al 10,1%, in lieve calo (-0,1 punti percentuali) a confronto con aprile, quando tocco' un massimo dall'inizio della serie storica mensile (2004). Mentre sale di 1,9 punti su base annua. Lo rileva l'Istat (dati provvisori e destagionalizzati). DISOCCUPAZIONE GIOVANI MAGGIO 36,2%, E' RECORD - Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni), ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, a maggio è al 36,2%. Lo rileva l'Istat (dati provvisori). E' il tasso più alto sia dall'inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) che da quelle trimestrali (IV trimestre 1992).La disoccupazione giovanile quindi sale ancora, aumentando di 0,9 punti percentuali su aprile e così mettendo a segno un record storico (finora mai era stato registrato un tasso più alto). Ecco che a maggio oltre uno su tre dei giovani "attivi" è in cerca di un lavoro. Mentre se si rapporta il dato dei disoccupati tra i 15 e i 24 anni sul totale della popolazione nella stessa fascia d'età risulta in cerca di un impiego più di uno su dieci anni, il 10,5%.CGIL,DRAMMATICA EMERGENZA PER DISOCCUPAZIONE GIOVANI - I dati Istat sulla disoccupazione giovanile a maggio rappresentano "una drammatica emergenza nazionale". Lo afferma il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino. Per la sindacalista le cifre sulla disoccupazione degli under 25 sommate "alla quantità di lavoro precario", sono "una priorità da affrontare con un piano per il lavoro". Secondo Sorrentino serve quindi "un cambio urgente della rotta per quanto riguarda le scelte di politica economica".
Per la dirigente sindacale urge "l'adozione di un piano straordinario per l'occupazione", così come, aggiunge, "c'é bisogno di intervenire sulla leva fiscale, anche attraverso l'adozione di una patrimoniale, dando risorse a lavoratori e pensionati per rilanciare i consumi". Inoltre per Sorrentino "é davvero impellente affrontare la modifica della legge sul mercato del lavoro per quanto riguarda il capitolo ammortizzatori sociali: la riforma li ha ridotti nonostante, come i dati Istat dimostrano, la crisi sia ancora durissima e mentre a fine anno scadrà l'accordo con le Regioni sulla copertura per gli ammortizzatori in deroga".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ansa

Pm Ingroia su blog Grillo, Italia paese di irresponsabili

"L'Italia è un Paese di irresponsabili, senza giustizia e senza verità. La giustizia e la verità cui hanno diritto le vittime, i familiari delle vittime, i cittadini. Per riconquistare il piacere di sentirsi cittadini di questa Repubblica". E' quanto afferma il sostituto procuratore di Palermo in un intervento sul blog di Beppe Grillo. Secondo Ingroia "ognuno di noi ha il diritto" di fare tutto ciò che può "per conquistare la verità e pretenderla a voce alta. Passate parola tra voi cittadini"."L'Italia - afferma il procuratore aggiunto alla procura distrettuale antimafia di Palermo - è un paese senza verità sulle stragi, sui grandi delitti polico-mafiosi" è "incapace di illuminare gli angoli bui e sporchi del suo passato, senza coraggio, dove a volte la ragione di Stato è finita per prevalere sulle ragioni del diritto, sulle ragioni della giustizia"; "troppi fatti determinati della sua storia sono rimasti ancora avvolti da una nebbia di silenzi, di menzogne, di reticenze a volte perfino anche istituzionali, di una verità dimezzata e negata". Ma, avverte Ingroia, "un Paese che non riesce a conquistare tutta la verità sulla sua origine, sulla storia di fatti sanguinosi come le tante stragi, è un Paese che non potrà mai crescere, mai conquistare la democrazia". E "un Paese che rimane senza passato e senza memoria, perché non ha verità sul suo passato, non può costruire nessun futuro". Il pm, secondo cui "alla verità inevitabilmente corrisponde sempre la responsabilità", sottolinea che c'é "gran parte del Paese che è allergica alla verità e... troppo affezionata, soprattutto la nostra classe dirigente, al principio di irresponsabilità attraverso la ricerca dell'impunità, dell'impunità penale e dell'impunità politica, secondo il criterio per cui nessuno deve rispondere dei fatti che ha commesso, esattamente il contrario dei principi di uno stato di diritto e di una democrazia"."Noi - continua Ingroia sul blog di Grillo - fino a quando non conquisteremo una sufficiente parte di verità, fino a quando non ristabiliremo principi di responsabilità, non diventeremo mai una democrazia. Il nostro - ribadisce - è un Paese senza responsabilità: troppi assassini in libertà, troppi mandanti di stragi ancora col volto coperto, perché alla magistratura non vengono dati strumenti efficienti, perché non ci sono circuiti di responsabilità che vigilano in un paese avanzato e democratico di responsabilità politica e morale". "Noi - continua - siamo orfani della verità", e "di fronte a questo scandalo di un Paese che non riesce a conquistare la verità su quella stagione cruciale della sua storia, non vogliamo che l'Italia resti soltanto un paese degli scandali. Vogliamo costruire un'Italia diversa, vogliamo costruire un'Italia libera per liberarla dal ricatto dei poteri criminali di ogni specie. Io credo che i cittadini debbano interpretare il loro ruolo di cittadini nel modo più attivo possibile, impegnarsi ciascuno per la sua parte, ciascuno nel suo ruolo, ciascuno nel ruolo che svolge nella società per dare il proprio contributo per conquistarla insieme questa verità, pretendendo ed esigendola, da cittadini, perché la verità è difficile, imbarazzante, può essere solo frutto di una conquista collettiva, di uno sforzo collettivo. Bisogna spalancare ogni porta chiusa, ripristinare il binomio verità e giustizia per costruire il Paese, per costruire una vera democrazia come fecero i nostri padri costituenti".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ansa

Napolitano: 'Gli Azzurri come l'Italia, c'e' ancora molto da fare'

Non c'é euforia, come nel 2006, ma serenità e soddisfazione. Le lacrime di Kiev vengono cancellate dalle parole del presidente Giorgio Napolitano; la delusione e l'amarezza lasciano spazio alla consapevolezza. Alla fine, nel corso della visita degli azzurri al Quirinale, anche il protocollo si piega alla gratitudine e spunta qualche tifoso che chiede foto, autografi o sorrisi ai neo-vicecampioni d'Europa. Abete e Prandelli non hanno portato una coppa al capo dello Stato, come fecero Lippi e Cannavaro da Berlino, ma una medaglia d'argento che, viste le premesse, è da considerare d'oro, perché conquistata con un progetto di calcio e con la forza del gruppo."Io non ho mai giocato a calcio, non posso valutare la vostra fatica, ma ho colto la passione che vi ha guidati e il senso della Nazione che avete - le parole del presidente della Repubblica -. E' il più grande regalo". "Siamo qui per dirle grazie per l'invito che ci ha rivolto e la fiducia concessa - ha replicato il presidente della Figc, Giancarlo Abete -. Abbiamo avuto l'onore di averla con noi a Danzica, avevamo l'obiettivo di tornare il 2 luglio e così è stato. Siamo soddisfatti e delusi, ma anche più sereni, perché consapevoli di avere dato tutto". E Napolitano, di rimando: "Capisco l'amarezza, ma non si può parlare di delusione, perché la delusione prevede un'illusione e non c'erano aspettative. Vorrei evitare di ripetere le parole che vi ho scritto, per non essere stucchevole. La cosa importante è che quelle parole valgono dopo Kiev esattamente come prima di Kiev". "Presidente, lei ci ha aiutato a sopportare la sconfitta - lo ha incalzato Cesare Prandelli - grazie ai valori espressi nella lettera che ci ha inviato. Siamo orgogliosi di avere rappresentato l'Italia. Comunque abbiamo gettato un seme". I cronisti confessano a Napolitano di avere sperato fino all'ultimo che sarebbe andato a vedere la finale in segno di buon augurio. "Dall'inizio ho detto che non sarei andato", ha replicato scherzosamente il Presidente.
"La cerimonia inaugurale delle Olimpiadi? Mi sto preparando, ma è una sfacchinata". "Niente discorsi, voglio solo presentarle i miei compagni d'avventura", ha affermato Gigi Buffon, mentre schivava la voce-web di una lite nello spogliatoio con Balotelli ("usate il buon senso", ha detto sorridendo ai giornalisti). Il capo dello Stato ha ricevuto una medaglia d'argento, una maglia e un pallone con gli autografi di tutti i componenti la comitiva azzurra. "Avete ottenuto risultati straordinari, che pochissimi potevano mettere nel conto - ha poi detto -. C'é molta strada da fare e ci sono momenti difficili alle spalle. Sto parlando del calcio o dell'Italia? I discorsi si assomigliano molto". E poi ancora: "Vi esprimo il mio riconoscimento, delle istituzioni, degli italiani, perché tutti sapevamo che eravate partiti non dimenticando le tensioni che stava attraversando il calcio italiano". "La Nazionale è stata una vera squadra: tutti si sono dati da fare", sono state le parole della signora Clio Napolitano. La moglie del presidente della Repubblica ha poi spiegato di essere rimasta "colpita dal portiere", perché "mi sembrava impossibile parare quelle pallonate". L'epilogo di Buffon, che già nel pomeriggio aveva affidato il proprio pensiero a Facebook, è incoraggiante: "Finalmente sento qualcuno che parla in modo propositivo. Fa sempre piacere incontrare il presidente Napolitano, perché è una persona intelligente e in giro se ne incontrano poche. L'Italia è piena di miseria e non parlo di quella economica".
 
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ansa

Monti, non si puo' tirare a campare. Altola' da Pd-Pdl e sindacati

Prende corpo il decreto di revisione della spesa pubblica, che sempre più somiglia ad una manovra fatta di tagli anche lineari e proprio per questo scatena l'altolà di Pd, Pdl e sindacati alla vigilia dell'incontro di Mario Monti con le parti sociali sulla spending review.Il Pd non vuole tagliare la spesa sociale mentre sul corposo dimagrimento della spesa pubblica che il governo va delineando in queste ore il leader Cisl Raffaele Bonanni, in sintonia con Cgil e Uil, minaccia: "Se occorrerà uno sciopero generale lo faremo". Per tutto il giorno, e ancora in serata, Monti procede nel suo lavoro istruttorio con diversi ministri. Ma il premier, con toni anche ruvidi, ricorda che i sacrifici di oggi sono figli delle leggerezze di ieri e invita i partii a comportarsi di conseguenza: "Se per decenni - dice il premier - si indulge ad assecondare un superficiale 'tiriamo a campare' e a iniettare nella mente dei cittadini la sensazione che un Paese con mille risorse, compreso l'estro, possa non affrontare i seri problemi che altre nazioni hanno preso di petto, forse deve venire il momento in cui si affrontano i problemi". Non farlo è un danno non solo per l'economia ma per lo stesso sistema democratico: perché, dice Monti, si dà l'idea che "la democrazia parlamentare non riesce a prendere decisioni di lungo periodo e si finisce per alimentare lo scetticismo dei cittadini verso quello che resta il miglio sistema politico del mondo". Ma i partiti restano ugualmente in allerta sui tagli che non condividono. "Credo che nessuno auspichi l'aumento dell'Iva - ragiona o Bersani - e quindi dobbiamo trovare altre soluzioni, discutendo della spesa della pubblica amministrazione. Ma senza andare a toccare la sostanza e la risposta sociale. Siamo pronti a dare il nostro contributo da partito di governo che rifiuta ogni demagogia, ma che intende riferirsi sempre alla centralità della questione sociale e del lavoro". Il Pd chiede dunque di non essere mero spettatore.E anche il Pdl non vuole firmare cambiali in bianco sulla spending review. "Il nostro atteggiamento è costruttivo e positivo - apre cauto il capogruppo dei deputati Fabrizio Cicchitto -, ma vogliamo conoscerla prima per poterci riflettere sopra. Vogliamo vedere la qualità e la quantità dell'intervento". Fli e Udc si schierano invece, come di consueto, con Monti chiedendogli di non farsi condizionare. Dall'Idv arriva intanto la cruda accusa al premier di "far cassa irresponsabilmente sulla pelle dei lavoratori".Domani c'é il vertice con le parti sociali ("il governo si aspetta molto da questo incontro", olia gli ingranaggi il ministro Andrea Riccardi) e poi quello con gli enti locali, che implorano di limitare tagli a sanità e trasporti. Intanto il niet di Bonanni si somma a quello dei leader Cigl Susanna Camusso (che mette in guardia dai tagli lineari e chiede una stretta sulle consulenze), Uil Luigi Angeletti e Ugl Giovanni Centrella. "Se si faranno tagli tanto per farli - dice per tutti Bonanni - si faranno solo più guai. E a quel punto, faremo iniziative in tutta Italia e in tutte le città e ci regoleremo di conseguenza. Faremo quello che serve, fino ad arrivare a uno sciopero generale". Deplora il Pdl Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera:"Uno sciopero? Dispiace che a lanciare l'idea sia l'amico Raffaele Bonanni...". Insomma, nonostante le borse in rialzo, lo spread in calo e le parole di ottimismo pronunciate nelle ultime ore da Monti ("comincia a vedersi la luce in fondo al tunnel"), il clima è nervoso ed il passaggio per il governo stretto. "In maggioranza prevalga il senso della responsabilità", invita alla concordia il presidente del Senato Renato Schifani, alla vigilia del report di Monti in Parlamento sul Consiglio europeo e della mozione di sfiducia al ministro Elsa Fornero.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ansa

Lettori fissi.

Google+ Badge