Cerca nel blog

...

mercoledì 18 luglio 2012

Previsioni per Mercoledì 18 Luglio, gran sereno quasi ovunque. Scopriamo insieme l'evoluzione

NORD
Mattinata caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso su tutti i settori. Qualche nube in più al pomeriggio sulle Alpi dove non si esclude qualche fugace temporale tra Alto Adige, Dolomiti e Friuli. Per il resto gran sereno. Ventilazione moderata, specie sulla Liguria. Temperature in aumento e clima caldo.

CENTRO
Splendida giornata di sole su tutte le regioni dall’alba al tramonto. Qualche timido cumulo in montagna durante le ore pomeridiane, ma senza alcun fenomeno. Venti moderati, tesi a tratti lungo i litorali. Temperature in aumento e clima caldo, specie sul versante tirrenico.

SUD
Gran sereno su tutte le regioni, sia insulari che peninsulari. Ventilazione settentrionale ben attiva, un po’ forte a tratti. Clima caldo su tutti i settori ma in un contesto gradevole.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright meteoportaleitalia

Magnitudo(Ml) 2.1 - ITALIA - Evento in mare 18/07/2012 03:31:50 (italiana)

Magnitudo(Ml) 2.1 Profondità 11 km Distretto sismico Costa_calabra_meridionale

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright INGV

Magnitudo(Ml) 2.6 - SICILIA - CATANIA 18/07/2012 02:27:28 (italiana)

Magnitudo(Ml) 2.6 Profondità 9.6 km Distretto sismico Piana_di_Catania
--------AVVERTITO A ---------
 
BELPASSO (CT)
BIANCAVILLA (CT)
MOTTA SANT'ANASTASIA (CT)
PATERNO' (CT)
SANTA MARIA DI LICODIA (CT)
RAGALNA (CT)

  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright INGV

Camorra, manette al 're della mozzarella'

Era controllato dalla camorra il caseificio Mandara, marchio notissimo in Italia e all'estero. Ma al fondatore, Giuseppe Mandara, arrestato oggi assieme ad altre tre persone, oltre all'associazione camorristica vengono contestati anche altri reati particolarmente odiosi, come avere messo in vendita mozzarella nella quale, in seguito alla rottura della macchina impastatrice, erano finite schegge di plastica ceramificata. L'operazione, coordinata dal procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho e dal sostituto Alessandro Milita, è stata delegata alla Dia e ai carabinieri del Noe, specialisti, rispettivamente, nelle indagini sui clan camorristici e in quelle di natura ambientale. Anche i carabinieri del Nas hanno dato il loro contributo per le competenze specifiche nel settore degli alimenti. Sono stati sequestrati beni per cento milioni, tra cui il modernissimo caseificio di Mondragone con l'annesso punto vendita. Continueranno a funzionare sotto amministrazione giudiziaria. Non sono stati invece sequestrati i numerosi negozi Mandara, dal momento che si tratta di punti vendita in franchising.Il consiglio di amministrazione del Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana Dop, riunitosi in seduta urgente e straordinaria, ha deliberato l'espulsione di Mandara. Nella lunga ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Alberto Capuano sono ricostruiti i lunghi e stretti rapporti di Giuseppe Mandara con il boss di Mondragone (Caserta) Augusto La Torre, oggi collaboratore di giustizia. Fu proprio la famiglia La Torre, agli inizi degli anni Ottanta, a fornire a Mandara il capitale perché trasformasse il suo caseificio da piccola azienda piena di debiti a grande impianto di livello nazionale. Ma dalle 481 pagine di cui si compone l'ordinanza saltano fuori anche le intercettazioni grazie alle quali gli investigatori hanno ricostruito l'episodio delle ciliegine di mozzarella con le schegge di ceramica e quello del falso provolone del monaco dop venduto a un centro di distribuzione di Scandicci (Fi). "Il danno è in corso e non sappiamo che cosa poi potrà uscirne fuori, perché può darsi che già sta sul prodotto ed il prodotto è stato già mandato via": così il 7 agosto 2008 un collaboratore informa Giuseppe Mandara del guasto alla macchina impastatrice. Mandara è furibondo e chiede: "Quello dentro i bocconi se n'é andato?". Il collaboratore conferma e l'imprenditore commenta: "Se prende qualche bambino là è una tragedia". La vicenda del falso provolone del monaco non mise a repentaglio la salute dei consumatori, ma è un esempio assai grave delle frodi commesse nel settore alimentare. Il centro di distribuzione Unicoop di Scandicci aveva ordinato 180 forme di provolone del monaco. Non disponendo di una tale quantità di prodotto, Giuseppe Mandara diede disposizione ai suoi dipendenti di inviare in Toscana un formaggio diverso spacciandolo per quello originale. "Preparateli - dice al telefono Mandara - ; mo proviamo a mollargli quelli là, questi qua senza marchio, e vediamo che succede... Facciamo gli indifferenti... Va buò? E mandaceli con la dicitura 'provoloni del monaco', però".

 © Copyright ANSA

Benzina: SCIOPERO gestori 3-5 agosto, ma Garante dice NO!!!!

Distributori di benzina chiusi, self service compresi, nel primo week end di agosto. Lo hanno deciso i gestori che, per protestare contro l'industria petrolifera e il governo, hanno annunciato un pacchetto di misure che comprende anche la sospensione per una settimana dei pagamenti con carte e bancomat. Ma dal Garante degli Scioperi arriva lo stop, perche' quello scelto e' periodo di franchigia. Intanto oggi i prezzi dei carburanti hanno ripreso a salire dopo gli sconti del fine settimana.Le organizzazioni dei gestori Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio hanno deciso congiuntamente la chiusura, da venerdi' 3 a domenica 5 agosto, di tutti gli impianti di rifornimento carburanti, self service compresi, sia su rete ordinaria che autostradale. Inoltre da domani partira' una campagna di informazione e sensibilizzazione verso i cittadini e gli automobilisti; da lunedi' 23 luglio saranno sospesi gli accordi collettivi per la parte riguardante il prezzo massimo di rivendita sui carburanti; e da lunedi' 30 luglio a domenica 5 agosto verranno sospesi i pagamenti del rifornimento carburanti attraverso carte di credito, pago bancomat e carte bancarie.Nel mirino dei gestori i comportamenti del Governo e dell'industria petrolifera che - sostengono - ''non lasciano altra possibilita' che adottare iniziative estreme di protesta e di difesa verso una aggressione gravissima, insopportabile e ingiustificata'': in particolare - sottolineano le tre organizzazioni - i comportamenti dei petrolieri colpisce oltre 20.000 piccole imprese di gestione che occupano circa 120.000 persone, mentre il Governo ''assiste muto alla violazione delle leggi''.Immediato l'altola' del Garante degli Scioperi Roberto Alesse, che fa sapere che lo sciopero non si puo' fare perche' il giorno 3 agosto rientra tra i periodi di franchigia. Il Garante rivolge quindi un appello alle organizzazioni di categoria affinche' nelle due giornate di sciopero, se confermate, vengano garantite le prestazioni indispensabili e si valuti l'opportunita' di escludere dal fermo le zone colpite dal sisma in Emilia. I consumatori intanto sono gia' sul piede di guerra: il Codacons si dice infatti pronto a denunciare sia alla Procura della Repubblica che alla Commissione di garanzia i gestori che, nonostante il richiamo del Garante, aderiranno alla serrata.Oggi intanto si registra una nuova raffica di rincari per i prezzi dei carburanti dopo gli sconti del fine settimana: oggi hanno ritoccato i listini Eni, Esso, IP, Q8 e TotalErg e i prezzi salgono dunque per la benzina a 1,837 euro/litro (+0,6 centesimi) e per il diesel a 1,734 euro/litro (+1 centesimo).
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Cosa ha fatto davvero Hollande (bufale a parte)

Ecco cosa ha fatto Hollande (non parole, fatti) in 56 giorni di governo: ha abolito il 100% delle auto blu e le ha messe all’asta; il ricavato va al fondo welfare da distribuire alle regioni con il più alto numero di centri urbani con periferie dissestate. Ha fatto inviare un documento (dodici righe) a tutti gli enti statali dipendenti dall’amministrazione centrale in cui comunicava l’abolizione delle “vetture aziendali” sfidando e insultando provocatoriamente gli alti funzionari, con frasi del tipo “un dirigente che guadagna 650.000 euro all’anno, se non può permettersi il lusso di acquistare una bella vettura con il proprio guadagno meritato, vuol dire che è troppo avaro, o è stupido, o è disonesto. La nazione non ha bisogno di nessuna di queste tre figure”. Touchè. Via con le Peugeot e le Citroen. 345 milioni di euro risparmiati subito, spostati per creare (apertura il 15 agosto 2012) 175 istituti di ricerca scientifica avanzata ad alta tecnologia assumendo 2.560 giovani scienziati disoccupati “per aumentare la competitività e la produttività della nazione”.  Ha abolito il concetto di scudo fiscale (definito “socialmente immorale”) e ha emanato un urgente decreto presidenziale stabilendo un’aliquota del 75% di aumento nella tassazione per tutte le famiglie che, al netto, guadagnano più di 5 milioni di euro all’anno. Con quei soldi (rispettando quindi il fiscal compact) senza intaccare il bilancio di un euro ha assunto 59.870 laureati disoccupati, di cui 6.900 dal 1 luglio del 2012, e poi altri 12.500 dal 1 settembre come insegnanti nella pubblica istruzione.Ha sottratto alla Chiesa sovvenzioni statali per il valore di 2,3 miliardi di euro che finanziavano licei privati esclusivi, e ha varato (con quei soldi) un piano per la costruzione di 4.500 asili nido e 3.700 scuole elementari avviando un piano di rilancio degli investimenti nelle infrastrutture nazionali.  Ha istituito il “bonus cultura” presidenziale, un dispositivo che consente di pagare tasse zero a chiunque si costituisca come cooperativa e apra una libreria indipendente assumendo almeno due laureati disoccupati iscritti alla lista dei disoccupati oppure cassintegrati, in modo tale da far risparmiare soldi della spesa pubblica, dare un minimo contributo all’occupazione e rilanciare dei nuovi status sociale. Ha abolito tutti i sussidi governativi a riviste, rivistucole, fondazioni, e case editrici, sostituite da comitati di “imprenditori statali” che finanziano aziende culturali sulla base di presentazione di piani business legati a strategie di mercato avanzate. Ha varato un provvedimento molto complesso nel quale si offre alle banche una scelta (non imposizione): chi offre crediti agevolati ad aziende che producono merci francesi riceve agevolazioni fiscali, chi offre strumenti finanziari paga una tassa supplementare: prendere o lasciare. Ha decurtato del 25% lo stipendio di tutti i funzionari governativi, del 32% di tutti i parlamentari, e del 40% di tutti gli alti dirigenti statali che guadagnano più di 800 mila euro all’anno. Con quella cifra (circa 4 miliardi di euro) ha istituito un fondo garanzia welfare che attribuisce a “donne mamme singole” in condizioni finanziarie disagiate uno stipendio garantito mensile per la durata di cinque anni, finchè il bambino non  va alle scuole elementari, e per tre anni se il bambino è più grande. Il tutto senza toccare il pareggio di bilancio.
Risultato: ma guarda un po’ SURPRISE!! Lo spread con i bund tedeschi è sceso, per magia. E’ arrivato a 101 (da noi viaggia intorno a 470). L’inflazione non è salita. La competitività re la produttività nazionale è aumentata nel mese di giugno per la prima volta da tre anni a questa parte.
Hollande è un genio dell’economia?
No. E’ una persona normale. E’ un socialista normale. E’ una persona di sinistra normale.Ovviamente il confronto con la situazione italiana e con l'operato dei partiti riconducibili al centrosinistra nostrano sarebbe impietoso. Sarebbe, appunto. Perché, come notato fin da subito, a questa ricostruzione manca in effetti il “crisma dell'ufficialità”, una conferma sostanziale degli atti di Governo e la correlazione con i provvedimenti presi (nemmeno un riscontro neanche sul dossier del Partito socialista francese). In buona sostanza, si tratta di ricostruzioni quantomeno forzate (quando non vere e proprie bufale), rilanciate senza il benché minimo spirito critico persino dal profilo ufficiale di Sinistra Ecologia e Libertà. Poche davvero le voci critiche, come quella di Francesca Minonne su trentamag che nota come:Questo mirabile elenco di vittorie è stato messo in giro senza alcuna fonte, senza alcun riscontro. Aprite soltato il sito del Le Figaro e cercate gli articoli su Hollande. Nulla. Spingetevi sul sito del Partito Socialista francese che tiene traccia del percorso di governo. Ma intanto la notizia gira, riportata anche dal  blog di Coen su Repubblica e su GqItalia e nessuno si preoccupa di approfondire. Nel blog che ha lanciato questa “notizia” qualcuno prova a chiedere le fonti. Ma l’autore sostiene di non doverne dare. Lui è un professionista ed in quanto tale ha le sue fonti e se proprio le vogliamo “chiamate l’ambasciata e fatevi mandare la documentazione Il resto dei miracoli di Hollande è (per ora) solo scritto nel programma elettorale del Partito Socialista. Ma non è poco, giacchè il Presidente incarna la possibilità stessa di un superamento “a sinistra” della crisi, con la necessità di ripensare in chiave critica un modello che per molti versi si è rivelato insostenibile. Insomma, non è di un (finto) supereroe che la Francia e l'Europa hanno bisogno, ma di un garante di quell'equilibrio fra società, politica ed economia andato in frantumi sotto il peso della crisi e della speculazione. E comunque il cammino di Hollande è appena cominciato.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright fanpage




Spagna:incendi,in cenere 50% parco Teide

Violenti incendi divampati domenica scorsa nelle isole di Tenerife, La Palama e La Gonmera nell'arcipelago delle Canarie stanno mandando in fumo migliaia di ettari di vegetazione e hanno costretto oggi le autorita' ad evacuare oltre 1800 persone dalla cittadina di Vilaflor, a sud del parco naturale di Teide, dichiarato nel 2007 patrimonio dell'umanita' dall'Unesco. L'incendio che ha gia' devastato oltre 3.000 ettari del Parco di Teide, bruciandone circa il 50%.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

CHE ERROREEEEE per errore gioca due volte gli stessi numeri alla stessa lotteria e VINCE IL DOPPIO, 2 milioni di dollari

Voleva giocare gli stessi numeri su due lotterie diverse, ma per sbaglio ha giocato (due volte) la stessa schedina al Powerball. Risultato? Vincita doppia per un totale di due milioni di dollari. È la storia di Virginia Fike di Berryville, Virginia: qualche settimana fa questa 44enne si è fermata al solito drugstore OldeStone Truck Stop & Restaurant in Clear Brook, per tentare la fortuna: un biglietto Powerball e uno Mega Millions. Virginia voleva giocare i numeri di famiglia: i compleanni dei genitori e la loro età divisa per l'anno in cui si sono sposati.Quando paga, si rende conto dell'errore ma lascia passare. Dopo qualche giorno la signora Fike guarda con la madre il telegiornale e ascolta la notizia della doppia vincita: «Sarebbe divertente se fosse nostra eh?» commenta ad alta voce. Poi chiama il Customer Center della Lotteria. «Sto sognando» dice, quando scopre di essere diventata milionaria. Venerdì alla consegna del mega assegno da due milioni, la signora ha spiegato che userà i soldi vinti per aiutare i genitori e pagare qualche bolletta arretrata. Incredulo e soddisfatto anche l'esercente dove sono stati giocati i numeri che per la vincita ha incassato come da regolamento 20 mila dollari di bonus.
  
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright STRANO MA VERO

Il dipendente pubblico NON MARCA il cartellino? Commette una TRUFFA

Il dipendente pubblico che si allontana dal luogo di lavoro, anche se per un breve lasso di tempo (mezz'ora) ma non fa risultare questo periodo d'assenza con la timbratura del cartellino o di un badge magnetico, assume una condotta “suscettibile di integrare il reato di truffa aggravata”.
Con questa motivazione la Corte di Cassazione (seconda sezione penale, sentenza n.25781) ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati da 4 dipendenti della Sovrintendenza per i beni culturali della Regione Siciliana, condannati a tre mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 30 euro per truffa aggravata. Il gruppetto di lavoratori era finito sotto processo dopo un'operazione di Polizia giudiziaria, con la quale si volevano verificare condotte di assenteismo in quell'ufficio, attraverso la verifica dei cartellini marcatempo, videoregistrazioni e pedinamenti. Dalle indagini era emerso che, tra luglio 2001 e dicembre 2002, i 4 dipendenti si erano assentati senza giustificazione dal luogo di lavoro per lassi di tempo brevi, compresi tra 37 minuti e 2 ore e 50 minuti. I lavoratori erano stati quindi processati e condannati sia in primo che in secondo grado.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright FANPAGE

AHAHAHAHAH QUANTO TEMPO PER LEGGERLO?!?!?!? BEN 60 ANNI forse un po' troppo!!!! AHAHAHAHAH

Una biblioteca dell’Ohio ha ricevuto indietro la biografia di Napoleone, scritta da Emil Ludwig. Nulla di strano, se non fosse che il libro è stato restituito dopo 60 anni. La restituzione è arrivata via posta ed il pacco (apparentemente spedito da Beverly Hills, California) oltre a contere il libro era accompagnato da una lettera di scuse che diceva “Ho preso questo libro dai vostri scaffali nel 1949 e non ho registrato il prestito. Mi scuso. E’ un libro eccellente ed in buone condizioni“.Una portavoce della biblioteca ha dichiarato che sono rimasti molto stupiti dal gesto, e immaginano che la stagione delle feste abbiano spinto l’autore a riparare all’antico torto. Interrogati su chi possa essere stato a prelevare il libro, la biblioteca ha dichiarato che ipotizza si trattasse di uno studente (all’epoca) delle superiori, che forse non ha registrato il prelievo per la fretta.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright STRANO MA VERO

POVERA AAAA BIMBA con i piedi che NON SMETTONO di crescere !!!!

Una bimba cinese di tre anni ha dei piedi così grandi che è obbligata a camminare scalza. La piccola Yu Yu, tre anni, che vive a Xi’an, Shaanxi una Provincia della Cina, ha anche difficoltà di deambulazione, soffre di una patologia non ancora diagnosticata che provoca la continua crescita dei piedi con un allarmante tasso di rapidità. I suoi piedi sono sempre gonfi e pesanti e fa molta fatica a camminare. La sua famiglia è estremamente povera, ma stanno lentamente raccogliendo dei fondi per riuscire a consultare un medico e chiedere aiuto per la sua condizione. Il nonno di Yu Yu è intenzionato a portarla a Pechino per un consulto medico e a questo scopo ha venduto tutti i suoi maiali. dsame della lastra a raggi x si vede chiaramente che i suoi piedi sono malformati e curvano verso l’esterno. Al momento la bambina è obbligata a stare sempre scalza, non esistono scarpe che si adattano ai suoi piedi enormi.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright NON CI POSSO CREDERE

....Un diamante è per SEMPRE......be in questo caso NOOOOO ANZI viene lasciato il FIDANZATO!!!!

Compra un trilogy, un anello da 12 mila euro per chiedere la mano della sua donna lei lo lascia prima di riceverlo, ma l'uomo ha "reinvestito" il prezioso dono cedendolo in beneficenza. Secondo quanto riportato dal corriere del mezzogiorno l'uomo si sarebbe rivolto al Cosacons: «Con grande soddisfazione», spiega il Codacons «i legali hanno spiegato all'uomo che la donazione è possibile e che può procedere serenamente nel suo intento. Il donatore ha così trasformato il suo atto d'amore nei confronti di una donna, in un atto d'amore più ampio nei confronti di chi habisogno d'aiuto».L'uomo è stato lasciato dalla fidanzata prima ancora di darle l'anello, che aveva atteso molto a comprare perchè non ne aveva avuto la possibilità. Una volta lasciato era comunque convinto a regalarglielo, ma la donna ha rifiutato il dono e non ha voluto sapere nulla dei diamanti, «Così», afferma l'uomo, «ho voluto comunque dare all'anello il valore che aveva, un atto d'amore».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright STRANO MA VERO

Lettori fissi.

Google+ Badge