Cerca nel blog

...

lunedì 20 agosto 2012

Sapevi che ad ogni COLORE corrisponde la tua PERSONALITA' : Giallo

I colori non sono solo belli alla vista, ma portano notevole influenza sulle azioni di una persona.Sia la contentezza che la tristezza sono entrambi espressi con i colori. 
La vista è uno dei più utilizzati e scontato dei sensi. Esso si arricchisce di colore. Senza colore, la vista sarebbe meno divertente, quasi noiosa..
Attraverso una preferenza di colore che naturalmente cambiera' con i vari cambiamenti che si verificano nella vostra vita trovandoci a preferire dei colori rispetto ad altri riusciremo ad interpretare la nostra PERSONALITA'


 IL GIALLO e la sua PERSONALITA'
Le persone con personalità gialli sono un sacco d'affari di testa. Queste persone sono ben istruite, sono autodidatte, e si sforzano di raggiungere il successo attraverso qualsiasi cosa mentale.
Possono essere buoni leader,  Ogni dettaglio deve essere analizzato prima di fare una mossa. Qualsiasi gioco strategico picchi il loro interesse. Gli scacchi sono il gioco per loro.
Questa personalità può essere un po 'testardo. Quando il colore va più verso una tonalità senape, questi personaggi sanno che sono le uniche persone che fanno le decisioni giuste. Questo tende a rendere gli altri un po 'sospettoso delle loro motivazioni.
La vera personalità giallo prende decisioni sagge basate sulla considerazione di tutti i punti di vista.
Giallo personalità delle donne sarebbe piuttosto nel mondo degli affari, che essere madri, ma può prendere entrambi i lavori e sono essere molto abili a farlo.
Quando queste persone sono sotto stress, si sentono che hanno bisogno di mantenere le loro emozioni nascoste. Se mostrano lo stress, è un segno di debolezza. Cercano di NON FARLO NOTARE
  Sono molto riservati  e non amo contornassi di molte persone in genere solo una o due buoni amici.  anche se la vera personalità giallo dipende da nessuno, se non da se stessi.
Adorano abbigliamento su misura, di solito si vestono molto professionalmente. Anche se le donne possono aggiungere più accessori, si vestono con un tocco semplice.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶PESCI

Amica dei Pesci, è ora di smetterla con il malumore. Stamattina fortunatamente vi alzerete con un po’ di rinnovato ottimismo, che saprete incanalare in qualcosa di fruttuoso e ben fatto. In amore chi è single si sentirà confusa: è proprio il caso di continuare a sperare in quella persona che pare non accorgersi di voi?

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶ACQUARIO

Un buon lunedì, quello che si prepara per le nate sotto il segno dell’Acquario: specialmente in amore, infatti, ci saranno delle belle sorprese, di quelle che spesso si aspettano per molto, molto tempo…in serata, una lunga telefonata con una vecchia amica: certe cose non si può non confidarle subito!

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶CAPRICORNO

Lettrice del Capricorno, oggi la pazienza non è con te: se ne accorgerà quella persona che da diverso tempo non riesci a sopportare, e con la quale vuoterai finalmente il sacco. Non tutti i tuoi amici, a sorpresa, saranno d’accordo con questo tuo sfogo… e questo ti aiuterà a capire un po’ di cose.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶SAGITTARIO

Lunedì antipatico per le amiche del Sagittario: vi toccherà infatti un confronto sgradevole con una persona che vi rovescerà addosso le sue frustrazioni, alcune delle quali, nella sua opinione, sono da imputarsi a voi. Consaolatevi in serata con una bella cenetta, con le amiche o con il partner.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶SCORPIONE

Lunedì positivo per le Scorpioncine; è il momento di prendere il coraggio a due mani e di confessare alla persona che vi fa battere il cuore quello che provate: tutto andrà bene! Viceversa, non fidatevi troppo di chi mostra grande curiosità: non saprà tenere la bocca chiusa.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶BILANCIA

Il lunedì delle nate sotto il segno della Bilancia si presenta ricco di emozioni: dovrete infatti prendere delle decisioni importanti, e questo vi farà sentire esaltate e coinvolte. Sul posto di lavoro fate attenzione all’invidia di una collega. In serata, prendete un po’ di tempo per stare con un famigliare che ha bisogno di voi.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶VERGINE

 Oggi non sarà la tua giornata: ti sentirai infatti demotivata e priva di forze, di umore venefico e poco propensa al dialogo. Cerca di prenderti un po’ di tempo per te stessa, rilassati, e tutto andrà meglio: la colpa, infatti, è in buona sostanza dello stress.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶LEONE

Cara/o Leoncina/o, questo lunedì non sarà decisamente il giorno migliore della settimana: sia sul lavoro che negli affetti non accadrà nulla di rilevante. Bene, utilizza questi ’tempi morti’ per fare qualcosa per te stessa: sappi che il resto della settimana sarà sfavillante, quindi è il caso di farsi trovare preparata!

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶CANCRO

Il lunedì del Cancro è il preambolo di una settimana ottima: dal punto di vista del lavoro, infatti, si preparano grandi soddisfazioni. In amore calma piatta: dovrete trovare più motivazione, o ciò che volete vi sfuggirà di mano. In serata è il momento per le confidenze con le amiche più care.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶GEMELLI

Gemellina, sfodera la tua forza di volontà: oggi le stelle hanno deciso di darti fastidio, presentandoti davanti un sacco di imprevisti e di noie da risolvere. I famigliari non sono di grande aiuto, tra capricci e risentimenti. A controbilanciare tutto ciò, almeno, sarai (giustamente) molto soddisfatta del lavoro, e anche il partner ti saprà dare man forte.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶TORO

Questa settimana inizia con un lunedì un po’ antipatico: il risveglio infatti sarà un po’ difficile, e non vi sentirete affatto in forma. Il consiglio è di rimanere a casa e riposarvi, in modo da farvi passare in fretta e senza ricadute questa piccola indisposizione.

Ecco cosa ti CONSIGLIA il tuo OROSCOPO per il 20 Agosto:▶ARIETE

Il lunedì dell’Ariete presenterà una piccola noia a lavoro nella prima parte della giornata: non fatevi prendere dallo stress, e saprete sistemare ogni cosa. Chi è in vacanza faccia attenzione a non esagerare con il sole. La serata sarà tranquilla, passatela guardando uno dei vostri film preferiti.

Perle di Saggezza del giorno….20 Agosto ೋღ❤ღೋ


«Bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare a come si è vissuto.»
(P.  Bourget)


Il 20 AGOSTO si festeggia S. BERNARDO

Origine e significato:

Nome composto da berno, "orso", e da hardhu, "valoroso", significa quindi "valoroso come un orso". San Bernardo è celebrato il 20 agosto e il 28 maggio.

Origine del nome:

Origini germaniche

Se sei nato/a 20 Agosto ecco Che cosa significa...ღೋ

Siete molto sensibili e molto impressionabile. Lei possiede grande consapevolezza e in grado di percepire i sentimenti degli altri, anche quando cercano di nascondere i loro pensieri interiori. Di conseguenza, si sono facilmente influenzato dal suo ambiente. Siete molto emotivo pure, che ti rende tanto più soggetto ai venti mutevoli all'interno dei vostri dintorni.
Tutto questo crea un grande bisogno di sviluppare e mantenere il vostro centro. Dopo aver compiuto questa operazione, la vita diventerà più gestibile e meno minaccioso.Tu sono particolarmente mosso dalla bellezza, armonia e amore.
Voi date affetto e bisogno di molto in cambio. Tu soprattutto bisogno di affetto fisico, vale a dire un sacco di abbracci e calore. Tu piace passare il tempo con la famiglia e gli amici. Siete un partner di cooperazione e l'odio di essere solo.Il tuo talento sta nella vostra con una felice intuizione e la vostra volontà di agire come consulente per coloro che sono in grado di esercitare il potere. Si opera meglio "il potere dietro il trono".
Siete meno un iniziatore di uno che vede un progetto fino al completamento. Tu sei buono con i dettagli, non sfugge tanto della vostra attenzione. Siete modesto, diplomatico ed educato. Avete la capacità di persuadere altri a tuo punto di vista con mezzi gentili. Siete brillanti a rendere gli altri a pensare di essere brillante.
La tua sensibilità ti rende consapevole di altri sentimenti dei popoli. Tu anche agire premurosamente. È necessario sviluppare la capacità di vedere veramente come necessario, è per garantire il successo di qualsiasi impresa si entra. Siete il collante che lega i progetti insieme. Parlate per voi stessi, quando necessario, ma imparare ad andare tranquillamente sulla tua attività, confidante nel fatto che sei fondamentali per qualsiasi successo.


I nati nel ventesimo giorno del mese sono governati dal numero 2 (2+0=2) e dalla Luna. Coloro che sono dominati dal numero 2 tendono a essere delicati, pieni di immaginazione e facilmente feriti dalle critiche e dalla disattenzione degli altri; si offendono alquanto facilmente e basta poco a provocare in loro accessi di collera.
PREGI:
Fantasioso,
Capace Di Empatia,
Coraggioso.
DIFETTI:
Preoccupato,
Solo,
Incline alla Fuga.
I nati di oggi: Luciano De Crescenzo (1928 – , scrittore, sceneggiatore e uomo di cultura); Carla Fracci (1936 – , prima ballerina alla Scala di Milano dal 1958); Giuseppe Giannini (1964 – , calciatore); Howard Phillip Lovecraft (1890 – 1937, narratore statunitense); Salvatore Quasimodo (1901 – 1968, uno dei poeti fondamentali del nostro Novecento).

Previsioni per Lunedì 20 Agosto, gran CALDO al nord!

NORD
Cielo sereno su tutti i settori al mattino. Durante le ore pomeridiane sviluppo di nubi cumuliformi sulle Alpi, ma con possibilità di temporali molto bassa. Bel tempo deciso altrove. Gran caldo ovunque, temperature comprese tra i 35°C e i 37°C. Forte sensazione di disagio fisico sulla pianura Padana.
CENTRO
Gran sereno su tutte le regioni per l’intero arco della giornata. Quasi assenti i consueti addensamenti pomeridiani in Appennino. Gran caldo, specie sulla Toscana, con punte di 38°C. Ventilazione debole.
SUD
Cielo sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni. Al pomeriggio qualche nube in più comparirà sugli Appennini, senza determinare fenomeni. Attenuazione delle correnti settentrionali e temperature in aumento. Clima abbastanza caldo, specie sulla Sardegna.

Caldo: non c'e'tregua, arriva aria sempre piu' bollente

Firenze ha raggiunto i 40 gradi, ma nei prossimi giorni, li supererà: le faranno compagnia altre città come Bologna e Ferrara, Rieti, Terni, e altre si avvicineranno ai 39 come Roma. I 38 in settimana saranno superati anche sul Veneto, sul resto dell'Emilia Romagna e su tutto il centrosud. Quella che comincia domani sarà la settimana più calda dell' estate, con l'arrivo della settima ondata di calore consecutiva proveniente dal Nord Africa sull'Italia. Bolzano, sottolinea "Ilmeteo.it", toccherà il record di 37 gradi, il valore più alto degli ultimi 100 anni. Milano si fermerà a 36.5. E' una vera e propria 'Tempesta di Caldo',  quella che sta per abbattersi sul Mediterraneo e sull'Italia a partire da oggi e per una settimana. L'anticiclone subtropicale Caligola lascerà il posto a "Lucifero", il settimo e ultimo e più forte di quest'Estate Infinita.A partire da mercoledì si aggiungerà l'aggravante dell'umidità che, aumentando per via dei venti di scirocco, inasprirà la sensazione di afa. Caldo e siccità continueranno ad oltranza fino alla fine del mese di Agosto al centrosud, mentre al nord, dopo qualche temporale atteso già per il 23, proprio tra domenica sera e lunedì giungerà una prima perturbazione più organizzata con forti temporali. Non è normale che dal 15 Giugno a fine Agosto si succedano ben 7 ondate di caldo consecutive. Praticamente al di la della denominazione assegnata alle varie ondate, potremmo anche affermare che l'Italia e il Mediterraneo è stato dominato da un'alta pressione africana in modo continuo da circa 45 giorni. Questo è eccezionale".

Firenze con 38 GRADI LA CITTA' ITALIANA PIU' CALDA DEL MOMENTO!

E' Firenze per ora a detenere lo scettro di città più calda d'Italia con ben 38 gradi centigradi, seguita a ruota da Grosseto con 37. Spetta invece a Ustica con 48 gradi di "temperatura percepita", il primato temporaneo della giornata in corso.
L'isola siciliana è dunque la località italiana col maggior grado di disagio fisico da mix temperatura-umidità.

Magnitudo(Ml) 2.3 - CALABRIA - COSENZA 20/08/2012 01:51:18 (italiana)

Magnitudo(Ml) 2.3 Profondità 8.2 km 
----------AVVERTITO NEI SEGUENTI COMUNI---------
 ROTONDA (PZ)
LAINO BORGO (CS)
LAINO CASTELLO (CS)
MORMANNO (CS)

Magnitudo(MW) 6.2 - Papua New Guinea - Evento su terraferma 20/08/2012 00:41:51 (italiana)

Magnitudo(MW) 6.2 Profondità 77 km (fissata) 
Distretto sismico Near north coast of New Guinea, Papua New Guinea
 Nessuna notizia ralativa a danni a persone o cose data la profondità e la distanza dalla prima città che dista circa 115 Km dall'epicentro

Pakistan, bambina DOWN ARRESTATA per blasfemia


Una bambina cristiana di undici anni affetta da sindrome di Down, è stata arrestata giorni fa in un quartiere povero di Islamabad dopo che alcuni vicini l'hanno accusata di blasfemia per aver bruciato pagine del Noorani Qaida, il manuale per imparare a leggere il Corano.è stata presa in consegna dagli agenti e trasferita precipitosamente in un riformatorio per due settimane in attesa che un giudice decida la sua sorte. secondo la ricostruzione , alla vigilia del 27esimo giorno del Ramadan, il mese di digiuno dei musulmani, la piccola è stata vista strappare una decina di pagine del libro che sarebbero poi state gettate in un secchio della spazzatura e bruciate.provocando l'ira di molti islamici Come accaduto in simili casi in passato a popolazione locale che, senza attendere una verifica dell'accaduto e senza rendersi conto della disabilità della piccola La denuncia è stata presentata da tale Muhammad Ummad che, pur non essendo stato direttamente testimone del presunto atto blasfemo, ha firmato una dichiarazione in cui sostiene che "dieci pagine del libro sono state strappate e gettate in un secchio della spazzatura"

Ultimo giorno di Ramadan Sangue e preghiera


Numerosi attentati stanno insanguinando il mese sacro di digiuno dei musulmani, celebrata da milioni di fedeli in tutto il mondo. In Libia, due esplosioni nel centro di Tripoli hanno causato "almeno di due morti e molti feriti". In Afghanistan, un ordigno artigianale collocato da sconosciuti è esploso vicino ad una tomba nel cimitero del capoluogo In Sudan un aereo della delegazione ufficiale sudanese che portava 30 passeggeri è esploso In Siria proseguono gli scontri tra esercito e ribelli In Daghestan, nel Caucaso russo, due uomini mascherati hanno fatto irruzione in una moschea in ferendo otto persone. Se questo è il loro modo di RISPETTARE IL RAMADAN....be' ne devono fare ancora di strada

Oroscopo Cinese:▶IL CAVALLO Mese corrispondente: giugno

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 

Nome cinese: Ma
Ora corrispondente: dalle 11.00 alle 13.00
Mese corrispondente: giugno
Elemento fisso: Fuoco Yang
Personalità
Socievole e competitivo, si lancia alla carica, senza pensarci due volte: il successo è la condizione irrinunciabile. Adora i contatti umani ma, fiero com’è, non si lascia mettere la briglia al collo nemmeno dalle persone che ama. Dietro la sua risata divertita scalpita uno spirito insofferente e un po’ egoista.

È un grande trascinatore di folle, incapace di perdere, deciso a rimanere in prima linea, a caccia di applausi e consensi. Elegante e raffinato quanto impulsivo, si sente felice solo in condizioni di assoluta libertà. Il suo ideale è una vita facile, avventurosa e imprevedibile, ricca di viaggi e colpi di scena. Da ogni situazione sa sempre cogliere il meglio. Quando si tratta di maneggiare denaro, poi, si rivela fortunatissimo, anche perché sa scegliersi le circostanze e le persone adatte.

Intelligente e brillante, parla a raffica, ma dice sempre cose interessanti, anche se salta spesso a conclusioni affrettate. Tra intuizione e conseguente azione concreta l’intervallo è brevissimo: riesce bene in tutto e questo gli comporta molte rivalità e invidie. È attaccabile su più fronti e potrebbe parare bene i colpi con un minimo di cautela, ma l’entusiasmo gli fa fare passi falsi. Infatti non è capace di ascoltare, fa fatica a mantenere i segreti e quando gli scatta il capriccio diventa avventato e ostinato. Tanto è esplosivo nel riso, quanto può esserlo nella collera.

Rapido, ma sempre elegante nei movimenti, ama i divertimenti chiassosi e le trovate esilaranti, lo spettacolo, lo sport. Confidando in se stesso e mai negli altri, pretende che tutto ruoti intorno a lui e, quando le cose non vanno secondo i suoi progetti, si impenna e corre via, alla ricerca di un pubblico più coinvolto. Ha molti amici, conoscenze, flirt ma senza lasciarsi andare a fondo di nessuno. Il suo punto debole è l’incapacità di fare programmi a lunga scadenza.

Il Cavallo e il lavoro
Per non mandare tutto all’aria con un’impennata e salvaguardare le sue qualità professionali, ha bisogno di ampi spazi in cui mettersi alla prova. Lo sforzo non lo spaventa, anzi lo attrae, esalta il suo entusiasmo, ancor più se bisogna destreggiarsi su diversi fronti, decidendo autonomamente tempi e modalità d’azione con energia, ma senza orari fìssi. Le pareti di un ufficio, infatti, gli vanno strette e non c’è peggior freno alla sua creatività che l’abitudine e la noia. Libero di misurarsi nella corsa a ostacoli, si rivela una fucina di idee. Se un progetto lo coinvolge, è capace di lavorarci giorno e notte: non tollera di rimanere inattivo un minuto più del necessario. I settori ideali in cui mettersi in gioco senza demotivarsi sono medicina, turismo, spettacolo, editoria, acconciature e, poiché ha muscoli guizzanti e temperamento atletico, qualsiasi attività sportiva a livello agonistico, di cui ha bisogno per scaricare lo stress.
Il Cavallo e l’amore
Indipendente e imprevedibile ma molto sincero, si avvicina all’amore con entusiasmo, però l’insofferenza ai legami stabili gli fa cambiare spesso strada. L’iniziale bollore lo fa straparlare, si dichiara domato, pronto a farsi imbrigliare: ma guai a prenderlo sul serio, sta bluffando con se stesso, è troppo libero per impedirsi di galoppare dove lo porta la passione del momento, già dimentico delle promesse fatte. Appassionato e focoso, adora conquistare, stordisce la preda con frasi d’amore, ma se ne stanca subito, in un’altalena sfiancante di passione ed egoismo. La sua meta è l’intensità, non la durata; non affligge il partner con sospetti e gelosie, ma finché è coinvolto esige il massimo della diponibilità e dell’affetto, diventando aggressivo quando non riesce a spuntarla. Il piacere della libertà e il rifiuto di assumersi impegni lo proteggono a lungo dai legami. Ama i divertimenti, le sorprese, nonché un carosello di esaltanti avventure e sfiziosi passatempi con tanto pepe e poco miele.

Rapporti di coppia
Specializzato nel gioco d’alcova senza impegno, fa scintille con l’inafferrabile Drago o con la Tigre, impetuosa e dominatrice. Sfavillante ma inquieto il rapporto con il Gallo e con il Cavallo con il quale, scappatelle a parte, galoppa spensierato nella stessa direzione. Non così liscia gli va con il Gatto, il Bufalo, il Topo e il Serpente, troppo freddini e lontani dal suo stile per poterci spartire anche la minima follia. Lo stesso vale per la Scimmia, tutta fulgore e smalto che nascondono però un’attrazione un po’ fiacca. Ma può sempre rifarsi con il Cinghiale, con cui condivide l’amore per gli spazi aperti, con la Capra, tenera e comprensiva e, benché divenissimo da lui, anche con il Cane, fedele e pantofolaio quanto basta per smussare i suoi spigoli e imbrigliare i suoi bollori in un’unione inossidabile.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: amichevole, cooperativo e meno impaziente degli altri Cavallo, è un tipo divertente e iperattivo. Conversatore brillante, orientato all’indipendenza e al progresso, sta bene fra la gente, che gli dimostra stima e simpatia. L’ottimismo di base gli suggerisce sempre una buona ragione per ridere anche nei momenti neri. Ama i grandi cambiamenti, le creazioni, i viaggi.

Fuoco: esplosivo, entusiasta e carico di magnetismo, ma incostante e distratto, disperde energia in azioni sconclusionate. In amore, poi, è un instancabile malandrino, fascinoso e volubile, sempre a caccia di emozioni forti. Indipendente e determinato a dirigere il proprio operato, non tollera supervisioni dall’alto né freni alle sue decisioni.

Terra: più lento e stabile, ma comunque molto deciso, non oppone grosse resistenze all’autorità. Il suo piatto forte sono gli investimenti finanziari, che sa fiutare da lontano senza mancare un colpo. Peccato che addenti bocconi troppo grossi e si accolli responsabilità superiori alle sue forze, con il rischio di stramazzare a terra per lo stress.

Metallo: è il più esuberante dei Cavalli, un vagabondo affaccendato in mille progetti, amori, viaggi. L’egocentrismo, l’ostinazione e l’incoerenza rendono però a volte molto difficile il rapporto con lui, anche perché spicca per mancanza di metodo e di responsabilità, per l’irrequietezza e il piacere della sfida. Ma in caso di sconfitta recupera subito e ha sempre un’idea geniale per uscire dai guai.

Acqua: allegro, elegante, adattabile, è il più intellettuale dei Cavalli ma anche il più inquieto. Adora i viaggi e l’avventura così come gli agi degli alberghi di lusso. La sua arma vincente è la conversazione, garbata e vivace. Grande improvvisatore, cambia spesso idea, sa divertirsi e divertire, è un ottimo attore e ironizza volentieri anche su se stesso. Non sopporta i programmi a lunga scadenza.

La fortuna
Colori: rosso, arancio
Pietre: rubino spinello, opale di fuoco, granato, diaspro rosso
Direzione da seguire: sud
Stagione più fortunata: estate
Organi più delicati: cuore, intestino tenue
Sapore da preferire: amaro
Sentimento da controllare: entusiasmo eccessivo
Piante: palma, arancio
Profumo: agrumi
Luoghi congeniali: ambienti di spettacolo, luoghi di vacanza, stadi, campi sportivi

Oroscopo Cinese:▶IL CANE Mese corrispondente: ottobre

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 

Nome cinese: Gou
Ora corrispondente: dalle 19.00 alle 21.00
Mese corrispondente: ottobre
Elemento fìsso: Terra Yin
Personalità
Affettuoso e affidabile, è il guardiano dello zodiaco cinese, orientato a conservare lo status quo contro ogni forma di imprevisto o di cambiamento. Nella vita cerca continuamente la sicurezza, abita dove la famiglia ha messo radici, concorre per un posto di lavoro stabile e coltiva esclusivamente rapporti a lungo metraggio. Al punto che affronterebbe qualsiasi difficoltà pur di non modificare le sue abitudini e stravolgere il suo mondo.

Malinconico e tutt’altro che adattabile, diffida di tutti, limitandosi a proteggere i pochi eletti che ama e che ricopre di attenzioni e consigli. Assillato da una visione negativa della vita, che si costruisce collezionando le brutte esperienze proprie e altrui, invece di rassicurare e di offrire soluzioni finisce spesso con l’abbattere proprio chi intendeva confortare.

Adora la campagna, i paesaggi romantici e nebbiosi, le tranquille serate accanto al camino, trascorse in solitudine a filosofare e a rivangare nel passato oppure in compagnia di un buon romanzo, che resta in fondo il suo strumento ideale di rilassamento. Interiormente inquieto ma profondamente onesto, lavoratore e meritevole di stima e fiducia, sviluppa fin dalla culla lo spirito collaborativo e il senso della giustizia.

Niente lo indispone più del disprezzo verso le tradizioni e della rottura dei ritmi quotidiani; attacca ferocemente chiunque minacci la sua privacy e i suoi valori, tanto più se, sostenuto da un moralismo rigoroso, sviluppa una visione unilaterale e drastica delle cose. Ha un cuore decisamente tenero e buono, tuttavia invecchiando può diventare alquanto ostinato, pungente e brontolone.

Il Cane e il lavoro
Severo e intransigente, sa imporre una ferrea disciplina a se stesso prima ancora che agli altri. Che si tratti di attività didattica o di finanza, prende tutto molto sul serio, il senso del dovere è il motore di tutte le sue azioni. Eppure nemmeno lui sfugge alle lusinghe dell’ambizione, pur senza coltivare grandi aspirazioni e pretese. Prova un’attrazione profonda verso la filosofia e il mistero, di cui è un assiduo ricercatore, arrivando anche a svolgere una professione inerente a questi suoi interessi; potrebbe inoltre essere un valido insegnante, un magistrato, un architetto, un critico d’arte.
Il Cane e l’amore
La sfera esistenziale più difficile da vivere è quella dei sentimenti, improntati a una fedeltà inossidabile, ma, nonostante tutto, tormentati dalla gelosia e dal possesso. Vorrebbe condividere ogni istante con la persona del cuore, tuttavia, non reputandosi degno d’amore, è sempre insicuro e teme, al di sopra di ogni cosa, l’abbandono. Infatti ha un profondo orrore della solitudine e, spinto dall’enorme bisogno di tenerezza, identifica l’amore con la sicurezza emotiva, le premure e le coccole, che contraccambia con sincerità e fedeltà assoluta. Con lui non c’è seduzione che tenga: quando si affeziona è per sempre, nella buona e nella cattiva sorte. Onesto, concreto, sempre presente, è la persona ideale con cui mettere su famiglia anche se, visto il suo lato ringhioso e brontolone, non saranno sempre rose e fiori: infatti ci impiega molto a fidarsi ma altrettanto a lasciarsi andare. Il suo compito di vita è vincere con pazienza il pessimismo e l’incertezza.

Rapporti di coppia
È pantofolaio, pessimista e brontolone, ma appartiene alla rara specie umana di cui ci si può fidare. Proprio quello che ci vuole per il Topo, la Tigre, il Gatto, il Cavallo, la Scimmia e il Cinghiale (in pratica una buona metà dei segni), tutti ugualmente malandrini e bisognosi di un energico freno. Grande tenerezza e profondo rispetto anche con il Serpente e con l’amico Cane, a parte – in quest’ultimo caso – un pizzico di rigidità e di pessimismo che spesso intristisce entrambi. Esigui, invece, i punti di contatto con il Bufalo, il Drago e la Capra, che lo interessano poco e lo stimolano ancor meno, specialmente sotto le lenzuola. Lo scontro può farsi particolarmente acceso con il Gallo, in un rapporto intessuto di incomprensioni e rancori: occhio a non cascargli diritto nel becco dopo avergli detto di no mille e una volta!

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: diffidente con gli estranei, ma dolcissimo e caloroso con gli amici, è un Cane molto generoso, pronto a donarsi senza riserve. Onesto, premuroso, benvoluto da tutti, ha bisogno di stimoli artistici e intellettuali per accrescersi interiormente. Apprezza il successo e il denaro, ma non è materialista e invece di accumulare spende a piene mani per la felicità altrui.

Fuoco: un Cane ringhioso, teatrale e affascinante, ma sempre fedelissimo ai propri valori. Attenzione però a non attaccarlo e soprattutto a non costringerlo a fare cose che non condivide: si difenderebbe con la ferocia di un mastino! Indipendente e coraggiso, apprezza anche le novità, purché qualcuno lo incoraggi e lo guidi alla loro scoperta.

Terra: le migliori prerogative del segno risultano raddoppiate in questa combinazione tutta onestà e saggezza. Fedele e costante in amore, prudente ma costruttivo nel lavoro, rimane attaccato ai principi, pur non ignorando le tendenze della maggioranza. Dagli altri pretende molto, attendendosi una forza di volontà e un rigore pari al suo. Resistenza, praticità e realismo potrebbero raffreddare i suoi sentimenti.

Metallo: incrollabile nelle proprie convinzioni e ipercritico nei confronti degli altri, è sempre pronto a rimproverare la minima mancanza. Verso la giusta causa mette impegno e devozione, ma non si trattiene dall’azzannare i nemici quando gli capitano a tiro. Il suo motto è radicale: a guai estremi, estremi rimedi.

Acqua: intuito e introspezione vanno di pari passo con la devozione in questa combinazione amabile ma ripiegata su se stessa. Fra i rappresentanti del segno, è il più propenso a fare concessioni, concedendosi piccoli lussi e qualche avventura. Nasconde abilmente le sue emozioni e dissimula la solidità dei sentimenti. Ottimo consigliere, sa dare giudizi imparziali di cui ci si può fidare ciecamente.

La fortuna
Colori: blu scuro, giallo
Pietre: ambra, zaffiro, sodalite, lapislazzuli, quarzo citrino
Direzione da seguire
: centro
Stagione più fortunata: la parte finale di tutte le stagioni
Organi più delicati: stomaco, milza
Sapore da preferire: dolce
Sentimento da controllare: preoccupazione Piante: papavero, ninfea
Profumo: fior d’arancio
Luoghi congeniali: luoghi romantici e segreti, il salotto di casa

Oroscopo Cinese:▶Il Bufalo (o Bue)Mese corrispondente: gennaio

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 

Nome cinese: Niu
Ora cinese corrispondente: dalla 01.00 alle 03.00
Mese corrispondente: gennaio
Elemento fisso: Terra Yin
  Personalità
Non nasce “con la camicia”, nella schiera dei fortunati che inciampano in grandiose occasioni mentre vanno a passeggio. Quando arriva a mete ambiziose, e di solito ci riesce anche a costo di sforzi sovrumani, lo fa contando unicamente sulle proprie forze, a passo lento ma tenace. Volitivo e superorganizzato, pur di raggiungere il fine può arrivare a infischiarsene del fatidico “mezzo”, ma fino a un certo punto: l’equilibrio interiore e il rigore morale non gli consentono di scendere a patti con la propria coscienza. Se c’è una cosa sulla quale non transige è difatti la parola data, che mantiene sempre a qualsiasi costo.

La sua grande passione è la sicurezza economica, che giudica irrinunciabile, al punto da condurre una vita austera e frugale, sacrificando al risparmio ogni piacere. Quando dà inizio a qualcosa di nuovo, costi quel che costi, lo conduce sempre a termine, affogando i suoi dispiaceri nell’azione lenta e costante. Gran lavoratore, per nulla competitivo, è un tipo tranquillo e abitudinario, capace di resistere e di sopportare, ma fino a un certo punto: e quando esplode, le sue collere sono terribili e distruttive.

Ascolta volentieri i pareri altrui, ma poi fa comunque di testa propria, infischiandosene delle critiche e dei giudizi. Il suo vero problema è che non sa perdere; infatti, dietro la facciata modesta e schiva, ha una profonda stima di se stesso e non si lascia intimorire da nessuno.

Paziente e ordinato, irreprensibile fino a diventare noioso, è un amico prezioso e un compagno affidabile. Peccato che manchi un po’ di fantasia, tema troppo gli imprevisti, detesti le trasgressioni, le improvvisazioni, i fronzoli, i capricci; in compenso è di una lealtà a prova di bomba. Tradizionalista e riservato, tutt’altro che romantico, è programmato per rapporti a lungo termine.

Che si tratti di amicizia, amore o stretta collaborazione professionale, impiega moltissimo a mettersi in gioco, dopo laboriosi e complessi ragionamenti e un chilometrico rodaggio; ma quando finalmente si decide, è impensabile che possa tradire o cambiare idea. Il suo problema è l’espressione delle emozioni e dei sentimenti, in genere ruvidi e frugali, anche se solidi: l’autocontrollo gli impedisce di sbilanciarsi, tanto che può apparire freddino e distaccato, sempre sulle sue.

Introverso e diffidente per natura, dà troppo spago alla testa per seguire il cuore. In ogni caso da solo ci sta benone, si prende tempo per sé, lavora, legge, filosofeggia, ama occuparsi delle piante, sia pure soltanto un rosmarino sul davanzale, e tiene in ordine la propria casa e la propria vita.

Il Bufalo e il lavoro
Individualista e solitario, non tollera di ricevere ordini e tanto meno di essere relegato a ruoli subalterni. A dirigersi e a organizzarsi ci pensa sempre da solo, con una ferrea disciplina insensibile al compromesso. Non è sempre pronto a offrire obbedienza, eppure la pretende, assieme al massimo rispetto, soprattutto dai collaboratori a cui tiene. Le carriere più adatte per il Bufalo riguardano i settori inerenti l’economia, l’agraria, la biologia, la chinirgia; ma fanno per lui anche i lavori artigianali, che esegue con abilità, precisione e cura dei dettagli.
Il Bufalo e l’amore
Non è detto che l’amore rientri tra i suoi scopi primari. Solitario e riflessivo, se la passa alla grande anche da single, occupandosi del suo lavoro e dei suoi risparmi. Almeno finché non incontra la mitica “mezza mela” con cui poter fare progetti a lunga scadenza, con serietà, impegno e senza smancerie. Più che a parole, dimostra il suo attaccamento coi fatti: sostegno, complicità e una presenza discreta ma costante.

Rapporti di coppia
Sul versante del cuore ha una costanza di ferro che gli permette di arrivare dove vuole, perfino al poco malleabile nativo del Cavallo o del Cane. I guai gli provengono caso mai dalla Capra pretenziosa, volubile, incapace di leggere e apprezzare la sincerità dei suoi sentimenti dietro la compostezza di facciata. Per non parlare poi della Tigre grintosa e malandrina, l’unica fra tutti i segni dello zodiaco cinese in grado di farlo uscire dai gangheri con le sue continue dichiarazioni di guerra. In compenso il Gatto, il Serpente e il Gallo gli lanciano occhiate adoranti, fantasticando un futuro tutto rosa.

Forse con un altro Bufalo, affidabile e realista quanto lui, non sentirà suonare le campane, ma entrambi avranno tutte le carte in regola per arrivare alle nozze d’oro. Buoni affari, in tutti i sensi, con il Topo, il Drago, la Scimmia e il Cinghiale, ottimi amici e collaboratori oltre che amanti mozzafiato: purché il Bufalo tenga presente che, se concedesse loro troppo spago, a rimetterci sarebbe sempre lui.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: è il più adattabile e socievole del Bufalo, senza dubbio il più propositivo, l’unico disposto a fare concessioni, visto che il suo spirito d’iniziativa sposa il metodo, con risultati davvero sorprendenti. L’innata prudenza del segno, modulata dall’elasticità del Legno, gli consente di affrontare le novità senza timori. Buona disponibilità alla collaborazione, a patto che non gli venga sottratto il ruolo dirigenziale.

Fuoco: sedotto dal potere e dai ruoli direttivi, è il più energico e appassionato del Bufalo, il più ostinato e volitivo. Sincero e lucido nel giudizio, ma un tantino presuntuoso, risponde con durezza aggressiva a chiunque sfidi i suoi ordini. Per difendere la proprietà e le persone che ama è pronto a dichiarare guerra, sferrando attacchi micidiali e insospettati.

Terra: magari manca di grinta e di fantasia, ma l’ordine mentale e il senso del dovere lo spingono comunque avanti. Consapevole delle proprie forze e dei propri limiti, si prende tutto il tempo necessario per centrare l’obiettivo, sempre improntato alla stabilità e alla sicurezza. Ruvido e sincero nei sentimenti, arriva felicemente alle nozze d’oro senza trasgressioni o cotte segrete. Solo un dettaglio: non accetta di cedere ciò che ha conquistato.

Metallo: volontà e self control fanno di lui un vincente. Crede in se stesso, sa quel che vuole e soprattutto come ottenerlo. Persuasivo e colto, parla pochissimo, ma ha un largo seguito. Può avere qualche problema con i sentimenti che non riesce a esternare; ma non si impegna mai alla leggera e fa l’impossibile per mantenere le promesse. Chiuso e ostinato, se ha un dispiacere si getta nel lavoro fino a stordirsi.

Acqua: paziente, silenzioso, sfoggia una mente acuta, tagliata per l’organizzazione. È il più creativo e intellettuale del Bufalo, ma anche il meno rigoroso, benché sempre rispettoso dell’ordine e della legge. Può seguire senza sforzo diverse attività, studiando le sue strategie con la massima calma.

La fortuna
Colori: verde e giallo
Pietre: ambra, smeraldo, giada, malachite, quarzo citrino
Direzione da seguire: centro
Stagione più fortunata: la parte finale di tutte le stagioni
Organi più delicati: stomaco, milza
Sapore da preferire: dolce
Sentimento da controllare: preoccupazione
Piante: timo, edera, salvia, peonia
Profumi: violetta
Luoghi congeniali: campi coltivati, giardini, stagni, angoli solitari e silenziosi.

Oroscopo Cinese:▶LA SCIMMIA Mese corrispondente: agosto

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 

Nome cinese: Hou
Ora corrispondente: dalle 15.00 alle 17.00
Mese corrispondente: agosto
Elemento fisso: Metallo Yang


Personalità
È la monella dello zodiaco cinese, agile, creativa, curiosissima. Idee e parole non le vengono mai a mancare: audace e iperattiva, flessibile e scaltra, è maestra di improvvisazione e di seduzione, brilla per le trovate geniali e si fa notare per imprevedibilità e bizzarria.

Autonoma, individualista, abilissima negli affari, è dotata di meravigliosa efficienza, di lucidità mentale, di riflessi pronti e del senso pratico indispensabile per tradurre in realtà i progetti più azzardati. Quasi sempre ottiene risultati strabilianti, ma se qualche volta fallisce non ha la pazienza di riprovare o di attendere: ha infatti una fretta indiavolata, vuole tutto e subito e, se non riesce a ottenerlo, molla.

Nelle riunioni mondane sta sempre al centro dell’attenzione: se la contendono tutti perché è brillante, allegra, disinvolta, spregiudicata, eppure dietro lo smalto divertente le cose che racconta hanno un concreto spessore. Non sopporta però di essere contraddetta, ignorata o sorpassata: ciò potrebbe scatenare tutta la sua collera e il suo rancore.

Il guaio è che, pur essendo simpatica e popolare, sono in pochi a prenderla sul serio, a meno che non incominci a colpire con sferzante ironia. Ama la vita, è capace di divertirsi e di divertire, adora il lusso, i viaggi, le spese pazze e sfoggia una fantasia vivacissima che la aiuta a risolvere problemi anche complessi. L’agitazione fisica e intellettuale è la sua condizione ottimale: per dare il meglio di sé ha infatti bisogno di muoversi, discutere, lottare, meglio ancora se pungolata da una stimolante concorrenza.

Seguirla non è certo facile perché, trascinata da una mente fin troppo fertile, salta continuamente di palo in frasca. Ma il suo lato ombra non finisce qui: può rivelarsi infatti alquanto calcolatrice, bugiarda, inaffidabile, indisponente, intrigante, presuntuosa, volubile, vanitosa. È abilissima nell’impicciarsi degli affari altrui, tenendo segreti i propri, sempre innamorata del proprio personaggio.

Adora la gente, lo spettacolo, le barzellette che racconta, ma non sopporta che qualcuno riesca a metterla nel sacco. Disorientarla o ferirla è impensabile: non si scoraggia mai e punta sempre al meglio. Il suo segreto è cadere sempre in piedi ma, instabile com’è, non riesce a conservare a lungo la felicità ottenuta. Ama moltissimo i figli eppure non è fedele e la smania di libertà e di collezionare esperienze insolite la tiene spesso lontana da casa.

La Scimmia e il lavoro
Maliziosa quanto, in fondo, insicura, afflitta da complessi di superiorità e per questo affamata di successi e di conferme, non si fa scrupoli pur di ottenere ciò che vuole. Peccato che l’ascesa troppo rapida le dia alla testa, rendendola talvolta antipatica e arrogante. Dalla sua parte ha però una grande versatilità, la diplomazia, l’intelligenza e la capacità di persuasione, tanto che sa raggirare gli altri con eleganza. Non fa niente per niente: il guadagno, infatti, è la sua grande motivazione, adora maneggiarlo, scambiarlo, farlo fruttare con mosse pericolose ma vincenti. Può brillare pertanto come commercialista, consulente finanziario, export manager, politico o legale, ma il suo gusto per lo spettacolo e per i viaggi ne potrebbe fare anche uno splendido animatore, un operatore turistico, un agente di viaggio. In più, adora i bambini ed educandoli educa se stessa: quali migliori credenziali per il ruolo di insegnante?
La Scimmia e l’amore
Attiva e brillante, impaziente e coraggiosa, punta troppo al successo e alla carriera per pensare seriamente all’amore. Preferisce caso mai il disimpegno, l’allegria, il successo sociale, in un carosello di giochi maliziosi e di avventure senza seguito. L’unica eccezione è rappresentata dai figli. Per averli ed educarli nel migliore dei modi è pronta infatti a sacrificare i suoi obiettivi: smette di affacendarsi correndo qua e là e mette la testa a posto, perfino con regolare certificato di matrimonio.

Rapporti di coppia
Audace, inventiva, astuta, accattivante: non c’è rifiuto che tenga al suo fascino. Le basta solo qualche battuta per fare a fettine il Drago, il Cavallo e il Cane, già programmati per soccombere al suo charme. Ma con la capacità di arrangiarsi, che coltiva dall’asilo, se la cava brillantemente anche in situazioni più a rischio: come con il Gatto, che coglie ogni occasione per spiazzarla, con il Gallo, felice di gareggiare in fatto di stravaganze, nonché con la stessa Scimmia, che la tiene sulla corda in un clima di stimolante ma faticosa competizione. Inutile, invece, sprecare energie con il Bufalo, troppo schietto e affidabile per i suoi gusti, o per la Tigre, con la quale fila meglio la guerra che l’amore. Più critiche e sospetti che baci anche con il Gallo, schietto e rigoroso, e con la Capra, troppo simile a lei, in fatto di opportunismo, per poterla intrigare. Sufficienza, ma senza lode, con il Topo e il Serpente, scadenti per una passione divorante, ma perfetti per una lunga e proficua collaborazione.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: perfetta nella gestione della casa e del bilancio, sviluppa, rispetto alle altre Scimmie, un discreto senso morale. Aspira al successo e al prestigio, ma si trattiene dal ficcare il naso in faccende che non la riguardano. Intuitiva e irrequieta, spesso insoddisfatta, cerca continuamente nuove soluzioni e non si rassegna facilmente alle sconfitte.

Fuoco: energica e vitale, ha il carisma necessario per raggiungere postazioni da leader. Decisa, sicura, innovativa è nata per competere, ma poiché si lascia travolgere dall’entusiasmo, rischia talvolta di mettersi nei guai, anche perché è ostinata, temeraria e pericolosamente sedotta dalle situazioni a rischio. Insegue le polemiche, i sospetti, la tendenza al dominio.

Terra: una Scimmia insolitamente composta, ma ugualmente determinata a riscuotere complimenti, pena lunghi bronci. Aperta a tutto, curiosa e poliedrica, si impegna per allargare i suoi orizzonti mentali, sfoggia una cultura raffinata e, forte del suo senso del dovere, coltiva innumerevoli interessi senza abbandonarli a mezza via, come fanno invece le altre Scimmie.

Metallo: indipendente e combattiva, ma coerente e costante, punta diritta alla sicurezza economica, anche a costo di impegnarsi su più fronti professionali. Si tiene ben stretti i propri risparmi, a meno di non investirli in speculazioni ben calcolate. Determinata e convincente, anche se vanitosa e un tantino teatrale, è abilissima nel lanciare mode o tendenze innovative.

Acqua: versatile, comunicativa, intelligente, è pronta alla collaborazione, ma non fa mai niente per niente. Basta poco per ferirla ma, pur di non reagire bellicosamente, si dilegua con diplomazia. Infatti è la meno chiacchierona delle Scimmia e la più portata alla segretezza: una fine psicologa abituata ad agire sott’acqua e ad aggirare gli ostacoli anziché aggredirli. La sua specialità è imporsi all’attenzione pubblica senza fare rumore.

La fortuna
Colori: viola, bianco
Pietre: diamante, cristallo, adularla, ametista, alessandrite
Direzione da seguire: ovest
Stagione più fortunata: autunno
Organi più delicati: polmone, intestino crasso
Sapore da preferire: piccante
Sentimento da controllare: tristezza
Piante: sambuco, cedro
Profumo: sandalo
Luoghi congeniali: luoghi di vacanza, cinema, saloni di moda, banche, aeroporti, il proprio ufficio
 

Oroscopo Cinese:▶IL DRAGO Mese corrispondente: aprile

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 

Nome cinese: Long
Ora corrispondente: dalle 07.00 alle 09.00
Mese corrispondente: aprile
Elemento fisso: Terra Yang
  Personalità
Fascino, magnetismo, carisma e un pizzico di follia: un tipo così brillante non passa mai inosservato. Adora tutto quanto sa di esotismo e di mistero, per questo punta su uno stile di vita originale, trasgressivo, sempre al passo con i tempi, tanto più che è abilissimo nell’anticipare mode e tendenze.

Poliedrico e fantasioso, ma anche molto confusionario, è un vero vulcano di progetti, per lo più irrealizzabili. Ma non appena imbocca una strada avvincente, adatta alle sue esigenze, l’incostanza cede il passo alla determinazione e tutte le sue energie si fecalizzano sulla meta. In ogni caso, con la vitalità che si ritrova può perfino permettersi di strafare, senza mai ritrovarsi a cono di risorse.

Il suo punto debole è l’egocentrismo, unito a un pizzico di superficialità e al bisogno continuo di conferme; gli basta il minimo intralcio per esplodere in collere irrazionali e violente. Detesta la solitudine, che lo deprime e lo costringe a scomodi bilanci, così come non sopporta l’attesa, gli sprechi di tempo e le pressioni esterne. A detta di alcuni proverbi, passa per una persona estremamente fortunata, ma in realtà più che a se stesso porta fortuna a chi gli è vicino.

Per parare i guai e accaparrarsi buone occasioni gli basta la proverbiale faccia tosta: in ogni evenienza sa dimostrare self-control e può sempre contare su una ferrea volontà per fabbricarsi da sé il proprio successo. La competizione non lo spaventa, anzi lo attizza, spronandolo a dare il meglio di sé: compie sforzi sovrumani e nuota controcorrente con disinvoltura ma anche con una certa ingenuità, che è poi causa di abbagli colossali.

È insomma il Don Chisciotte della situazione, l’idealista romantico, il grande utopista, nemico dei compromessi, franco, intransigente, dogmatico, eccessivo. Irragionevolmente disposto a farsi carico di responsabilità impossibili per chiunque, che fronteggia con orgoglio, ostinazione e presunzione, è pronto a tutto, pur di gustarsi emozioni esplosive e la sensazione di essere unico. L’essenziale è avere sempre una causa per cui lottare, un pubblico cui rivolgersi e un mondo abbastanza grande in cui potersi muovere senza doversi scontrare con altri per salvaguardare ciò che si è conquistato.

Il Drago e il lavoro
Ama andare controcorrente, guadagnarsi il consenso della folla e imporsi all’attenzione del mondo. Per sentirsi vivo ha bisogno di mettersi in gioco, sfidare, competere, conquistare, tutti lussi che si può concedere soltanto svolgendo una professione autonoma. È impensabile dargli ordini o imprigionarlo nella routine, a meno che non sia lui stesso a decidere le regole, nel contempo dirigente ed esecutore. Agente di Borsa, chirurgo, inviato speciale, politico o poliziotto: i mestieri che più gli si attagliano comportano sempre un buon margine di rischio e si avvicinano il più possibile ai suoi utopistici progetti di gioventù, cioè diventare pilota di Formula Uno, esploratore, regista di thriller o domatore di leoni.
Il Drago e l’amore
Non è il tipo da legame per la vita, col mutuo da pagare e tanti bei bimbi da portare ai giardinetti. Troppo disinvolto e inquieto, finisce per amare soprattutto se stesso, con pochi momenti intensi da donare all’altro. Meglio divertirsi e farsi ammirare come un grande personaggio. Finché dura. Poi farà sempre in tempo a cambiare interlocutore.

Rapporti di coppia
Sarà merito della sua vitalità e del fascino, speziato e misterioso, oppure di quel pizzico di fortuna che non lo abbandona mai: sta di fatto che, quando ci si mette, la strage di cuori è assicurata. Le vittime più ambite sono sempre il Topo, la Scimmia e il Gallo, con i quali si diverte pazzamente, in un clima incendiario e sfavillante. Ma se dopo un pieno di avventure, si sente in vena di riposo, gli conviene ripiegare sul riflessivo Serpente o sul pacifico Cinghiale. Allo scopo si prestano egregiamente anche il Gatto, purché limiti le imposizioni, e il Bufalo, solido come una roccia, specialmente se culla con lui un obiettivo in comune. Difficile ma non impossibile il legame con la Tigre, il Drago, il Cavallo, a rischio di rotture e contrasti pesanti, dopo una snervante altalena di impennate ed emozioni esaltanti. Poco o nulla da fare, invece, con il Cane e la Capra, troppo diversi per costruirci qualcosa in più di un’avventura, da cui uscirebbe, oltretutto, con le ossa peste.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: un Drago veramente geniale, generoso, creativo, collaborativo, ma facile a demotivarsi e allergico alla routine. Franco e leale, ma orgogliosissimo, si sforza almeno di accettare compromessi, purché risultino vantaggiosi per lui. Ama i viaggi avventurosi, le vacanze da favola. Il suo sogno nel cassetto: naufragare sull’isola di Robinson Crusoe.

Fuoco: una miccia pronta a esplodere, un concentrato di vitalità, ambizione, esibizionismo: questo è il Drago di Fuoco, impaziente, esagerato, competitivo anche quando non ce n’è ragione. Un dittatore dallo spirito libertario, ambizioso e abilissimo a scuotere le coscienze, con metodi d’eccezione e risultati altrettanto fuori del comune. Dovrebbe però sorvegliare il linguaggio, sempre brusco, e riflettere bene prima di saltare a conclusioni affrettate.

Terra: forte e ambizioso come ogni Drago che si rispetti, ma solido e insolitamente ragionevole, è quello che, grazie alla determinazione e all’impegno professionale, raggiunge i risultati migliori. Non manca di iniziativa né di coraggio, ma riesce a controllarsi e sa affrontare le situazioni con sangue freddo. Attenzione però al suo temperamento suscettibile: non tollera offese alla sua dignità.

Metallo: è il più battagliero e il più esagerato del Drago, ma anche il più integro e il più inflessibile, incapace di fare autocritica e tornare sui propri passi. Nell’azione si getta a capofitto, con spirito fanatico, estremista, senza mai preoccuparsi delle conseguenze. Lo preoccupano invece le condizioni sociopolitiche del mondo, a favore delle quali si batte con fierezza. Riesce sempre a spuntarla in ogni situazione, grazie al carisma e al fascino intenso che emana.

Acqua: una flessibilità insospettata in un Drago, forse il più saggio e paziente. Capace di attendere e di valutare le situazioni, non accetta rifiuti, si limita a ibernare la questione. Non ama particolarmente mettersi in mostra e si rivela più attaccato alle proprie idee che al successo di pubblico che gliene deriva. Tuttavia, desiderando troppo e tergiversando spesso, rischia di perdere in un colpo tutto ciò che ha guadagnato. Ottimo propagandista e negoziatore.

La fortuna
Colore: giallo
Pietre: ambra, smeraldo, quarzo citrino
Direzione da seguire: centro
Stagione più fortunata: la parte finale di tutte le stagioni
Organi più delicati: stomaco, milza
Sapore da preferire: dolce
Sentimento da controllare: preoccupazione
Piante: salvia, rosmarino, loto
Profumo: mirra
Luoghi congeniali: spazi aperti e soleggiati

Oroscopo Cinese:▶IL GALLO Mese corrispondente: settembre

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 
 

Nome cinese: Ji
Ora corrispondente: dalle 17.00 alle 19.00
Mese corrispondente: settembre
Elemento fisso: Metallo Yin
  Personalità
È e vuol essere il duro dello zodiaco, volitivo, orgoglioso, sicuro di sé, ma troppo vanitoso e autoritario per poter piacere a tutti. Il suo fiore all’occhiello è la lealtà che, unita a una franchezza quasi brutale, ne fa il più agguerrito difensore della verità. Acuto osservatore, riesce a portare avanti più progetti alla volta, con lo sguardo sempre rivolto alla carriera e al plauso sociale.

È sensibile alle lodi e guai a contraddirlo: la ragione dev’essere per forza sua, altrimenti le beccate non si contano neppure. Dinamico e iperattivo, perennemente affacendato, gode di un’invidiabile vitalità, grazie alla quale trova la forza e il tempo per tutto: studiare, lavorare, far vita sociale, divertirsi e curare l’aspetto, cui tiene moltissimo, sfoggiando modelli stravaganti e accostamenti sgargianti, al punto che trascura l’essenziale per fissarsi sul dettaglio.

Insomma, è un tipo deciso a farsi notare: nessuno a sua detta è migliore di lui, si crede irresistibile, né rinuncia al piacere di pavoneggiarsi in società. Anche per questo alle gioie dell’amore preferisce il gioco della seduzione, sprecandosi in un carosello di avventure che gli confermino il suo fascino. A spingerlo è una profonda inquietudine interiore, ben nascosta dietro la facciata di sicurezza.

Sotto il cipiglio battagliero batte però un cuore d’oro: soffre per le ingiustizie commesse a danno dei più deboli e in caso di difficoltà è capacissimo di perdersi nel classico bicchiere d’acqua. In famiglia come nell’ambiente professionale si aspetta sempre il posto d’onore, pretende di essere adorato, confortato, complimentato e non tollera che qualcuno lo superi o, peggio, smascheri i suoi punti deboli.

In qualsiasi contesto brilla per vivacità e stravaganza e adora trovarsi al centro dell’attenzione, senza preoccuparsi dell’opinione degli altri o della loro sensibilità. Sa però anche rivelarsi un ottimo amico, affidabile e divertente pur se un po’ dominatore. È abile nel maneggiare il denaro, specie se non si tratta del suo.

Il Gallo e il lavoro
Lavoratore instancabile, preciso, organizzato, è sempre pronto a difendere la giusta causa con uno zelo da missionario. È stimolante averlo accanto come collaboratore perché lavora per tre, sempre con il sorriso sulle labbra. Ma nei panni di capo è meglio girargli al largo, sapendo quanto è polemico, perfezionista e anche antiquato, sotto la maschera di simpaticone anticonformista. Gli si attagliano le professioni di avvocato, chirurgo, ingegnere o animatore capo; non lesina lodi e appoggi a chi è all’altezza della situazione, ma chi non rende al massimo perde credibilità ai suoi occhi, diviene bersaglio di critiche pungenti e finisce col sentirsi escluso. Un pallino sul quale non transige: la puntualità.
Il Gallo e l’amore
Franco, onesto, preciso ma ruvido nel carattere e nell’espressione, disdegna il lato romantico dell’amore. Per lui stare insieme significa guardare nella stessa direzione e impegnarsi fianco a fianco verso un obiettivo comune. Impennate d’orgoglio e battibecchi sono all’ordine del giorno: in compenso è divertente, brillante, sincero. Il suo esibizionismo non risparmia nemmeno la sfera amorosa: adora stupire il partner con qualche stravaganza o mostrarlo in società come un trofeo.

Rapporti di coppia
Impossibile non rimanere colpiti dal suo look stravagante, sostenuto da una vitalità eccezionale che ben si amalgama con lo spirito brillante del Drago, mentre controbilancia il conformismo autorevole del Bufalo. Meno piccante l’intesa con la Tigre e il Gallo, troppo decisi e battaglieri per scendere a patti senza graffiare, e lo stesso vale per il Cavallo, come lui intollerante ed egocentrico, al punto che per sopportarsi devono restare lontani. Indifferenza garantita anche con il Topo, il Gatto e la Gapra, che sono distanti anni luce dal suo raggio d’azione e per questo praticamente immuni al suo fascino sgargiante. Ma può sempre consolarsi con un misterioso Serpente, pronto a dargli fiducia e ad avvinghiarsi appassionatamente al suo collo in un piccante interludio. Non male anche con il Cane, la Scimmia e il Cinghiale con i quali, a una partenza un tantino sottotono, farà seguito un’intesa serena, impostata sul dialogo e sulla collaborazione.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: premuroso e lungimirante, meno testardo della media del Gallo, è però un pasticcione, specialista nel perdersi in labirinti che si costruisce da solo. Troppo entusiamo, sforzi eccessivi e altrettante pretese: ecco la causa di tanti suoi guai. L’onestà e l’integrità, tipiche del segno, si alleano qui allo slancio progressista. Ha senso di giustizia, comunicativa, altruismo, conditi con tanta fantasia.

Fuoco: è l’autoritarismo all’ennesima potenza, unito a un’energia che non lo pianta mai in asso. Indipendente e preciso quanto teatrale e collerico, persegue con ferrea determinazione il successo. Nel lavoro da prova di eccellenti qualità manageriali ma, inflessibile e troppo preoccupato delle apparenze, non si lascia commuovere dai problemi dei suoi collaboratori.

Terra: è un Gallo versato nello studio, tutto dedito alla raccolta di informazioni e dati. Efficiente, preciso, prudente, mira alla concretezza, con una certa insensibilità per le apparenze che invece seducono gli altri rappresentanti del segno. Il suo grande amore è il lavoro, cui si dedica con spirito austero e dogmatico, rigido fino ai limiti del fanatismo. Possiede eloquenza, senso critico e i successi cui perviene sono duraturi.

Metallo: ecco il classico lavoratore indefesso, pratico, esigente, puntualissimo. Qualche volta l’ostinazione gioca a suo sfavore, tanto più che, nonostante i buoni principi, fatica a dimostrarsi imparziale, soprattutto quando nell’occhio del ciclone c’è la sua immagine. I rapporti interpersonali possono diventare un problema, perché la razionalità inibisce il sentimento. Rivela uno smodato desiderio di ricchezza.

Acqua: lucido e concreto, finalizza la sua enorme riserva di energia alle iniziative intellettuali. Con lui si può discutere e ragionare senza essere schiacciati dalla sua autorità. Ottimo scrittore e conferenziere, diviene un punto di riferimento per molti, ma può riscuotere successi d’eccezione anche in campo medico o tecnologico. Deve soltanto arginare il perfezionismo, che rischia di trasformarlo in un burocrate ossessivo e pignolo.

La fortuna
Colori: bianco, arancio
Pietre: occhio di tigre, diamante, cristallo, adularla
Direzione da seguire: ovest
Stagione più fortunata: autunno
Organi più delicati: polmone, intestino crasso
Sapore da preferire: piccante
Sentimento da controllare: tristezza
Piante: genziana, forsythia
Profumo: vaniglia
Luoghi congeniali: treni, aerei, uffici, teatri, locali pubblici

Oroscopo Cinese:▶IL SERPENTE Mese corrispondente: maggio

« Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall'intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L'atletico cavallo fu settimo e l'elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l'astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch'egli il Buddha. »
 
Ci sono parecchie storie riguardanti i dodici animali dello zodiaco cinese, e su come siano stati scelti. In una leggenda, l'Imperatore di Giada, già sovrano del Cielo e della terra da parecchi anni, decise di visitare la Terra personalmente. Si stupì nell'ammirare le curiose creature terrestri. Decise di prenderne dodici, da portare al Cielo, per mostrarle agli esseri divini.
Gli animali che portò via furono: un topo, un gatto, un toro, una tigre, un coniglio, un drago, un serpente, un cavallo, una capra, una scimmia, una gallina, e un cane.
 
 

Nome cinese: She
Ore corrispondenti: dalle 09.00 alle 11.00
Mese corrispondente: maggio
Elemento fìsso: Fuoco Yin
Personalità
Dal serpente eredita la sinuosità nei movimenti, la capacità di intrufolarsi negli anfratti, l’amore per l’oscurità e il mistero. Per questo agisce in silenzio, ma senza strumentalizzare gli altri, sempre attento e rispettoso dei canoni della discrezione e dell’eleganza.

Analitico e astuto, abilissimo nel raccogliere dati e informazioni, sa sempre trovarsi al posto giusto nel momento giusto, in modo da poter mettere in risalto i propri talenti. Ha infatti come migliore alleata una formidabile intuizione, per cui parla poco e sa sempre controllarsi, perfino quando è arrabbiato. Ciò non toglie però che le sue collere silenziose siano micidiali, perché trasudano rancore.

Il Serpente impara in fretta, ma dimentica molto lentamente, soprattutto quando si tratta dei torti ricevuti. Tuttavia non attacca mai di petto, preferisce aggirare l’ostacolo e colpire quando non ce lo si aspetta più. Il suo limite è la mancanza di fiducia, che gli impedisce di interagire apertamente con l’esterno e di scambiare opinioni e consigli: finge di ascoltare tutti, ma fa in ogni caso di testa propria.

Ama il denaro come mezzo per concedersi lussi, abiti di classe e alimenti raffinati, viaggi, spettacoli, oppure rari oggetti da collezione: è un tipo che esige sempre il meglio e in qualsiasi situazione. Anche in amore, perché sa bene come accaparrarselo. Dagli altri pretende moltissimo, ma grazie alle sue doti di fine psicologo, discreto e sempre galante, non fatica a trovare un’intesa.

Non tollera tuttavia che qualcuno gli opponga resistenza e in fondo può arrivare a compiacersi nel far soffrire, pur di condurre il gioco e di non perdere mai il potere. Le difficoltà che incontra durante la giovinezza saranno ricompensate da una vecchiaia serena e agiata.

Il Serpente e il lavoro
Nella professione come in società non fa mai niente per niente: è un lucido, pigro, raffinatissimo calcolatore, sempre perfettamente organizzato, in grado di padroneggiare qualsiasi problema con una calma imperturbabile. Il suo spirito diplomatico e indagatore si afferma con forza nella professione medico-scientifica, soprattutto in campo diagnostico. Ma potrebbe essere anche un ottimo detective, un cartomante, un politico, uno stilista di moda o un architetto, un pubblicitario. Non ha la smania del comando: l’essenziale è che lo si lasci in pace, libero di seguire le sue intuizioni e di assecondare i suoi ritmi. La sensitività lo aiuta anche nel lavoro, soprattutto se si occupa di affari e finanza: presagisce il cambiamento degli eventi e ne anticipa la tendenza.
Il Serpente e l’amore
È l’uomo o la donna del mistero, affascinante, enigmatico, accattivante ma freddino e supercontrollato. Possessivo fino all’assurdo, pur senza garantire la stessa fedeltà, si scontra immancabilmente sul terreno della fiducia. In amore non accetta critiche o pressioni, si prende tempo per osservare e riflettere, ma quando finalmente si lascia andare è irresistibile, annienta l’altro nelle sue spire. Sensualità, possessività, emozioni intense e sotterranee sintetizzano il suo modo di amare. Magnetico ma sfuggente, soffre di gelosie acutissime e, forse proprio a causa della sua propensione a tradire, imputa al partner gli errori che sarebbe il primo a commettere.

Rapporti di coppia
Elegante, segreto, possessivo, fatale, magari un po’ infedele, ma con discrezione. Specialmente se la posta in gioco è un astuto Topo, un rassicurante Bufalo oppure un Gallo, rampante e vistoso. Passione ridotta, ma obiettivo centrato in pieno con Drago, Gatto, Capra e Cane, interessati a collaborare e ad accettare compromessi per la riuscita di un rapporto a lungo metraggio, al di là dei bollori iniziali. Interrogatori, sospetti e subdoli inganni lo attendono invece da chi è della Tigre, appassionato ma egocentrico, e dal suo gemello Serpente, capace di fargli perdere la testa per poi soffocarlo tra le spire. Ugualmente saggio sarà tenersi alla larga dal Cavallo e dalla Scimmia, troppo disimpegnati e giocosi per poter condividere qualcosa in più di un assaggino. Prudenza raccomandata anche con il Cinghiale, compagnone e ruspante, in netto contrasto con i suoi gusti raffinati: per quanto innamorato, le ore di tregua con lui si contano sulle dita di una mano.

L’Elemento mobile di appartenenza
Legno: duttile e intuitivo, anche se un tantino vanitoso, sfoggia una meravigliosa vena creativa. Legge molto, si informa di tutto e cerca di penetrare le leggi segrete della natura; tuttavia per sentirsi stimolato ad andare avanti ha bisogno di un riscontro pratico: la conferma di avere intrapreso la giusta direzione. Ama la musica, l’arte, la natura e, fra i rappresentanti del suo segno, si rivela il più equilibrato e stabile nei sentimenti. È profondamente attaccato alla famiglia e ai figli.

Fuoco: dinamico e vitale, estremamente attivo, questo Serpente è un tipo intenso e dominatore. Grazie al carisma e all’autocontrollo, raggiunge in fretta posizioni di spicco. Peccato che, fanatico della ricchezza e del potere, vive nell’angoscia di perdere ciò che ha raggiunto e si rende antipatico con atteggiamenti sospettosi e accusatori. In amore sorprende per la sua sensualità sfrenata ma è morboso nei sentimenti e si preoccupa più di se stesso che del compagno.

Terra: è un Serpente particolarmente lento e riflessivo, cauto nelle scelte, ma perseverante una volta che ha trovato la sua strada. Il suo sguardo lungimirante, sostenuto da una buona sensitività, si proietta lontanissimo nel futuro, prevede le mosse altrui e previene mode e tendenze. Con invidiabile sangue freddo tiene in pugno situazioni caotiche ma, conoscendo i propri limiti, sta bene attento a non esporsi troppo. È un tradizionalista, dotato di garbo e compostezza. Ama le cose belle ma sa contenersi nelle spese.

Metallo: pone logica e calcolo al servizio della determinazione. È il più acuto e il più autoritario dei Serpenti, abilissimo nel cogliere al volo le occasioni. Rapido e silenzioso, sicuro di sé, ma sospettoso verso gli altri, raggiunge traguardi invidiabili e solide postazioni senza dare troppo nell’occhio. Il gusto per il lusso e le comodità lo spinge alla ricerca di protezioni e denaro. A suo sfavore giocano tuttavia l’invidia, la possessività e l’incapacità di accettare le sconfitte.

Acqua: intellettuale raffinato, telepatico e intuitivo, è in grado di raggiungere i massimi livelli della concentrazione mentale. Può vagare nell’arcano e nel mistero, senza tuttavia perdere il contatto con la realtà. Ama l’arte, la bellezza, la letteratura almeno quanto l’aspetto pratico della vita. Attenzione però a non deluderlo, perché serba rancore per l’eternità.

La fortuna
Colore: marrone rossiccio
Pietre: rubino, granato, diaspro rosso o bruno
Direzione da seguire: sud
Stagione più fortunata: estate
Organi più delicati: cuore, intestino tenue
Sapore da preferire: amaro
Sentimento da controllare: entusiasmo eccessivo
Piante: erica, cardo
Profumo: felce
Luoghi congeniali: zone solitarie, deserti, grotte ma anche la propria casa

Lettori fissi.

Google+ Badge